Moonwalking 1969-2009

…come sarà andare dalla terra alla luna, ragazzi?  siamo pronti? …Oh, Yeah, …Belli, Pettinati, Precisi & Coraggiosi…

…prendiamo i bagagli e cominciamo a muoverci… quel trolley sarà di misura regolamentare per accedere all’aereomobile?  Not problems, il razzo e la navetta sono nostri & privati!

…eccoci pronti, e non ci preoccupiamo nemmeno di quanto consuma… ora ha il pieno…

…un mezzo molto veloce, anche se proviene da un passato recente… (ma non ha bollo, nè assicurazione, nè bollino blu e altri ammenicoli burocratici… infatti questo non circola lungo le pubbliche vie, ma vola in alto alto nei cieli…);   ogni tanto una revisione, però…

…e dall’alto dei cieli si plana e si scende fin qui… un giochetto da niente… infine, nell’immensità dello spaziotempo universale non ci siamo nemmeno quasi spostati… anche se il viaggio ci sembrava eterno, sempre rapportato alla nostra bio-logica brevità… e ai nostri sistemi di misurazione e riferimento sempre umani, troppo umani… tuttavia questo è il primo passo verso un nuovo sistema di relazioni uomo-universo… e immaginando in che cosa evolverà ultriormente quel rapporto quando saremo entità post-umane… ammesso che saremo mai capaci di auto-evolvere fino a quel punto di non-ritorno… 

…ecco fatto, un segno del nostro passaggio è stato lasciato, mentre ha inizio una nuova era ed è stata pre-fissata una diversa tappa dell’evoluzione umana, questa volta non più lasciata alla volontà oscura, cieca e capricciosa della natura, ma decisa e voluta proprio da noi che siamo un nuovo stadio della biologia che si avvia dall’incoscienza del proprio essere di natura animale-cellulare alla coscienza razionale della realtà ed al controllo progressivo sulla sua incontrollabilità precedente, la quale resta tuttavia la caratteristica primaria dell’universo intero… una specie di bellissimo mostro subatomico e supergalattico …sempre così lontano da noi, sempre così intimamente connesso con noi…

…e riparto anch’io, da uno dei miei vari studios sparsi qui e là x l’Italia, che possono essere fissi, come questo in Piemonte, per es, ma anche mobili e istantanei, ed autorganizzarsi dovunque sia necessario, ma anche no, da un’idea liofilizzata, proprio come quei prodotti concentrati in bustina che tutti conosciamo, in quanto mi capita anche usare un parco pubblico con una panchina, il sedile (sempre più stretto e scomodo) di un treno, il tavolino di un bar, un metro quadro di scogliera sul mare, un masso piatto e ben levigato in montagna, un prato erboso in campagna, con un piccolo computer collegato ad internet wireless, un foglio di carta, una scatola di pastelli a cera, qualche pennarello, un foglio di carta bianca, qualche ritaglio di giornale… e l’attitudine al libero GIOCO con tutto quello che capita, che avviene, che incontro, e anche che creo o ri-creo, qualche volta…; 

…una delle mie varie scrivanie, sulle quali, tuttavia, ho solo a disposizione 5 cm. quadrati  (quando, raramente appaiono riordinando un poco gli oggetti) x prendere ogni tanto un appunto e x scrivere qualcosa… sempre di fretta & al volo!  In questi "Hollywood Studios"  ho altre due tavoli-scrivania aggiuntivi, e tutti nelle medesime condizioni di sovraffollamento. Se mi serve qualcosa, però, ho tutto sotto mano e trovo sempre quello che cerco velocemente in questo sistema caotico a modo suo ordinato…  E’ comunque ora di prendermi una vacanza… Staccare la spina e vaffa, ogni tanto, fa bene al fisico e alla mente… e poi, guardare tutte le cose vicine da lontano, e viceversa, è un sano esercizio mentale che ci aiuta a comprendere meglio la realtà delle cose, a non prenderla mai troppo seriamente, e anche a riderci sopra, in quanto, poi alla fine….

…con Vanity Fair?  e di chi saranno mai quelle sopracciglia? E di chi potrebbero essere se non di Monica Bellucci? Questo Vanity Fair è del 1 ottobre 2008  … Reincontreremo la Monica Bellucci in seguito sotto nuova forma di poster-ritratto, e con un look un poco diverso da come siamo abituati a vederla… persino con una 20ina di anni in meno!

…quindi da lì, con il teletrasporto, eccoci in un attimo in viaggio lungo la costa adriatica, dopo aver attraversato l’Italia del Nord lungo strade trafficatissime & caotiche…

…Ravenna… e viaggiare nei ricordi di un tempo che pareva sempre migliore di quello attuale, mentre lo spaziotempo migliore è (quasi) sempre quello che esiste ora, adesso, subito, ma non lo apprezziamo e godiamo mai abbastanza, e ce ne accorgiamo sempre dopo… e dipende anche molto da noi come quello spaziotempo è, o non è… vero?  

…quindi Rimini… MITICA! …e veramente particolare, vista dal satellite… ogni volta che l’attraverso lungo la  Romea, mi sembra sempre più grande, evoluta, misteriosa, anche, nonostante la conosca assai bene da tempo immemorabile… mi ricorda sempre più una specie di Miami dell’Adriatico, solo più piccolina… ma egualmente divertente e amica!  

…e alla velocità della luce essere a Fano, nelle Marche, e quindi Pesaro… (ATTENTI AGLI AUTOVELOX da quelle parti: quasi uno al chilometro di media! …mi domando se in altri  luoghi d’Italia la situazione sia simile… credo di no, e che sia sempre più ritornando, con la glocalizzazione, l’era degli staterelli quasi-autonomi all’interno di uno Stato-Nazione sempre meno avvertito, anche se lui continua ad "avvertire"…) e stop a Fano, appunto, che mi piace pensare & sognare in piena atmosfera estiva, e non nel freddo inverno del 2008, tra l’altro eccezionalmente nevoso, piovoso, nebbioso…: ma non ci avevano promesso un riscaldamento x causa effetto-serra? Personalmente ho l’impressione che ogni anno che passa il freddo aumenti e gli inverni divengano sempre più lunghi… con la sola pausa di una breve estate, nessuna primavera e autunno a fasi alterne… mah! Forse la natura non funziona proprio esattamente come pensiamo, nonostante tutta la nostra scienza teorica & applicata… e molti Soloni della scienza farebbero meglio ad essere un pochino più prudenti, prima di emettere sentenze definitive basandosi sull’impressione di pochi decenni rispetto ai milioni di anni dei cicli naturali… vero?  …ma pur di avere visibilità e attenzione, anche molti scienziati paiono rinunciare oggi, pur di far aumentare il gossip massemediatico, a quelli che sono sempre stati i canoni del pensiero scientifico… PRUDENZA, DUBBIO, ESPERIMENTO, da ripetersi molte volte, e sempre… dubbio da rivolgere anche nei confronti dei medesimi dubbiosi… alla fine qualche verità, anch’essa provvisoria, resterà… e gli scienziati-veline scompariranno presto, mentre quelli veri, alla Einstein & Darwin, x intenderci, dureranno certamente un pochio di più… (e chi se ne frega… dirà qualcuno…)

…qui Francesco Martin, fashion HELLY HANSEN, www.hellyhansen.com  ready 4 the winter… mentre sogna un’estate senza interruzione… e giocherella con il Motorola Razr, www.motorola.com  il quale scatta delle ottime foto, considerando che dispone di una fotocamera veramente minuscola,e, all’occorrenza, ha anche una discreta videocamera: prodigi della scienza e della tecnica inimmaginabili solo fino a 5 anni fa… e chissà cosa ci regalerà il futuro!!! THANKYOU MODERNITA’!   (e peccato che siamo sempre così velocemente di passaggio… con tutto quello che ci sarebbe ancora da vedere, da conoscere, da capire, da fare e da creare…: ci creeremo da soli, un domani? speriamo!)

…a proposito di inverno, come presentava la piazza di Rovigo a 3 giorni di distanza dal Natale 2008? così!  sono circa le 21,00 di domenica 21.12.2008 (ci sono 3 nr. 21 ad osservare bene la coincidenza numerica dell’universo matematico sempre un poco enigmatico… e cinematico, spesso, con il pilota automatico… chissà chi è… probabilmente il Sig. Nessuno… (Ulisse? magari con il piacere della scoperta, che, a volte, diventa anche dispiacere… certe cose meglio NON scoprirle x nulla, e guardare solo le cose belle & buone della vita, ed evitare il più possibile la sofferenza e il dolore… magari anche la morte… quello sì che sarebbe il massimo!);   (Però, come la ricordo movimentata anni addietro quella piazza…)

…altra veduta & visione! bello lo stellone, vero? e porta-fortuna, naturalmente! 

saltiamo nuovamente di palo in frasca e da un punto geografico ad un altro alla velocità della luce… via dalla Città delle Rose… eccoci subito qui in riviera adriatica. A proposito di Fortuna, Fano è la CITTA’ della FORTUNA… : da qualche parte ne esiste persino una statua di antiche origini romane, collegata ai culti pagani dell’epoca… ed è una statua acefala… dunque, non solo la fortuna è cieca, come tutti sappiamo, ma è persino senza testa… proprio così!  mentre la sfiga, a questo punto, non solo ci vede benissimo… inoltre,  di teste ne ha anche più di una, con più cervelli capaci così di pensare al modo di potenziare ed amplificare gli effetti a catena negativa della sfiga medesima… yeah!

…eccola, al solo pronunciarla, appare… e magari la fortuna funzionasse proprio così… anche se sono convinto non solo che, con le doverose eccezioni, siamo spesso noi stessi a creare la nostra fortuna… ma anche che essa dipenda, così come la sfortuna,  molto da come orientiamo i nostri quanti di luce positivamente in direzione dell’universo quantistico che si auto-orienta in un nanosecondo verso di noi… a sua volta in  maniera positiva, negativa o neutra… ma attenti alle sorprese, in quanto, a volte, anche la stessa portuna non sempre viene x portarci fortuna… (?)  (?)

…due passi ad uno degli ingressi della città… è domenica pomeriggio, e in meno di mezz’ora la cittadina si riempie di gente a passeggio. Molti negozi sono aperti, e in piazza c’è anche il mercato…;

…molto spesso anche le pietre parlano… anzi, tutto quello che esiste parla anche restando muto, a saperlo osservare e decifrare…

…che anche questa fosse una specie di immagine-tv marmorea del passato quando il piccolo schermo non esisteva?  …credo proprio di sì… e la gente immaginava, e sognava…

…una galleria d’arte… del resto, ci troviamo in una zona geografica che fu culla di civiltà e cultura, e che lo è tuttora… e lo sarà sempre, anche x questione di mentalità della gente che la abita, sempre aperta al nuovo, al bello, all’interessante, al curioso delle cose…

…anche qui ci sono stelle…di natale, euforbiacea altrimenti nota come Euphorbia pulcherrima… (uno dei risultati di avere pollice & indice verde…) Graziosa pianta, ma attenti, che il lattice che contiene è piuttosto tossico… così è la natura, del resto, tanto amica & socievole quanto nemica & crudele, tanto vitale quanto mortale…

…particolare questo negozio a mezza strada tra Cappuccetto rosso, Biancaneve e i 7 Nani, e il laboratorio del Mago Merlino…

…su questa piazza con magnifica fontana (tanto x trovare, come sempre l’acqua, in base al mio istinto-rabdomante-acquario) c’è anche l’albero di Natale, che auguriamo sia di felicità, benessere, libertà, democrazia, evoluzione, prosperità e quant’altro di meglio la vita possa offrire a tutto il Mondo… più quello che ci possiamo costruire noi da soli…

…veramente carina, questa fontana: mi ricorda, nelle dimensioni più piccole, certe fontane di Roma che, del resto, non è lontanissima da qui. La riprendo da un’altra angolazione usando una Canon Power Shot A720IS da 8 mp., ma settata a 640×480, così faccio più in fretta a caricarre le foto sul blog ed occupano meno spazio pur offrendo una buona qualità di immagine. Ottima la macchina, mentre una LEICA CLUX2 che avevo anche al seguito, anche se più costosa & blasonata, a parità di risoluzione mi ha piuttosto deluso nei risultati. Infatti non la userò più, e andrò avanti con la Canon & con il cellulare Motorola.  Ma quante facce ha la realtà, a seconda di come la osserviamo, da quali punti di riferimento, e quanto in superficie e in profondità essa muta e si trasforma fino a non somigliare più con se stessa, ad un certo punto? Diventa qualcosa di indefinibile, a pensarci bene, e la materia cambia sempre aspetto fino a tornare a trasformarsi in energia invisibile… ma guarda!  …adesso così visibile!

…penso che si tratti di una magnifica & compatta area-spettacolo… teatro romano moderno?

…quindi, in fondo al viale, una scalinata della memoria (quando l’ho vista, non so xchè, mi è venuto in mente Leopardi) …ci mostra uno scorcio d’infinito, là verso il nord…

…in direzione opposta, ferrovia verso il sud… da Ancona in giù… mi ricorda la vita, che è una specie di strada ferrata, per alcuni ad alta velocità e direttissima, x altri a scartamento ridotto, e accelerata… X Alcuni viaggio in prima classe, senza problemi e con ogni comodità, x altri in quarta classe, o sul tetto del treno, o, come è di moda adesso da qualche parte, attaccati sotto il pianale delle carrozze… ma lasciamo perdere… Quel binario rappresenta anche l’universo binario, che è assai di più che solamente binario, tuttavia…; 

…altra vista della piazza centrale del mercato… quante chiese, a Fano! …un numero incredibile rispetto alla grandezza della città…

…un poco di FASHION?  da parecchio tempo non osservavo due gemelle, che ancora si usa vestire in maniera identica… chissà poi xchè… queste hanno persino la bici uguale e dello stesso colore!  Come farenno a distinguerle tra loro? quello che mio è tuo, quello che è tuo è mio… già, ma solo quando le dotazioni sono esattamente pari & uguali, altrimenti iniziano le rivendicazioni ed i conflitti… e questo principio vale in tutto il mondo, e sempre!   

…Tommy Hilfiger Fashion…  www.tommy.com   

…nell’inverno 2008 non solo è stato sdoganato il colore viola, che secondo me è sempre bello, ma va anche il fuchsia, e, xchè no, il rosso… così siamo anche più VISIBILI, anche x una questione di sicurezza stradale… Nell’inverno, infatti, il nero e il bianco (soprattutto se c’è la neve) sono poco visibili nel grigiore ambientale, nella scarsità di luce, sotto la pioggia e nella nebbia… Vestendo un capo dal colore vivace corriasmo meno il rischio di essere investiti, anche se abbiamo l’accortezza di attraversare sempre sulle striscie pedonali…

…Fano Fashion Street… Ho notato molti negozi di moda, certo, ma una quantità enorme di negozi di orologeria… si vede che qui sono molto appassionati del settore meccanico di precisione che, quando si unisce al fashion…

…ma guarda! …un fashionegozio Piero Guidi  www.pieroguidi.com  …siamo vicinissimi ad Urbino, qui, e infatti, domani, farò un salto in zona industriale lo andrò a trovare in azienda, così potremo scambiarci gli auguri di Buone Feste e di un SUPERLATIVO 2009… ;

…cercavo una panchina x sedermi 5 minuti… ma questa era già occupata, e credo che in quello stato rimanga (quasi) fino alla fine del tempo… inutile attendere, dunque, guardiamoci intorno con spirito curioso…

…ecco infatti un’altra panchina, questa volta libera, e con annesso giardino pensile, wow!

 

…ecco subito un interessantissima serie di notizie… (nella società del capitalismo condiviso, diffuso, globalizzato ed elevato a potenza pare che tutti i mezzi siano buoni x cercare di fare un poco di soldi… e ciascuno si arrangia come può… ma non sarebbe meglio cercare di lavorare e produrre qualcosa creativamente?  …certo che le scorciatoie sono una bella tentazione, vero?  Anche in questo campo c’è chi riesce bene e fa moltissima carriera, e chi no… come in tutte le cose… e serve molto la fortuna… a proposito…)

…un’altro muro parlante… come sarà il Futuro?  come lo vorremo tutti quanti noi, insieme!

beh, intanto avviamoci verso Urbino, x un passaggio da Piero Guidi… ecco la mitica città, arroccata sulla cima di una collina, come la maggior parte dei paesi in questa regione…;

…ai piedi della città la nuova opera d’arte monumentale edificata da www.pieroguidi.com

…e dedicata a Salvador Dalì…

…ripensavo, spostandomi verso Cantiano (PU), nuovamente al futuro, a come sarà nel calcolo imprevedibile delle probabilità e delle composizioni dinamiche di tutte le forze che riusciamo ad immaginare che lo costruiranno, interagendo in maniera positiva le spinte, i desideri, le aspettative di ognuno di noi, e facendo in modo, soprattutto, che ognuno possa avere PARI OPPORTUNITA’ di riuscita sociale… (e di benessere, compatibilmente con l’equilibrio socio-politico del mondo e la sopravvivenza della vita sulla terra…) Offrire uguali opportunità e pari posizione ai nastri di partenza della competizione-cooperazione sociale è una faccenda assai difficile da realizzare, dovunque, e nel Belpaese in particolare… ma, se guardiamo le nazioni ancora soggette alle tirannìe, non dimentichiamo mai che lì le cose vanno molto peggio… : lì il futuro può essere solo uguale al presente e al passato, e l’unica strada da percorrere x un cambiamento positivo della situazione è quella di una RIVOLUZIONE LIBERALE che coinvolga tutto il popolo…   (esiste un altro luogo indefinibile dove passato, presente e futuro coincidono: nell’universo quantistico, derivato dalla fisica del nulla, appunto…)

…da Fano via di corsa (a non oltre 90 kmh, però!) sulla Via Flaminia in direzione Roma, attraversando la dorsale appenninica fino a raggiungere Cantiano, che si trova a due passi da Assisi, non lontano da Urbino, e da Perugia, da Città di Castello, ecc. …passare da Milano a qui è quasi sì come andare dalla Terra alla Luna… tuttavia questi luoghi sembrano isolati, ma in realtà hanno un collegamento stradale ottimale con la costa adriatica e con Roma, e un collegamento storico importante con uno dei cuori pulsanti della nostra stessa civiltà, fin da quando essa faceva un poco scuola al mondo… (quello di allora, però, non certo quello di adesso…)    Arte & Cultura, qui, sono di casa, e la gente che ci vive ha il cuore aperto, ed è simpatica, divertente e piacevole (a differenza di altri abitanti di luoghi di montagna che ho conosciuto in passato e che non voglio qui indicare: a ciascuno il suo!) 

…qui sull’Appennino, quando nevica, nevica… X fortuna in questi giorni il tempo è bello, di giorno c’è il sole, e si raggiungono anche i 12 gradi sopra zero, mentre, di notte, si scende a zero, -1, -3… e il freddo si fa sentire…;  Cantiano Base Luna…

…Cantiano, a volte, è anche così… sembra proprio un presepio vivente…

…chi aveva mai visto questo ritratto di Angelo?  …oggi lo pubblico qui…

…e questa sera dormo qui… Base-Luna-Cantiano…

…CIAO PIANETA TERRA!!!   

…work in progress… continua…

TAGS

The Quarks Fashion of the Art & Industry

come è il nuovo giorno, stamattina?  pieno di sole, direi… che è una stella che brucia, la quale porto con me, condensata negli atomi di quel medesimo idrogeno solare & universale che fanno parte del mio corpo chimico… la prima immagine della luce che trovo in me se ritorno indietro nel tempo fino al primo ricordo in assoluto della mia vita… e che subito ritrasmetto nella stella speciale che tengo pronta se trovo una madrina per questa mostra… la troverò quassù?  ma sì,  …sono ottimista… come sempre… Un tempo non lo ero, poi ho imparato! …E’ come se la nostra entità energetico-quantistica contribuisse ad orientare POSITIVAMENTE anzichè NEGATIVAMENTE certe direttrici in cui la realtà subatomica, nella sua dimensione macroscopica collegata a quella microscopica si autorganizza nel caos con l’aiuto del caso… e magari delle vibrazioni delle supercorde cosmiche… (?sarà??) 

…eccoci pronti, on the road again… guido una Lancia Lybra 2.4 SW TD del 2003, che gira benissimo, consuma poco nonostante la cilindrata (come la guido io, in punta di piedi e al giusto regime) , è snella, potente, scattante, SMART, in definitiva… eppure è uscita di produzione e le sue quotazioni nell’usato sono a picco negativo… infatti l’ho acquistata di seconda mano, ma freschissima e con poca strada, l’anno scorso, allo stesso prezzo circa di una Panda usata… Miracoli del libero mercato, e dei sistemi dell’industria a rottamazione e creazione continua Use & Destroy Machine… quasi come fa la natura con i nostri corpi bio-logici… (e l’universo con la creazione continua di materia?)

…via, verso Urbino e la Factory Piero Guidi  www.pieroguidi.com , una vera propria culla italiana del FASHION, della CULTURA e dell’ARTE collegati insieme in un programma CREATIVO, PRODUTTIVO, EVOLUTIVO… ci siamo conosciuti nel 2004…

…eccoci in zona… un angelo di vedetta?  a tutto FASHION! ;

…una very lovely image… giusta & adatta per un 2009 di libertà, benessere, amore e felicità a tutto il mondo… tuttavia molte persone preferiscono ancora scegliere nella vita la strada opposta e contraria… così pare essere la forza contraria all’amore quella che guida le sorti del pianeta…  ma fino a quando durerà questo sistema così antilogico??? ;

…ecco la nota coppia di angeli PGH FASHION che si abbracciano, in dimensione gigante…

…a proposito, qui ho fatto una scoperta scientifica che rivelo in anteprima mondiale, e che chiude al momento la lunga diatriba secolare ideologica prodotta dall’uomo riguardo ad un possibile vero o presunto SESSO DEGLI ANGELI.  Eccolo qui, nuda verità, quel sesso esiste, eccome!!!  …questo è un bell’esemplare di maschio… e l’altro-a?   

…una vecchia-giovanissima conoscenza… Dany Verissimo… ciao bella!  KISSES!

…apollineo o dionisiaco? …entrambi, immagino… qui si entra nel regno dei fashion-sogni, appositamente creati x tutti coloro che amano l’eleganza vera, quella che dura nel tempo. Notavo come qualunque di questi fashion prodotti rimane bello, interessante, piacevole e robusto anche a distanza di moltissimi anni dalla sua creazione…

…questo lo conosco! L’avevo prodotto io qualche anno fa. Un ritratto di Piero tracciato nella dimensione dell’eterna giovinezza, come piace a me… E’ finito appeso proprio davanti alla porta dello showroom dove passano persone provenienti da tutto l’universo mondo!

…e ancora, campioni nazionali dello sport… Loris Capirossi?  …a tutta manetta!!  

…Margherita Hack, astronoma-testimonial, …giocosa, qui, vero?  MAGIC CIRCUS!

…questo è veramente il massimo dell’incredibile… Elio Fiorucci che fa da testimonial a Piero Guidi…  possiamo proprio definirla con-correnza competitiva-cooperativa… proprio come fa, in alcuni casi, anche la natura stessa… www.lovetherapy.it  

…e lei, Stefania Rocca,  una delle mie attrici preferite… Dove avrà messo quel fashion-ritratto che le avevo inviato qualche tempo fa?  Questo sì sarei curioso di saperlo… ;

questa è nuova, non l’avevo ancora vista… poi guardate come è stata partorita questa foto volante scattata con il motorola Razr:  sembra che la luce attraversi il braccio della statua… A pensarci un momento, tutto è poi fatto di luce, che è, come sanno anche i bambini dell’asilo infantile, una forma di energia… capace di trasformarsi in materia, e vice-versa! (non tutti lo ricordano, però!)   …e poi? ci può essere altro, dietro, davanti, sopra, sotto, prima e/o dopo, ma anche durante l’energia?  …meglio non andare a scavare oltre…

 

WORK IN PROGRESS…CONTINUA… 

 

 

 

 

 

 

 

TAGS

Watching the Universal Television

quale tv guardiamo oggi?  una einsteintv, tanto x cominciare, THINK DIFFERENT , notissima sentenza richiamata anche da una pubblicità della APPLE computers, invito che, tuttavia, sono sempre in troppo pochi ad applicare nella realtà, e, soprattutto, a transitare dalla teoria alla pratica… la major majority preferisce quasi sempre farsi trascinare dalla forza- fashion altrui e pensare non con la propria testa, bensì con quella degli altri… il che fa la gioia e la fortuna di non pochi intellettuals-chic, soprattutto qui in Italia, dove sono tutti ben foraggiati dalla vituperata società capitalistica, tutto sommato democratica, e spesso fin troppo generosa, soprattutto con loro…che indossano maglie e anche mutande di ferro, proprio come i cavalieri del medioevo… (a proposito, il mio elementare consiglio? PENSATE DIVERSAMENTE ANCHE DA EINSTEIN, se siete capaci, e chissà che non riusciate a rivoluzionare la relatività generale, e anche quella speciale, e la meccanica quantistica, già che ci siamo… tanto, prima o poi, qualcuno sicuramente ce la farà, e il mondo evolverà ancora…)   X quanto riguarda la nostra amata cultura italiana? CAMBIARE LOOK è il mio modesto consiglio, e, prima di proporre rivoluzioni agli altri, RIVOLUZIONARE SE STESSA, e qui mi fermo!

…un rapido richiamo anche a Charles Darwin… tanto x ricordarne la fantasia creativa e rivoluzionaria, unite allo spirito di osservazione giocoso che gli fecero scoprire una delle regole fonfdamentali della natura: essa muta in continuazione ed evolve, cambia, x selezione ambientale, che si accoppia alla selezione genetica, la quale, a sua volta, produce nuove mutazioni, pur mantenendo fondamentali conservazioni di base… I geni primordiali, x es. Se andassero perduti… la vita non sarebbe più quella che osserviamo e che siamo, ma qualcosa di molto diverso… e se l’ambiente non dimostrasse certi determinati parametri chimici e fisici? apriti cielo! Bisognerebbe ricominciare tutto daccapo. Qualche volta accade…

…poi un grande scienziato dei nostri giorni… Stephen Hawking… uno dei miei preferiti in assoluto.  L’universo in un guscio di noce, i brane-worlds, le supercorde, e quant’altro… Lui e l’infinito… a confronto reciproco…un poco come Leopardi, ma assai meno pessimista di lui… anzi… e chi ha detto mai che "La Solitudine è dei Numeri Primi"? …Stephen mi sembra essere in ottima & allegra compagnia… di quelle che fanno bene al corpo e allo spirito… libero… 

…a proposito di Stephen, considerato l’erede odierno di Albert Einstein, proprio in questi giorni ho terminato un suo ritratto casuale, ringiovanito, come sempre amo fare, e con un look realmente universale… qui non sta giocando con il fashion delle conigliette, ma è alle prese con una speciale caratteristica alfa-numerica del multiuniverso binario in cui proviamo a vivere… Ma che strane creature esistono nei brane-worlds!!! (dalla caratteristica beta – chimerica… che sia anch’essa un tantino bio-logica? )    (uno dei detti di Stephen che mi è piaciuto di più è che: CHI SI VANTA DEL PROPRIO SAPERE E’ UN CRETINO) ooohhh …e non dimentichiamo mai che qualunque forma di conoscenza è sempre IMPERFETTA, e bene adattata, certo, ad un universo anch’esso assai IMPERFETTO… proprio x questo motivo soggetto ad evoluzione, a cambiamento, ed a rivoluzione  (rivoluzionerà su se stesso??)

allora, a questo punto guardiamo una vera e propria TV ALTERNATIVA che da milioni di anni è autotrasmessa e autorappresentata sotto gli occhi di tutti, anche quando non c’erano spettatori in grado di osservarla, e di interagire con essa, anche, dato che, nella realtà, oggetti e soggetti dello spettacolo sono gli attori veri di tutte le storie possibili altrettanto reali. Non costa nulla, bastano i nostri sensi, il cervello e un poco di immaginazione, e l’atteggiamento mentale LIBERO di giocare e di costruire tutte le relazioni possibili, e anche impossibili, tra le cose… una TV UNIVERSALE gratuita, che possiede un maxischermo grande quanto il cosmo che riusciamo ad osservare più tutto quello che siamo capaci di immaginare… basta, come schermo?  Non necessita nemmeno di corrente elettrica, in quanto è già essa stessa pura energia che si trasforma in materia… e noi spettatori cosa siamo, adesso? minuscole particelle che ricevono e trasmettono impulsi, e si scambiano informazioni, forme, colori, suoni, baci & abbracci, persino, quasi come onde elettroniche casuali autordinate dal caos, parte della immensa ondata del BIG BOUNCE… un universo relativo e relativistico che rimbalza oggi come una palla ipersferica a chissà quante dimensioni… e ci offre lo spettacolo della natura che, ATTENZIONE… NON è finto, ma reale… così come siamo reali noi, e INTERATTIVO, con tutte le conseguenze positive, e anche negative del caso… e della necessità…

…hahaha…stocastico, deterministico, non lineare, non locale… una bella tabellina di bits&bits? La stamperei su una maglietta D&G  www.dolcegabbana.it , tanto x averla sempre sotto gli occhi… A proposito di TV UNIVERSALE, aggiungiamo una speed-nota: non solo ha uno schermo grande quanto l’universo, ma un’infinità di altri schermi di diverse forme e grandezze… (ancora specchi di non-simmetria? frazioni di frattali? frattaglie bio-logiche talmente belle & interessanti da terminare tutte quante all’ammasso finale dei cicli & ricicli della materia e dell’energia?) tanto che anche un filo d’erba con una coccinella sopra a caccia di afidi è a sua volta un’altra TV, e, usando occhi e mente come un microscopio, lo schermo si rimpicciolisce e allo stesso tempo si ingrandisce a mano a mano che scomponiamo e dividiamo la materia, fino ad incontrare il punto di collegamento con la realtà quantistica, dove lo schermo diventa nuovamente immenso, e sconfinato, e indeterminato…

…dicevamo… appunto… ma questa mi pare antichissima filosofia…: c’era quella, prima della scienza esatta, che, spesso, molto esatta non è, se la consideriamo proprio a livello universale complementare tra materia/energia e micro/macrocosmo… su quello schermo è tutto collegato con il tutto e con ognuna delle sue parti, ed eventi anche minimi accaduti o che accadranno sull’altra sponda dell’universo hanno avuto, hanno e avranno effetti qui, e viceversa, quasi che, più che in un’ipersfera in espansione, ci trovassimo ad esistere in una specie di gigantesca nuvola elettronica… (a forma di onda? … credo senza forma, e che sia la nostra mente a trovare forme e strutture, tanto x tentare di sopravvivere in un ambiente ostile e distruttivo, ma così costruttivo…)

…a proposito, come è il programma del cielo stelalto, questa sera? come sempre, tutto in movimento e in evoluzione, e in apparenza stazionario, come ci sembra… uno spettacolo in apparenza tranquillo e persino noioso, ma in realtà catastrofico e continuamente auto- rivoluzionato… Il cosmo in realtà è una specie di immenso fuoco di artificio, tra le altre cose, e la capacità di esplodere, come quella di implodere, sembrano essere sue caratteristiche fondamentali & primarie…: la TV universale ha in programma la COSTRUZIONE DI UNA CATASTROFE, ecco quello che non dovremmo mai dimenticare… ma intanto arriva una cometa… sarà quella allegorica del Natale, o una delle tante che portano con sè le molecole della vita da distribuire qui e là casualmente nel cosmo? 

…ecco, allora, da qualche punto della nube quantistica anche noi riceviamo e trasmettiamo qualcosa… l’impressione della nostra vita, forse, assieme alla tentata evoluzione della nostra civiltà, che finalmente sta iniziando a diventare moderna e tecnologica, incamminandosi verso il trampolino di lancio cosmico dei sistemi post-umani prossimi venturi…

…ecco, con un altro jump colleghiamo lo sbarco sulla Luna del 20 Luglio 1969 con la Televisione, che, a quei tempi, iniziò, nel bene & nel male, come tutte le cose, a civilizzare, modernizzare e unire maggiormante l’Italia la quale rimane ancora oggi, tuttavia, in molte delle sue realtà, divisa in stati, staterelli, principati, campanili, pepponi e don camilli, e quant’altro dell’armamentario paesano-locale a chiusura mentale differenziale caratteristico degli anni ’50, ’60 e oltre, che continuano a replicarsi soprattutto x apparente comodità di collocazione e veduta del panorama, e del programma, quello politico-economico compreso. Infatti, CONFRONTARSI CON IL NUOVO & IL DIVERSO provoca sempre e comunque CAMBIAMENTO, RIVOLUZIONE e, quasi sempre, EVOLUZIONE. Al solo sentire quelle parole molti appartenenti autoreferenziali principi re e vicerè della società feudale dalla quale ricavano ancora oggi gratifiche, onori e rendite di posizione (intellettuali compresi), si voltano dall’altra parte e fanno finta di non sentire, e ti guardano come se fossi un povero deficiente. Modestamente ho sempre avuto, anche senza aver viaggiato a destra e a manca, una visione globale della realtà, e, da molto tempo, mi sto staccando anche da quella in cambio di una VISIONE UNIVERSALE delle cose… Così tutto diventa x me sempre più difficile, ma anche più facile, e ne sono contento, e mi diverto anche moltissimo… CONSIDERO LA TELEVISIONE UNO STRUMENTO FONDAMENTALE E UTILE X L’UMANITA’ INTERA, E INTERNET, CHE E’ ANCHE INTERATTIVO, ANCORA DI PIU’… quella è la nuova frontiera del divenire imaginifico – concettuale intellettivo, che conterrà anche la TV, ma sarà molto, molto di più…  

…CATTIVA MAESTRA TELEVISIONE, disse & scrisse  in un noto libro (che non ho mai letto ma che comprendo nell’intimo solo a guardarne la copertina) di qualche anno fa il filosofo Karl Popper. Già, ma non mi pare proprio così: in realtà la TV è un’ottimo mezzo di diffusione dell’informazione, del sapere e anche del divertimento e dell’intrattenimento. Al massimo, casomai, ci potrebbero essere CATTIVI MAESTRI CHE FANNO TELEVISIONE.  Ma attenti anche in questo caso, in quanto anche il concetto e la definizione di "buono & cattivo maestro" dipende assai dai periodi storici, dalle revisioni cicliche della storia medesima, dalle situazioni politico-economiche, e, persino, oltre alla composizione creativa di altre forze più o meno oscure che non elenco, dall’orientamento del Fashion, che è la forza bruta e sopraffina che, infine, governa realmente il mondo…  Non solo: perchè nessuno dei sacri mostri culturali che tanto sacri poi non sono, a guardarli in silenzio con un minimo di attenzione, non aggiunge anche che ci possono anche essere CATTIVI SPETTATORI, così come ci sono cattivi scolari, oltre che cattivi maestri?  Per diventare una persona "pessima", infatti bisogna essere sempre almeno in DUE: un cattivo maestro, ma anche un cattivo discepolo. Il discepolo "buono" ragiona con la propria testa, decide che il suo maestro è "cattivo", e se ne va altrove a cercarsene un altro "migliore". Se non lo trova, il discepolo intelligente & capace DIVENTA EGLI STESSO MAESTRO DI SE STESSO. A meno che non ammettiamo che esista qualche miliardo di persone deficienti, passive e che si fanno plagiare dal primo personaggio ripetuto & ripetitivo che, evidentemente, dovrebbe essere capace di ipnotizzare il pubblico bue-passivo dal piccolo schermo… ma nella realtà NON è così… vero?  (o no???)    E ancora: cosa è buona TV? Dipende anche dai luoghi dove l’informazione è trasmessa e dall’imprinting culturale dei discepoli-spettatori… Qui in Italia ci sono persone che amano la TV di Berlusconi, un poco orientata centro-destra e meno, o per nulla, le TV genere RAI3 e LA7, che sono un poco orientate centro-sinistra… e viceversa… però, a parte le dispute salottiere sponsorizzate dai vari partiti che a loro volta sono da esse sponsorizzati e le strenue tifoserie political-italianistiche tra guelfi & ghibellini, mi domando: come è, e cosa potremmo dire della TV iraniana, x esempio, o di quella cubana di Fidel Castro… e di quella della Corea del Nord?  saranno TV LIBERE E DEMOCRATICHE? …quale genere di informazione a indottrinamento fanatico – assolutista a stampo dittatoriale diffonderenno mai nella realtà in cui operano e nel mondo?  E un analfabeta, o un istruito – conformista obbligato dalla tirannìa culturale a pensiero unico e univoco che le guardi non avendo alternative sarà in grado di capire che genere di televisione sta guardando, e che tipo di informazione deleteria sarà stampata nel suo cervello, forse in maniera indelebile? 

…una TV che parte anche da qui, e si collega nello spaziotempo della nostra umanissima audace & fallace evoluzione che vogliamo tuttavia eterna e permanente… dalle pitture rupestri degli uomini primitivi… Mi piace immaginarli mentre fantasticano su quei disegni, che sono, a tutti gli effetti, anche scenografici, immagini…

…per arrivare a questa tappa storica tipicamente romana che si trova a Fano (PU): anche questa era una forma di TV dell’epoca, e altrettanto permanente, e adattata ad essere osannata & riverita dal popolo che, comunque, sottostava a regimi piuttosto rigidi, anche se di relativa libertà, nel caso-Roma. Quell’immagine pubblicitaria autoreferenziale del noto personaggio è arrivata fino a noi, e durerà ancora a lungo, altro che TV usa & getta…

…e il teatro? non fu per qualche millennio, il principale generatore di spettacoli di intrattenimento per il popolo prima che arrivasse la televisione che lo raccolse e lo sviluppò ulteriormente nel proprio piccolo schermo, assieme ad ogni altra forma di spettacolo, dalla tragedia alla commedia, ai film, ai documentari, e tutto il resto che possiamo immaginare e che è parte integrante della nostra realtà che si mescola con il sogno, sempre così apollinea, sempre così dionisiaca?  …e passando dalla generazione dell’idea all’evoluzione della rappresentazione finanche alla degenerazione dello spettacolo, tanto che tutto fa spettacolo, alla fine, anche il brutto, il trash, il demenziale, l’orrido… anzi, spesso fanno più audience queste rappresentazioni delle più antiche pulsioni animali della mente umana rispetto a certi programmi di alta qualità, i quali, tra l’altro, richiedono più conoscenza, cultura, competenza attenzione & fatica mentale per essere seguiti e compresi… e, diciamolo anche, spesso sono pesanti, noiosi, pallosi… e faticosi da sopportare…

…x arrivare qui… sarà questo il post-umano?  Un vero e proprio TVMAN? sì, ma questo ha lo schermo rotto… infatti si andrà assai oltre la TV, nell’evoluzione logica e rivoluzionaria delle cose, a partire dalla tecnica e dalla scienza, e dalla stessa volontà dell’uomo che sarà dopo-uomo, e questo, al massimo, potrebbe diventare il suo server-robot… utilissimo, comunque!

…qui dove siamo? nei pressi di Cantiano, al VIPER room – pub, sede della mostra, e cominciamo bene, anzi, benissimo: la TENNENT’S è una delle mie birre preferite…

 …e questa? ancora TV, a modo suo… immagine di purissima arte in una strana luce che lascia tutto all’immaginazione… ma che è parte assolutamente integrante della realtà… l’ho immaginata come una specie di body-art aborigena di natura australiana selvaggia… ma la ragazza è del posto! …BRAVA-ISSIMA!;

…anche questa è un’immagine parlante, oltre che essere visibile & visuale… pare quasi scritta con il sangue… a volte, infatti, l’arte richiede anche sacrifici umani… Prego, non fatelo mai, anche xchè non ne vale la pena… e poi si arricchiscono gli speculatori dell’arte che, se vogliono, trasformano un sasso dipinto in un oggetto da milioni di dollari… mentre magari voi siete morti in povertà, malattia, solitudine, come è accaduto a famosi artisti & pittori, oggi famosi, ma ieri…  

:) …ingresso VIPER, poche ore prima dell’inaugurazione della mostra, dalla quale compare già un poster attaccato al vetro della porta… Ciao Francesco! (si chiama come me!)

:) ehi! …ma chi appare qui, quasi dal nulla e dall’orizzonte degli eventi del buco nero, in realtà azzurrissimo, della fresca notte appenninica?  Già noti: Angelo Cruciani, artista & fashion creator,  www.angelocruciani.com ; Grace della Famiglia Margini di Milano qui in missione creativa  www.famigliamargini.com , e un bellissimo Babbo Natale, al femminile: si chiama Miriam, viene direttamente dal territorio che ha dato origini gnetiche anche a Monica Bellucci e ad altre interessanti rappresentanti della Donna tipica italiana, e diventerà, date le qualità dimostrate, in brevissimo tempo la madrina della mostra (Beata Lei!)  BUON NATALE, & FELICE 2009!!!

…a proposito, questa foto proviene da MOTHER TV SHOW … la TV, infatti, anche qui in Italia, è stata realmente una Madre, e anche un Padre, e un fratello, una sorella, un cugino-a, un nonno-nonna, ecc., …persino uno/a amante, direi, per qualche milione di persone almeno, immagino…!

…chi ci attende, vicino alla porta? 

….opere d’arte varia…

…e giornali quotidiani… come LIBERAZIONE, per es., il primo che incontro e che fotografo, ma ci sono anche tutte le altre testate, x par-condicio… anche se, nell’informazione, tutti vorrebbero farla da padrone, e che suonassero solo alcune campane e non altre. A noi piace ascoltarle tutte quante…e non solo, aggiungervi poi anche le nostre!  (le medicine x Viola le pago io, not problems! …ma le assicurazioni, a che cosa servono???) 

…viviamo tutti in una società capitalistica globale infine condivisa da tutti, anche da quelli che odiano il denaro e poi lo usano… Anche nelle peggiori dittature si usa il denaro, così come nelle democrazie liberali…però… a volte il denaro non si utilizza solo x spenderlo… non è forse divertente giocarci un poco?  

…questi soldi li conosco… vengono dalla Libera Banca Mondiale del  Bananartista di Milano… Nessuno sa il luogo dove questa banca è collocata, mentre le banconote che produce sono scambiate dappertutto… ma come saranno finite fin quassù???  Potenza & localizzazione della globalizzazione, probabilmente…  www.bananartista.com 

…show must go on… WOW!

…un Angelo postmoderno danzante annuncia l’apparizione di una particolare Madonna del Cardellino… www.angelocruciani.com (se avessi una TV vera lo assumerei subito!)

…ed io, come sono?  eccomi, con il giubbotto medesimo CENTURY CHAMPION del quale fa la pubblicità l’ex-calciatore del Milan  Baresi su tutti i giornali italiani, gentilmente fornitomi da  www.pieroguidi.com   THANKYOU!

…superevoluta da Raffaello Sanzio (1483-1520), 1506, 107×77 cm., Uffizi, Firenze. Oggi in restauro, se ben ricordo. Questa è già pronta e proiettata verso il futuro. Compressa nelle dimensioni standard di questi poster 50×75 cm. e collocata in uno scenario internazionale. Parla da sola a chiunque la sappia interpretare, e si presenta si più livelli differenziati di realtà. Legge anche il giornale, ed è pure assai gnomica… I due pargoli discettano di ben altri concetti, oggi rispetto al passato dal quale provengono come se mezzo millennio fosse trascorso in meno di cinque minuti… e tanto basta. Porta anche fortuna, così aumenta quella già abbondante di Fano, più quella di tutta la magica e misteriosa location geografica che parte da Milano e si collega con Roma, e con Urbino, e Rimini, e Perugia, e Assisi, e Cantiano, naturalmente…(+ Acqualagna con i suoi ottimi tartufi…)  

…un altro poster dietro la porta d’ingresso alla cave-caverna platonica… con tutte le ombre che si muovono, e siamo proprio noi esseri umani nella dimensione-tv-onirica… che guardano le immagini proiettate sulle pareti e le s<cambiano x realtà, ed esse diventano proprio VERE, anche in quanto sono state tratte dal vero… in una dimensione così psico- logica, e illogica, allo stesso tempo… ma la LOGICA, che cosa è? appena più del nulla determinato dal nulla che essa in qualche modo determina… (e diventa il tutto?  …ma che filo-sofia! a Sofia?) (?!)  La supersimmetria è anche un bel piatto pieno di ciliegie… dal quale attingere a piene mani, almeno finchè il nostro corpo bio-logico use & destroy ce lo permette & consente…

…un primo colpo d’occhio? …ecco xchè si chiama VIPER! c’è un serpente dipinto sul muro che al posto delle scaglie ha una quantità notevole di monetine in taglio di vari centesimi di euro… oppure quei centesimi sono stati divorati e il nostro compagno evolutivo (infatti anche noi discendiano dai rettili, nel nostro caso sinapsidi, con una sola fossa temporale) li sta digerendo… oppure si tratta di qualche altro genere di allegoria?  forse, ma quale? …mi è persino venuto in mente il SERPENTE MONETARIO dei tempi della lira… qualcuno se lo ricorda? 

…altri posters collocati sulle pareti, e tutti gnomici-parlanti a chi sa ascoltare, e, ancor più, a chi è capace di guardare anche oltre le apparenze ed i vari gradi e gerarchie della realtà… sono tutti collegati, ma, più li osservo, più mi appaiono saturi, e, a volte, persino sovrassaturi di significati differenti tra loro…

…veduta angolare… e visione POP-olare, sì, ma sempre con i VIP mediatici che sovrastano il popolo che ha, come sempre, solo la facoltà di osservarli, invidiarli, chiedere loro un sorriso & autografo ed acquistare tutti i prodotti che essi pubblicizzano, direttamente o indirettamente… soprattutto i libri tele-propagandati, da quando i VIP sono stati promossi automaticamente tutti quanti scrittori di successo.  Ogni tanto qualcuno dal popolo viene pescato e ammesso al salotto democratico della TV: quasi un miracolato. La TV ed i media in generale, come tutti sanno, sono capaci di trasformare QUALSIASI PERSONA, anche la più insignificante e priva di qualità, in una STAR, se lo vogliono. E’ sufficiente proporre il viso del prescelto per un certo periodo di tempo sul piccolo schermo, ed esso diventa familiare a milioni di persone che iniziano ad ammirarlo a, a un certo punto, a sentirlo come un amico, e anche di più… come un fidanzato e una fidanzata…e il gioco è fatto.  Questo il popolo l’ha capito bene, e guarda, e sogna, e spera. Difficile l’ascesa sociale, altrimenti, soprattutto in Italia, se non si è già "figli di", parenti di persone già "arrivate" e parte genetica – ossequiente di cartelli e consorterie varie. Tuttavia consoliamoci. Un tempo era ancora peggio, la maggioranza faceva il mestiere di servo della gleba, moriva a trent’anni, e anche prima quando era costretta dalle guerre del principe e del re ad andare in trincea a farsi ammazzare.  Oggi, anche se non sembra, si guerreggia meno… manca un poco il lavoro, ma ci sono molte opportunità, ed i sistemi si stanno liberalizzando… anche chi ha pochi euro in tasca può sempre andare al discount e riempire un carrello e la pancia, e i Comuni offrono anche molti servizi a costo zero o quasi-gratuiti. Ci sono molte persone che riescono a campare senza nemmeno lavorare.  E  speriamo sempre tutti quanti in un domani migliore, che, sicuramente, nella società liberale del capitale sempre più condiviso, arriverà certa-mente… ed evolveremo ancora nel post-post-moderno… 

…una super-professionale perfezionista Grace vicino al un nuovo ritratto di Marilyn Monroe che è stato battezzato "LA MERICA" (nelle campagne venete della bassa padovana è anche il nome con cui viene definita la patata americana (ipomoea batatas…polliceverde!!!))

…siamo a due passi da Assisi… e, infatti, un santo importante patrono italiano riappare dal nulla… ed inizia un pellegrinaggio a piedi da Assisi a Tiblisi… cosa andrà a fare laggiù?  Nessuno lo sa… Certo che, se usasse le ali, farebbe in un attimo a raggiungere la propria destinazione… ma vuoi mettere andare a piedi, con calma, guardandosi attorno e notando tutte le cose belle (e anche meno belle) che volando veloci, ma anche andando in macchina, soprattutto sparati su un’autostrada, a fare le gare di velocità + di stupidità (e inoltre pagando un pedaggio assai salato) come fanno in molti,  diventano invisibili?   …a proposito: si resiste oppure no alla tentazione del diavolo?  E il diavolo, esiste realmente?  io credo di no: esistono forze più o meno oscure della natura, alcune che conosciamo bene, altre meno… altre ancora che forse non conosceremo mai non avendo sensi & sensibilità adattate a rivoluzionare il nostro abitudinario rapporto con questo mondo e l’infinito… poi, al massimo, diavoli, e angeli siamo noi uomini, e basta…

…avevamo già visto Federico da Montefeltro & Battista Sforza in un blog precedente già riuniti in un solo quadro mentre si guardavano fissi negli occhi in attesa che Cupido scoccasse la freccia dell’amore. Anche questo poster è quindi transgenico e nuovamente crea un meeting spaziotemporale tra i due personaggi, originariamente ritratti da Piero della Francesca. Il dittico dei duchi di Urbino, in originale, si trova agli Uffizi di Firenze, immobilizzato nel museo, mentre questo qui è mobilissimo ed evolutivo, e LIBERO. La loro rielaborazione, come fossero due singoli filamenti di DNA artistico fusi nel DNA di un nuovo essere, è angelicamente volata, un paio di anni fa, alla Factory di Piero Guidi, ad Urbino. Anche questi due sono vicini a casa, ma, questa volta, anzichè limitarsi a guardarsi, sono sul punto di baciarsi… L’amore ha fatto progressi… dove finiranno, questi due?  Non si sa ancora.  Sicuramente avranno altri eredi, almeno sulla carta, e fatti di carta, colore, informazione. In due lovers sono adesso vivi, a loro modo, al di là del dettato implacabile della biologia creata dai geni egoisti primordiali che usano i corpi viventi con un sistema usa, riproduci & getta, esattamente come fa l’industria… anche se certi prodotti hanno vita assai più lunga, e qualcuno tende persino alla quasi-eternità…   (però, chi è o chi sono i Co. – Company che Federico da Montefeltro bacia? …questo sì è un bel mistero, e un segreto! )

…una potrebbe essere questa specie di divinità agreste della BELLEZZA, derivata da romane origini… al cui culto, volenti o nolenti, siamo sempre stati tutti quanti dedicati dalla natura medesima delle nostre origini genetiche socialmente amplificate … che lo si voglia o meno…  A proposito, ancora una volta, che cosa è la Bellezza? Molte cose. Questa volta ne indico un’interpretazione diversa, che elaboro al volo: LA BELLEZZA E’ UN GENE RELATIVISTICO DEL CASO DELLA VITA… semplice e chiaro, no?  Ma estremamente complesso in progressione esponenziane a mano a mano che ci meditiamo sopra… E poi, siamo tutti in definitiva soggetti alla Selezione Sessuale, la quale, almeno nelle società a "matrice femminista" è al 90% attivata dal cosiddetto Gentil Sesso. Bene, senza dilungarmi, il mondo e la società bio-logica umana sono come sono, nel bene & nel male, proprio a causa della selezione sessuale e massimizzazione della propria fitness riproduttiva operata dalle donne.  Ma guarda un poco… e che aspetto ha il "medioman" selezionato dalle femmine?  E che aspetto hanno anche, in generale, queste donne "selezionatrici"??  Stoppiamoci qui, che è meglio…

…guardando ancora indietro nel tempo, come fu l’origine della vita?  Senza una moglie, innanzitutto, dice il poster, in quanto le prime cellule si riproducevano direttamente per scissione di se stesse… La differenziazione dei due sessi avvenne in seguito, causa selezione ambientale naturale, proprio per offrire maggiore variabilità alle specie, che sono sempre e comunque un’idea fluttuante e provvisoria nel lungo periodo dello spaziotempo che passa e se ne va… Oggi, se prendiamo un microscopio, scopriamo che persino i batteri, in qualche maniera, ogni tanto hanno scambi reciproci di materiale genetico… oh, ma come sarà mai il sesso dei batteri??? …m olto piccolo, suppongo, pressochè invisibile… e allora l’arte sceglie la castità (qualche volta…)

…tornando un momento al nostro viaggio iniziale dalla terra alla luna… adesso sarebbe ora di una nuova missione dalla luna al sole… e fatta da chi?  da Apollo & Dioniso, nientemeno… i due eroi del sogno e della danza… dell’astratto e del concreto che si uniscono insieme ed offrono agli spettatori un antico spettacolo modernamente trasformato… al punto che mi domando spesso, assieme a Nietzsche: ma la TV è apollinea o dionisiaca?  E’ un mistero orfico… una palingenesi… un rito eleusino… proveniente direttamente dallo strato più profondo, e insieme più superficiale, della madre Terra… il nostro pianeta, x farla breve… che ha una struttura così eterea, e così animale, insieme…  ANGELDEVIL viene da lì!!!

…dopo il passaggio di un santo, adesso, sotto i riflettori è il turno di un papa… uno dei più VIPapa – TV italiani… il quale non ha certo bisogno di presentazioni… Maurizio Costanzo, ripensato & riveduto giovane, come amo disegnare tutti i personaggi che cerco di rappresentare secondo l’impressione istantanea che i fotoni condensati di una foto casuale generano nel sistema caotico complesso quantistico del mio corpo e mente in collegamento con la mente universale del medesimo sistema universale… (x me, almeno, fatto normale, questo).  Maurizio che si presenta in TV per la prima volta, e diventa immediatamente la speranza della gente… Il resto della storia lo conosciamo tutti…, e molto bene… 

…subito un’altra superstar: Simona Ventura, con la sua ridondanza energetica… Raffaello & Michelangelo, Dolce & Gabbana Fashion … www.dolcegabbana.it 

un’altra diva, questa volta mondiale, del teleschermo oltre che del gossip international: Paris Hilton, che non necessita di presentazioni nè di pubblicità aggiuntiva. Ha il potere sopranna- turale di trasformare qualunque cosa tocchi, osservi, dica e faccia in autopubblicità globale. Pensa se fossimo tutti così… Adesso gioca con la sua nuova bambola gonfiabile: che sia lei stessa o che sia il pianeta Terra?  Propendo x la seconda ipotesi…

…quanta polemica ha creato l’installazione dell’aragosta gigante da parte di Jeff Koons negli stanzoni della mitica Varsailles!  Sapete che cosa vi dico?  L’aragosta di Jeff me la faccio alla griglia, con accompagnamento di gamberetti e altri frutti di mare… Fine della poesia… con una buona bottiglia di Dom Perignon, of course.  Si vive una volta sola, del resto, come ben sappiamo ma continuiamo a far finta di non sapere.  Però, grigliare su un twister culturale… questa sì è alta cucina, anzi, altissima. Infatti, chi sale sulla montagna più alta…

…è chiaro che il Papa Maurizio Costanzo, come tutti gli artisti e gli scrittori, quelli TV compresi, abbia bisogno di una musa… Una papessa-TV sarebbe stata l’ideale, ma, per quanto ne sappiamo, sono previsti da noi solo i papi maschi e non le papesse femmine… Anzi, la Chiesa ha sempre guardato alle donne con un certo sospetto… e anche con molto astio, in alcuni periodi della storia… Tuttavia, ci sono pur sempre le badesse… ecco, allora sì!  Maria Defilippi è come se avesse una TV propria, ad osservare bene la situazione… C’è MAIL ART X TE… oh, sì… e, vi dirò anche che, quando era molto più giovane, era una biondina assai carina cdhe studiava da avvocato…: da quello spaziotempo l’ho tele- trasportata fin qui, sulla dorsale appenninica… a spiegarci che ACCADDE DOMANI… VOLERE O VOLARE… io direi VOLERE… con la FORZA di VOLONTA’ si fa e si ottiene (quasi) tutto…

…ciao Bella Gente!  osservate, fotografate e divertitevi, e, se potete, ri-create! 

…e Buon Appetito, naturalmente… (io ho divorato 2 ottimi piatti di penne piccantine come piace a me e un eccellente calice di vino rosso della zona…)

…una TV locale che, a ben osservarla, è globale?  TELE JATO… se avrete occasione di seguirla, capirete facilmente xchè… EVERY MAN A NETWORK, EVERY NETWORK A MAN, e, poi: come sono la TV – VERITA’ e la VERITA’ – TV?  a prima vista sembrano la stessa cosa, ma, a ben guardare, sono due concetti MOLTO DIFFERENTI… spesso, OPPOSTI e anche in attrito & conflitto tra loro…fino, a volte, a divorarsi a vicenda… 

…proprio verso la fine del 2008 se ne è andato Sandro Curzi. Anzi, no, in realtà rimane, con un messaggio che fu di LIBERTA’ A 360 gradi, nonostante egli fosse schierato politicamente in maniera ben determinata. Quello non ha molta importanza, alla fine. Nella storia umana anche i partiti, così come le ideologie, vanno e vengono, e proprio dalla storia sono messi alla prova e quindi giudicati nel bene e nel male, anche se non sempre. Le variabili sono moltissime, e le ideologie sono dure a morire anche quando si dimostrano fallimentari, in quanto ci sono ancora molti intellettuali che sulla fissità dell’ideologia hanno costruito rendite di prestigio e posizione socio-economica che altrimenti perderebbero.  Il messaggio di Sandro fu quello di una TV nuova, diversa, possibile, rivoluzionaria in un’Italia ancora impacchettata nel costume a pensiero e comportamento unico di un sistema televisivo riflesso & rifratto da Paese dei campanelli, appunto …proprio come eravamo…

…a questo punto non poteva certro mancare il Cavaliere della TV privata. Silvio Berlusconi è qui ripreso al volo da una foto in cui era poco più che quarantenne, e così rimarrà immortalato in questa posizione spaziotemporale fino alla fine del tempo: forever young, proprio come me.  Inutile descrivere il personaggio, amato e detestato dalle due metà dell’Italia che da sempre si affrontano secondo gli schieramenti guelfi-ghibellini. Il sistema – confronto-scontro continua nel Belpaese nonostante l’arrivo della globalizzazione e la fine degli stati-nazione, che stanno tuttavia tirando una boccata di ossigeno e di sopravvivenza causa la crisi mondiale che ha colpito tutte le nazioni, iniziando proprio dall’America. Fermiamoci qui.  Aggiungendo una piccola nota: Berlusconi è ricchissimo, ha le TV private più importanti d’Italia, e, come se non bastasse, è anche Presidente del Consiglio. Orrore, strepitano molti intellettuals-chic dalla parte avversa. Sarà… ma come non ricordare a costoro che uno dei loro principali dirigenti, Massimo D’Alema, per es., è stato a sua volta Presidente del Consiglio, ha avuto a disposizione  buona parte del sistema massmediatico di cui non è padrone, certo, ma sul quale ha avuto influenza e del quale ha usufruito in maniera produttiva esattamente come un ospite di riguardo su un panfilo non suo, ma che gli viene messo a disposizione, il che è anche meglio, in quanto si evitano molti grattacapi, spese, tasse e gestione del personale comprese. Massimo, poi, sicuramente non ha tutti i soldi di Silvio, ma può essere certamente considerato molto più collocato nella posizione di un ricco che non di un povero.  Questo solo per osservare come la riuscita sociale sia cercata non solo da chi ama apertamente la ricchezza e il potere, ma anche da chi ha da sempre contestato & combattuto quelle finalità, salvo poi, alla prima occasione, cercare a sua volta di impadronirsene e usufruirne al meglio.  Dunque, per concludere, si può diventare ricchi, famosi e potenti sia seguendo le strade maestre del capitalismo, ma anche facendo i ribelli ed i contestatori del sistema, per ottenere, alla fine, il medesimo scopo: essere ricchi, potenti, visibili e riveriti.  Ma non sempre funziona, e non tutti ci riescono, e, in primis, DIPENDE DAL FATTO SE VIVETE IN UN PAESE LIBERO E DEMOCRATICO OPPURE NO. Altrove, a contestare, inveire e protestare, e anche solo a pensare, si finisce facilmente in prigione, davanti ad un plotone di esecuzione o appesi ad una corda…  

…qualcuno non ne è ancora convinto? allora abbandoniamo tutti i preconcetti e le ideologie ed osserviamo la storia recente del mondo con uno sguardo LIBERO. Nella realtà delle cose, a guardarla con mente libera, è scritta una Verità che non può essere camuffata nè mascherata nemmeno dai più sopraffini ricami degli intellettuali furbeschi che si lanciavano e qualche volta si lanciano ancora oggi contro i "servi dei padroni" salvo, a loro volta, diventare servi ideologici di altri padroni politici che offrono loro protettorato.  Chi sono stati, in realtà, Mao e Stalin, x esempio? Due personaggi che hanno fatto la rivoluzione sovvertendo regimi che erano tirannici ed affamavano il popolo. OK. Fatta la rivoluzione. Conclusione? Ecco i due personaggi al vertice del potere come nuovi re e nuovi zar, ossequiati dal popolo che fu reso LIBERO per il tempo necessario a rivoluzionare & purgare la società come volevano loro, quindi nuovamente gettato in catene. Due nuovi tiranni al posto dei tiranni di prima. Nessun cambiamento migliorativo reale per il popolo che rimane povero e schiavo, circa come in precedenza.  Li avrei forse ammirati se, volendo creare una società orizzontale, avessero vestito i panni dell’operaio e del contadino di cui hanno chiesto l’appoggio, ma dei quali non hanno certo condiviso i sacrifici. Anzi. E poi avrebbero in ogni caso doovuto promuovere l’EVOLUZIONE della società, della libertà e del benessere individuale, anzichè pensare solo alla conservazione del loro potere assoluto. Guardiamo più vicino a noi nel tempo, adesso? Putin – esempio. Comunista e ufficiale del KGB al tempo in cui la Russia si chiamava U.R.S.S., guarda caso, subito dopo la perestrojka diventa in breve tempo non solo il nuovo Re della Russia, ma anche l’UOMO PIU’ RICCO D’EUROPA. Come ha fatto? Tuttavia quasi nessuno da quella parte politica grida allo scandalo, trattandosi di un miliardario che ha condiviso, tutto sommato, un’ideologia "amica". Nessuno si leva a dargli del "capitalista" nè del "fascista" o peggio, nè si dà da fare a scrivere l’instant book di denuncia sui metodi usati dal Re di Russia per conseguire ricchezza e potere. In Russia un paio di giornalisti hanno provato un pochino ad indagare, e a sollevare qualche coperchio, ma sono finiti al cimitero. Chissà come mai. A Qualcuno, in fin dei conti, il Comunismo, nato in teoria come un’idea libertaria ed egualitaria, e diventato qualcosa di completamente diverso dalle indicazioni e postulati primari dei suoi pensatori, nell’applicazione pratica di tutti i giorni rende, e assai… mentre al resto del popolo sottomesso non rende proprio nulla… se non perdere la propria libertà individuale di pensiero, di parola, di azione, e di rimanere nello stallo di una povertà permanente appositamente mantenuta in modo da rendere l’individuo sempre meno libero, e sempre più ricattabile e sottomesso alle volontà del regime tirannico…  Per comprendere questa realtà, fior fiore di intellettuali soprattutto nostrani hanno impiegato circa 50 anni… ed hanno iniziato ad ammetterlo solo dopo che l’U.R.S.S. è implosa nel confronto globale a proprio a causa del proprio blocco ideologico-burocratico dittatoriale.  Cosa aggiungere?  Se i nostri eroi del pensiero e della penna hanno impiegato mezzo secolo a capire questa REALTA’ , e l’hanno dovuta ammettere a malincuore e a denti stretti e x causa di forza maggiore, possiamo facilmente immaginare QUANTO SIA ELASTICA, APERTA E LIBERA LA LORO MENTE… eppure molti di costoro continuano a insegnare & sentenziare dalle alte (?) cattedre delle "loro" università… (ma le scuole non sono proprietà del popolo contribuente che le paga???)  (a proposito, riusciamo a fantasticare su come potrebbe essere configurata e che genere di pogrammi trasmetterebbe in giro una teorica & teoretica Stalin-TV?)  

…e c’è ancora un punto che notavo, tra le tante rette più o meno parallele e diritte del nostro binarioTV a doppio senso di marcia: la Fininvest di Silvio Berlusconi ha dato lavoro, assumendoli nel corso del tempo, ad una nutrita schiera di contestatori 68ini o ex tali, e "comunisti" che, in definitiva, lavorano x il Cavaliere.  Non mi risulta, x quel poco che ne so, che a RAI3, per es. notoriamente rete simpatizzante x la sinistra, lavorino intellettuali della destra o "fascisti" o ex tali… sarebbe imoensabile. Dunque, nel nostro piccolo orticello, che cosa dovremmo dedurre?  Chi è il più liberale & democratico del reame?  Se poi osserviamo il nostro pianeta attuale, dovremmo anche notare come ormai non esistano più da nessuna parte regimi "fascisti", mentre in alcune aree geografiche della Terra susssistono ancora tirannìe di stampo o derivazione "comunista".  Sistemi fondamentalisti islamici a parte, che stanno x conto proprio e tiranneggiano il popolo nascondendosi dietro lo scudo di una interpretazione dittatoriale e punitiva della religione che fanno coincidere con il potere assoluto dei tiranni con il turbante in testa.  Concludo perchè qui proseguiremmo all’infinito. Che programmi potrebbe trasmettere, per es. la TV unica e univoca della Corea del Nord?  Lodi, inchini e genuflessioni al tiranno per 25 ore al giorno immagino. Possibile che quei popoli siano talmente succubi & passivi da accettare una situazione del genere senza ribellarsi e rovesciare il regime, e conquistare la propria libertà?  Possibile, a quanto pare. Sarebbe mai immaginabile che la TV della Corea del Nord, e molte altre simili sparse in altri distretti del mondo assumano tra le proprie fila giornalisti ed intellettuali che abbiano criticato, che critichino e che pernacchino il regime, magari pagandoli qualche miliardino all’anno di stipendio, in aggiunta?  Spesso, nelle nostre italiche TV sono proprio quelli i più osannati, i più pagati e più propagandati mediaticamente personaggi del piccolo schermo, che fanno carriera e in aggiunta scrivono il libro settimanale che rende sempre visibilità aggiuntiva e qualche soldino in più, trasmettendo il grande scherno… e amplificando, con l’aiuto dei giornali amici, la grande pernacchia…  Se devo scegliere tra due alternative, preferisco la McDonald’s TV alle TV della Sharia che potete osservare in grande numero con un semplice & economico ricevitore satellitare… ma, meglio di tutto è fondare e trasmettere la propria TV LIBERA, proprio come avveniva in Italia, tra mille difficoltà tecniche, legali e burocratiche, nell’Italia "rivoluzionaria" anni ’70… MEDITATE, PEOPLE, MEDITATE…

…quindi, x par-condicio… quando si tratta di LIBERTA’, VERITA’ & COMUNICAZIONE, non si deve guardare in faccia a nessuno… dunque: quale forma potrebbe avere una Pinochet-TV? Certamente sarebbe una TV-Pinocchia … al servizio esclusivo del dittatore, che, prima di diventare tale, era un professore di geografia qualsiasi … (vedete che, a volte, la scuola può essere pericolosa?) Ogni tirannìa ha la propria TV, Radio e Giornale quotidiano. UNO SOLO, che tanto basta, e che parla con una sola voce… e ripete all’infinito quello che piace al dittatore, seguendone passivamente la volontà.  Immagino quanti fedelissimi e amici e parenti del medesimo occupino tutti i posti disponibili in quei media che, in tal modo, diventano completamente acritici, e ci mancherebbe!  Ma hanno un pochino tutti questa tendenza che, a volte, si riscontra anche in qualche "democrazia liberale". Amici e parenti danno garanzia di fedeltà e passività. L’uomo pescato a caso, ma con oculatezza occhiutissima e beneficiato del nuovo lavoro mediatico, ben retribuito mentre diffonde nell’intorno un’aura di visibilità e tangibile santità al popolo sottomesso che ascolta solo quella voce, offre la massima garanzia di lealtà in completa genuflessione.  Poi costoro sembrano più bravi degli altri, ma sono spesso solo teste di legno opportunamente scelte e raccomandate proprio per quel posto che potrebbe essere facilmente gestito con un più semplice e ancora più affidabile robot… X concludere, immaginiamo quanto di bassa lega cognitiva e di alta distorsione mentale può essere l’imprinting culturale che può avere sulle persone l’essere costretti a vedere UNA SOLA TV, ad ascoltare UNA SOLA RADIO, a leggere l’UNICO GIORNALE DISPONIBILE, ed a votare il PARTITO UNICO, naturalmente.  Anche a Cuba è circa così, nonostante le sviolinate degli intellettuali amici dell’Italia, i quali, comunque, a quanto pare, sembrano più felici di vivere qui che non là… dove vanno, ogni tanto, solo in vacanza…

..guardiamo adesso un paio di collages… questo ricorda proprio come, tra l’altro, la Beat Generation fu, a suo modo, non solo una generazione di stacco e cambiamento, ma anche una generazione dorata: molti di loro, infatti, divennero ricchissimi, oltre che famosi, soprattutto nel campo della musica, ma anche in molti altri settori, dall’economia, all’arte, alla scienza, anche… Quella generazione reclamò anzitutto il diritto ad imparare ed acculturarsi, e, soprattutto, a far aprire certe porte e portoni sociali che erano preclusi alla maggior parte delle persone per secoli: diamogliene atto. In quel periodo non era difficile osservare una persona ricca innamorarsi e accompagnarsi con una povera… la qual cosa dovrebbe ulteriormente contribuire alla distribuzione sociale della ricchezza, e alla composizione paciosa dei conflitti sociali, tra l’altro… Oggi, dopo il riflusso, e dopo che la beat generation si è imborghesita e impigrita nelle rendite da posizione, e si è fatta incantare dal POTERE, è tutto più difficile, in questo campo… i ricchi tendono ad andare con i ricchi… i vertici sono spesso lontanissimi dalla base della società che NON GUARDANO e NON ASCOLTANO, e la società, sia pure in generale più benestante e distributiva, sembra un poco suddividersi in caste e "famiglie", soprattutto in Italia.  Un noto artista americano internazionale, di cui non faccio il nome, presente alla mostra, mi ha detto: siete una Nazione ancora FEUDALE, mentre in America è tutto più chiaro, più semplice, più libero… e, in Europa, le città che contano nel mondo dell’arte mondiale, sono: NB: BERLINO, LONDRA e un poco PARIGI… ma dài… chi l’avrebbe mai detto?  Non sono mai stato nè probabilmente andrò mai in alcuna di quelle città, in quanto la cosa non mi interessa… e, tra l’altro, viaggiare sta diventando sempre più scomodo, difficile, caotico… comunque CONFERMO & SOTTOSCRIVO tutto quello che ha detto l’amico statunitense, LIBERO pensatore…  

…un poco di critica allegorica all’economia politica?  xchè no? la critica, quando è costruttiva, fa sempre bene, a TUTTI, nessuno escluso… (S.O.= Something Other, Fiancèe, Girlfriend… ma chi è la fidanzata, e di chi? …e, soprattutto,  "come"?   )

…a proposito di economia politica & di politica dell’economia… C’è una crisi mondiale in atto? …non me ne ero accorto. Come ho già ripetuto più volte in passato, la "crisi" esiste da tempo immemorabile, in Italia, iniziando immediatamente dopo il boom economico degli anni ’50, mentre la gente, in media, migliora continuamente le proprie condizioni di vita, ed ha più soldi da spendere, oppure ha sempre quelli come potere di acquisto, ma, a saper bene cercare, molti prezzi di molte merci sono in caduta libera, e continuamente in saldo. Poi c’è la concorrenza, che fa ulteriormente abbassare i prezzi. Dunque, chi sa cercare, scegliere e acquistare, non ha mai la dispensa vuota, e può concedersi anche molti extra.  Senza contare lo spreco giornaliero di risorse prodotto dall’intera società del benessere, che finisce gettato nella spazzatura. Per quanto riguarda i beni che restano con i prezzi alti, questo significa che c’è molta richiesta di essi, giusto? Dunque c’è in giro molta gente con grande capacità di spesa.  Durante questo Natale di crisi, almeno attraversando il Nord Italia, ho sempre visto dovunque i parcheggi dei supermercati strapieni di macchine, la gente in coda alle casse a qualunque ora, e le strade intasate di traffico.  Molti bar e pizzerie al collasso, ristoranti dove bisogna prenotare, altrimenti non si trova posto. In montagna, stracolma di neve (a proposito, dove è finito l’effetto serra? non ho mai visto in vita mia un inverno gelido e nevoso come quello 2008/2009: non dovevamo essere quasi ai tropici, a quest’ora?) c’è il tutto esaurito con presenze da record.  Continuo ad essere un somaro in matematica, ma, se due + due fa quattro (non sempre!) , se ci fosse meno denaro in crisi e se milioni di persone fossero "povere", la situazione sarebbe tutta al contrario… LA CRISI NON ESISTE, sentenzia questo poster… e saranno i posteri a decretare se le cose stavano in questo modo, oppure no.  Certo che, al solito, sono i media che creano gli eventi, e, dentro i media, sostano anche alcuni giornalisti di ispirazione catto-comunista che sono stati educati al culto del pauperismo, all’odio verso il benessere e la ricchezza, così come verso la bellezza e la salute… Hanno mentalità negativista, alla Giacomo Leopardi, vorrebbero una società di sfigati piagnucolosi, e, quando fanno gli intellettuali multinariciuti, sembra quasi che godano se le cose vanno male, e se il medesimo sistema che fornisce loro lauti stipendi e ottime posizioni sociali, crolla e va in pezzi… valli a capire… (sono gli stessi che, pur di dare contro all’America, metterebbero il tappeto rosso sotto i piedi del dittatore iraniano, o cubano, o birmano… e meno male che i tirannici regimi di URSS e Cina stanno implodendo!)   …è proprio ECONOMIA SENTIMENTALE… è il caso di dirlo, ma bisognerebbe indagare più a fondo…   …intanto milioni di persone partono x le vacanze invernali, e si muovono anche se dovesse arrivare la fine del mondo. Se Mamma TV annunciasse un ciclone o uno tsunami in arrivo, molta  gente partirebbe egualmente, in quanto, subito dopo, il via alla partenza lo indica la TV medesima, mostrando lunghe file di macchine ai caselli autostradali… BISOGNA andare via lo stesso, anche xchè si tratta sempre di un business, e business è anche se centomile persone finiscono sotto l’ondata della natura matrigna indifferente…

…Vittorio Sgarbi, intanto… un altro TV-King… che non necessita nè di presentazioni, nè, tantomeno, di commenti di alcun genere. Ne sono stati fatta anche troppi e sono stati tagliate intere foreste di utilissimi alberi fotosintetizzanti per stampare tonnellate di aria fritta & rifritta. Vittorio è’ un personaggio a sè, che ha fatto una TV personalistica, quasi "propria" direi… però dovrebbe arrabbiarsi un poco meno…: tanto, Vittorio, il mondo cambia solo quando vuole lui, e noi possiamo sbatterci la capoccia contro all’infinito con sempre maggiore energia x non ottenere proprio nulla di nulla tranne che molti bernoccoli… mentre, altre volte, un semplice battito d’ala di una farfalla in più o in meno fa cambiare addirittura la direzione evolutiva dell’infinito… conosciamo bene, ormai, l’effetto-farfalla dell’universo quantistico… (a proposito, come dice il ritaglio di giornale: gli scrittori italiani si occupano di realtà o di ideologia?  …bella domanda… dalla facilissima risposta…)  ciao!

…questo poster mi ha dato assai a pensare… bel problema di logica della matematica, per veri esperti del ramo… e del racemo… (aromatico?) La titolazione (ma è chimica? …tutto è chimica…) dice: la fidanzata del mio amico è anche la mia fidanzata. Beh, allora, come potrebbe essere la questione?  1) la mia fidanzata è anche la sua; 2) la sua fidanzata è anche la mia; 3) abbiamo entrambi una fidanzata, ma la mia è anche la sua e la sua è anche la mia… Ma quante sono le fidanzate?  Ho l’impressione che siano molte più di due, e anche di tre… (ma come sarà mai?)  mistero da Codice da Vinci, questo… oppure è tutta un’allegoria e significa tutta un’altra cosa?  chissà chi lo sa… il mistero è bello e attrae proprio xchè è misterioso… (tra l’altro, la Terra si beffa dei modelli climatici… e non solo… spesso ho l’impressione che si beffi anche di noi che tentiamo di renderla "scientifica"… LOL!  

…ma sarà vero che sta per tornare di moda l’uomo villoso?   …non ho parole… e che cosa ne direbbe Marilyn Monroe?  …qualcuno, di lei, ultimamente ha detto che…   (non ci posso credere! …mi sembra impossibile… proprio lei!  …di che si tratta?  …segreto!!!)

…sapete chi è una delle mie TV-girls preferite?  Michelle Hunziker.  Fin dal tempo in cui faceva da pubblicità di fondo-schiena degli slip con quella lunga treccia bionda che arrivava fin lì… ma nessuno sapeva, allora, che era Michelle. Molti anni fa, distratto da un suo maximanifesto lungo una strada, stavo quasi x tamponare la macchina che avevo davanti. Fortuna che andavo, come sempre, piano-piano.  Superenergetica, supergenetica, direi, anche… da selezionare per una futura super-razza post-TV… ma non corriamo troppo con la fantasia, che a volte è pericoloso… In questo poster ho immaginato la sua anima gioiosa estratta dal suo corpo giocoso, con una carica di entusiasmo x la vita capace di trasformare qualunque giornata noiosa in un centro di attrazione e gravità permanente (da una nota canzone di Franco Battiato).  Penso che Michelle sarebbe ottima non solo come amica, ma anche come compagna, almeno per un tratto o segmento della vita… e non ce ne sono tante, in giro, adatte a questo incarico… ;

…a proposito di incarichi… come per la mostra FREE FREEDOM della Famiglia Margini di Milano  http://freefreedom.style.it  avevo assoluta necessità di una madrina… ma dove cercarla?  Mi guardo intorno un attimo e, come x miracolo, ecco Angelo che arriva con Miriam… Lei aveva anche dato una mano ad organizzare la mostra ed appendere i poster la sera precedente, e questo, oltre al fatto che proviene dal territorio Pesaro-Urbino, e che è molto simpatica e assai carina, mi ha fatto propendere per proporle l’assegnazione della stella da madrina, questa volta in metallo e più grande (quella della mostra di Milano dell’Annamaria era più piccola e in vetro)…stella che lei ha accettato assai volentieri e l’ha resa felice…;

sì, non potevo proprio trovare di meglio… non x niente viene dalla zona geo-grafica che ha dato i natali anche a Monica Bellucci… Poi non è facile incontrare una ragazza che stia particolarmente bene ed offra un superlook con i capelli rasati: lei sì!!!  un grazie a lei e ad Angelo, naturalmente… www.angelocruciani.com 

…naturalmente, alla madrina spetta un diritto fondamentale di prima scelta dell’opera che preferisce, al momento di inaugurazione della mostra.  Che strane coincidenze… l’Annamaria, a Milano, aveva scelto, alla mostra FREE FREEDOM, un ritratto di Marilyn Monroe assai elaborato e modernizzato.  Miriam non lo sapeva di certo, ma, x puro caso, tra tutte le opere esposte, che erano molte, si è autoassegnata quest’altra Marilyn Monroe.  Simile all’altra nell’aspetto, diversissima nel messaggio globale di base che trasporta & diffonde.  John Doe, in slang americano, è il cadavere non meglio identificato che con quel nome viene denominato quando la polizia lo ritrova, abbandonato e ignoto, da qualche parte.  C’è un richiamo anche a Marilyn poetessa, fatto che quasi nessuno conosceva fino a poco tempo fa, quando alcune sue poesie furono ritrovate, e mostrarono una diva globale dall’animo delicato e sensibile, e fragile.  Rapidamente, ne consegue: oggi la poesia è considerata morta, il suo corpo è abbandonato e nessuno quasi se ne occupa, nell’indifferenza generale.  Tutti distratti da altro, tutti che pensano a se stessi e se ne fregano del resto.  Anche la cultura snobba la poesia, in quanto la cultura è, oggi più che mai, eterodiretta da alcuni padroni del vapore & del pensiero, e delle case editrici, che collimano i loro obiettivi con i medesimi della TV: fare share.  Se il programma-spazzatura fa milioni di spettatori è OK, e, allo stesso modo, se il libro demenziale, o quello mediocre dell’amico politicamente protetto scritto in meno di un mese, e opportunamente pubblicizzato ed enfatizzato dalla TV vende un milione di copie, quello è un libro super. Presto anche il Nobel x la letteratura sarà assegnato secondo questi criteri, immagino.  Mi viene da ridere, x non piangere.  Piantiamola qui.  La poesia NON è morta, ma somiglia più che altro ad una BELLA ADDORMENTATA NEL BOSCO, che attende il bacio di qualche principe nuovo… chi sarà?  Come una nuova Marilyn Monroe sta aspettando i progressi futuri della scienza & della tecnica x rinascere, con lo stesso corpo, il medesimo fascino naturale, e una mente diversa… Riusciranno i nostri eroi?  (Brava Miriam, hai un ottimo istinto…: scelta più azzeccata di questa non potevi fare!)

…ora un piccolo break nella supersimmetria cosmica, magari con una gravità alternativa a quella cui siamo abituati… pensate se accadesse davvero…

…dato che siamo in zona, e parliamo di belle & fascinose creature, ospite d’onore è Monica Bellucci, che qui ho riveduto nel look, e, con un’ardita operazione di spostamento e ablazione spaziotemporale, ho riportato all’età di una 25enne… Così anche lei rimane forever young… così come apparirà all’infinito nei nostri sogni più manifesti e segreti. Pensate se un domani accadesse davvero. Sono convinto che i progressi della scienza applicata alla tecnologia riusciranno a lavorarsi lo spaziotempo in maniera creativa esattamente come si fa con l’energia e la materia… E poi… MODA & SELEZIONE DELLA SPECIE… chissà quale nuove speciazioni, ibridazioni, ma anche estinzioni singole, e di massa, ci riserverà il domani…

…un passaggio al bar x dissetarci un poco…;

…musica & arte, all together now! 

 

…erano attesi ospiti direttamente dal gossip nazionale… che più scandalizza più aumenta la fama, e si nutre del proprio sistema autotrofo ad espansione-reazione… quando non è anche eterotrofo… Qualunque pubblicità mediatica E’ SEMPRE POSITIVA, anche quando ha finalità negative… la TV-Storia, maestra della vita moderna, insegna.  Fabrizio non si è visto, però…; 

…tavolo auto-pubblicitario con inviti & descrizione sommaria della mostra…

…un altro tavolo era stato addirittura riservato a Bin Laden… anche lui, guarda caso, miliardario, e anche lui personaggio mediatico di levatura mondiale… Più i media prestano attenzione a qualunque personaggio, più questi viene amplificato e diffuso fino a diventare un familiare, e ancor più nel campo del male che del bene… (e al di là di essi!).  Credo bene, comunque, che non si sia fatto vedere…

…però c’era Al Zawahiri … altro  personaggio mediatico globale, sempre ritratto in icona minacciosa e ammonitiva con il dito indice levato in alto, quasi come un maestro di scuola dei tempi che furono, di quelli che usavano la bacchetta, mentre lui usa l’invettiva nei confronti del libero & peccaminoso Occidente. Invettiva seguita spesso da fatti concreti, come tutti sappiamo… Come lo vedo allora, io, povero cittadino occidentale che ama l’indipendenza, la libertà, la modernità, il benessere,  & Co.? Lo disegno come vorrei che fosse, evoluto, diventato più buono, con la mente più aperta, pronto al confronto e alla revisione delle sue idee ormai, x fortuna, obsolete, per quel motivo, forse, propagandate con le armi e la violenza e non con l’intelligenza, che, nel confronto, sarebbe perdente. Lo sarà comunque, anche se dovesse far compiere altri attentati e stragi.  La globalizzazione della libertà non si fermerà certo davanti a lui e nemmeno a mille o diecimila come lui. A proposito, proprio secondo l’usanza dei maestri di un tempo, l’unica soluzione non violenta per far capire certi concetti alle teste dure dall’istinto tirannico & fondamentalista, è far scrivere per molte volte di seguito il concetto da imparare… Un milione di volte, nel suo caso. Poi, non si minaccia il Presidente degli U.S.A., nè che si chiami Bush, nè, tantomeno, Obama… Per quanto riguarda l’Islam, ricordo il banner della mostra precedente stampato sul ritratto di Bin Laden pentito:  FREE ISLAM OF LOVE … questa sì che si chiama rivoluzione, altro che!

…La rabbia e l’orgoglio della sposa occidentale… sembra un mix tra un noto libro di Oriana Fallaci e un album di Lucio Battisti… sarà??? chissà.  A proposito di libertà e liberismo, mi viene alla mente un concetto derivato: UNA SOCIETA’ LIBERALE DEVE LASCIARE SPAZIO ALLA ESPRESSIONE DI QUALUNQUE IDEA, ANCHE LA PIU’ ESTREMA, E CONFRONTARSI CON ESSA, CERCANDO DI COMPRENDERE X QUALE CAUSA ESSA SIA STATA ELABORATA, DA CHI, E CON QUALI FINALITA’… in quanto, a parte la follìa individuale e a volte collettiva, sempre possibile, c’è sempre una causa, o una concausa, per tutte le cose che accadono, sia x quelle buone, sia x quelle cattive… La società libera lascia spazio a tutte le idee, purchè non si tramutino in azioni violente. In quel caso ha il dovere di reprimerle con qualunque mezzo, dato che quelle minacciano seriamente la libera libertà fluttuante del sistema… (Chiaro? yes!)  (in questo poster compare anche una strana evoluzione di "Isacco e Rebecca", (The Jewish Bride), 1666, Rembrandt Harmens-zoon Van Rijn (1606-1669) …ora al Rijk Museum, Amsterdam; che cosa ci fa qui?  Chissà chi lo sa… Il vecchio dipinto è riapparso dal nulla e proprio lì si è autocollocato come se volesse indicarci qualcosa… GODIAMOCI IL BENESSERE, finchè dura… e se domani finisce?  Ne costruiremo un altro, ancora migliore di questo…: si può solo continuare a salire ed evolvere… l’alternativa è, altrimenti, la caverna platonica…);

…siamo prossimi al Natale… e come tutti sappiamo, arriva la stella cometa… in compagnia di un’altra Stella… Gelmini… Sulla scuola italiana si possono scrivere mille enciclopedie di confronto critico, tra saccenti eccellentissimi professori & maestri del pensiero ideologico pronto al dibattimento infinito, senza concludere nulla.  Senza riforme, se non quelle spesso tipiche del nostro paese: di facciata, o di quelle che cambiano il nome e la denominazione delle cose lasciandole pressochè intatte al loro posto, così come sono sempre state… Nulla di nuovo sotto il sole. Anche in quanto, a provare a riformare veramente & concretamente  certe realtà si trova almeno mezza Italia che fa scudo e resistenza attiva e passiva a qualunque cambiamento, temendo essa stessa, per prima, di dover cambiare qualcosa nelle proprie  amate e utili abitudini.  Va bene così. Qui mi fermo senza fare altre valutazioni tranne che, ne avessi il potere, manderei i Marines in missione laggiù, e incominciando proprio dall’Università… tanto x iniziare la liberazione del sistema… ma non i Marines di oggi, i quali sono dei bonaccioni hamburgers-Coca-Cola che combattono più con il fioretto che con la mitraglia e con mille attenzioni e riguardi e inoltre bloccati e limitati nelle azioni da regole di ingaggio burocratiche… Invierei quelli della Seconda Guerra Mondiale, che erano forti, tosti, audaci e liberi di combattere… Infatti, o si fa la guerra realmente, e in quel caso si va fino in fondo, oppure meglio farne a meno e sedersi direttamente al tavolo della pace e della trattativa. Quindi getterei il sale sulle rovine rimaste, e ricostruirei una Scuola NUOVA ripartendo da ZERO, e adattata, anzitutto, alla MODERNITA’ GLOBALE presente & adattabile evolutivamente a quella prossima ventura. Naturalmente questo non si può fare, quindi non si riforma nulla: meglio lasciare le cose come stanno e attendere pazientemente.  La riforma avverrà MOLTO presto da sola nel mondo globalizzato che progredisce e corre sempre più velocemente verso il futuro, e, come indica il banner: IL FUTURO DELLA SCUOLA & LA SCUOLA DEL FUTURO SARANNO CINESI …chiaro il concetto?    …e allora vedrete che meraviglioso risveglio, quel giorno!

…comunque, alla fine, restiamo saggi e prudenti, e siamo modernisti, sì, ma anche un pochino conservatori: in definitiva, LA MIGLIORE SCUOLA DEL MONDO E’ ITALIANA… altro che… volete mettere? Si imparano molte cose, che, se bene applicate al provincialismo, al menefreghismo singolare e di massa ed ai sistemi feudali evoluti in qualche maniera opportuna alla modernità… ( a Qualcuno hanno portato, portano e porteranno ancora BUONI FRUTTI…);  Superevoluto dal noto ritratto della Monna Lisa, di Leonardo da Vinci, dal sorriso così enigmatico… non più di tanto, ad osservarlo bene… (quello della Monna Lisa o del Leonardo? …ai posteri…)    Aggiungo un’altra breve nota: considerato che per il 99,99% delle persone che vivono nel mondo attuale il target più interessante & condiviso rimane la conquista del SUCCESSO, dalla ricerca & conseguimento del quale non sono esclusi nemmeno i rivoluzionari e contestatori del sistema, vecchi & nuovi, sia del passato sia del presente, altrimenti non farebbero di tutto x mettersi in mostra e cercare di conquistare pagine di giornali e locations nel piccolo schermo, a qualunque costo… di conseguenza, come ho già esposto anche in un altro blog precedente, sceglierei un secondo Ministro dell’Istruzione Nazionale da affiancare alla Stella Gelmini. Anzi, lui sarebbe il Primo Ministro dell’Istruzione: Flavio Briatore.  Chi meglio di lui potrebbe dare le opportune direttive nell’insegnamento alle nuove (e vecchie) generazioni sui mezzi, sistemi & metodi per il conseguimento del successo nella vita individuale, che, se ottenuto, riflesso e rifratto, aggiunge e incrementa il benessere e la felicità generale della società?  Inoltre, Flavio & Stella farebbero anche una bella coppia, di quelle che bucano lo schermo, x intenderci…

…adesso distraiamoci un poco con uno dei tanti giochi a premi largamente diffusi nelle nostre TV, ma anche in quelle di molte altre nazioni. Un vero e proprio paradiso promesso, che, come accade x il superenalotto, ogni tanto premia qualcuno rendendolo ricco mentre ne manda a casa molti altri con le tasche vuote.  Sembra a volte lo specchio di come funziona la vita stessa, e la società in generale, che è comunque oggi molto più ricca rispetto a un secolo fa e, anche se la distanza tra ricchi & poveri aumenta, tuttavia è sicuramente più distributiva rispetto a quelle del passato, o che ancora oggi possiamo osservare, fondate sul "paperismo tirannico",  in varie parti del mondo.  La bravura serve, eccome, ma la fortuna ha sempre una parte prevalente in tutte le cose, come la sfortuna del resto, anche se non ci ho mai creduto, ma, spesso, sono costretto a crederci.  Bonolis è un vero Maestro nell’arte dell’imbonimento. Se avessi una ditta gli proporrei subito un contratto di assunzione come direttore del personale addetto alle promozioni & alle vendite.  In questo poster è stato ripreso e ringiovanito da una foto dei tempi quando aveva appena iniziato a fare tv, e, al solito, rivisto nel look, e "angelizzato".  Del resto, ultimamente si dedica ad una pubblicità molto intelligente & simpatica che ha a che fare con il paradiso…(perduto o trovato? ) …un buon caffè?  Sì, ma senza zucchero, grazie, come mi sono da tempo abituato a sorseggiarlo con calma & attenzione,  così riesco a distinguere meglio gli aromi dei vari generi & specie della pianta che sta artificialmente sostituendo geneticamente parte della biodiversità UTILE delle foreste tropicali, pluviali, primarie, secondarie, e chi più ne ha ne metta… (però, quella modella di Intimissimi… è presente anche qui! )

…che fame, adesso! interessante programma La Prova del Cuoco, vero?  Ho sempre pensato che per molti studenti sia molto più conveniente e utile, per il loro futuro lavorativo, studiare e imparare ad una scuola di alta cucina. Dove si imparano anche la chimica e la fisica applicata… e, poi, si può anche essere inventivi & creativi.  Inoltre, con tutta la gente affamata che c’è al mondo, e il cui numero è destinato ad aumentare, il lavoro non mancherà mai… A proposito, come potrebbe essere una Prova del Cuoco tentata sull’abisso dello spaziotempo? Ben strana, direi, e a ben guardare lontano, e vicino, essa viene già svolta in quel punto indefinibile dell’universo, che diventa anche la sua globalità autoinflattiva… in effetti, viviamo tutti quanti sul ciglio di quell’abisso, e chissà dove, realmente… (o per scherzo?  …infatti potremmo anche essere solo degli ologrammi quantistici…)

…adesso una star internazionale globale: Bill Gates, che non ha bisogno di presentazioni. L’uomo più ricco del mondo, probabilmente, il sogno americano fatto realtà, a ricordarci come la mente sia una specie di surfista energetico che organizza la materia… e sta imparando a farlo sempre meglio… Del resto, poi, energia & materia sono circa la stessa cosa… (ma chi fa le pulizie, in casa?) Il capitalismo americano non è morto, è solo diventato socialista, come indica il ritaglio di giornale opportunamente collocato lassù in  alto… Poi, tutti hanno ancora sogni da realizzare, Bill compreso… e quella modella di Intimissimi… Scusi, ha da accendere?  (a me ha acceso il cuore non poche volte… ma chi è??? … sarà italiana, o, come spesso accade, cecoslovacca, brasiliana, rumena, francese…o americana?)

…è di gran moda il film sul vampiro innamorato, in questi giorni… ed avete notato facilmente come qualunque prodotto o personaggio venga pubblicizzato con una certa enfasi e regolarità dai media diventi un cult… sempre per la solita questione della progressiva addizione dell’abitudine mentale all’abitudine corporale, amplificata e mantenuta costante nel tempo dall’azione mediatica a reazione. Chiunque di noi, se fosse opportunamente esposto al pubblico, diventa una star, nessuno escluso. Tutto qui, e qui fermiamoci.  Che cosa è la biologia sulla Terra? mi sono chiesto e continuo a domandarmi spesso… E’ anch’essa un amabile vampiro, che succhia il proprio sangue distribuito in un coacervo cellulare globale mantenuto e rigenerato  dall’azione dei codici genetici che in continuazione ricostruiscono fenotipi e genotipi a mano a mano che vengono predati da se stessi.  Un serpentone che si mangia la coda, come si è sempre allegoricamente osservato su molte raffigurazioni artistiche del passato e del presente… Una scaletta dell’energia che decade da forme "superiori" a forme "inferiori", e che nella distruzione & rigenerazione della carne cellulare a matrice carbonica mantiene in equilibrio precario e dinamico l’esistenza della vita su questo pianeta. Il discorso sarebbe lungo, ma tanto basta. Sì, la vita è proprio un amabile vampiro, bello, fascinoso, forte, dinamico, attraente che, ad un certo momento e quando meno ce lo aspettiamo, si trasforma in un mostro orribile che ci succhia il sangue, ci ammazza e ci divora come se nulla fosse. La commedia si trasforma in tragedia, e nessuno sfugge a questo destino a determinata scadenza indeterminata.  Non è successo niente, infine.  Da sempre è stato così, ma non è detto che sarà così x sempre… l’Evoluzione, infatti, potrebbe sempre autoevolvere, o essere evoluta artificialmente in qualcosa di ancora diverso da quello che è…e alla quale siamo così abituati da non abituarci mai alle sue morbide leggi dure… 

…L’Italia intera conosce il notissimo programma RAI "Porta a Porta" . Personalmente ho guardato quella specie di occhiuto teatrino fanta-politico solo qualche rara volta occasionale. Sono contento di non esserci mai stato invitato, e, se fossi invitato, direi cortesemente che non ho tempo libero, e che ho molte altre cose da fare ed a cui pensare. Come andare a spasso e svagarmi, per esempio… quella è x me la cosa più importante da fare, e osservarmi intorno, e cercare di capire la realtà ragionando con la mia testa.  Tuttavia, che cosa accadrebbe se Karl Marx fosse invitato ad un dibattito telemediatico eterodiretto dal bravissimo & valentissimo Bruno Vespa, che è una vecchia volpe (anche lui forever young) della TV? …non oso immaginarlo… eppure, bisogna sempre OSARE…

…grazie al cielo, viviamo in una società liberale & capitalistica… altro che palle! …di Natale, quelle attaccate all’albero del benessere, della felicità e dei regali più o meno abbondanti per tutti… Ma attento, mondo globale… non mangiare troppo, che si fa indigestione, e poi bisogna andare dal dottore e mettersi a dieta… Peccato che non esista nessun dottore capace di curare il mondo, e nessun ambulatorio medico capace di contenerlo per dimensioni… dunque, dovrà arrangiarsi da solo… BUON NATALE & FELICE 2009! 

 

 

 

 

 

 WORK IN PROGRESS… CONTINUA…

TAGS

The Local TV is Global & Viceversa

…come sta diventando, nel frattempo, la TV in generale? da locale a globale, e viceversa, soprattutto con l’ausilio dei satelliti… & delle nuove tecnologie, sempre più sofisticate e disponibili a basso costo, ormai quasi popolari…

…la TV in fase evolutiva, con un’infinità di nuove speciazioni… e selezioni… e nuove ri – fondazioni… differenti programmi supermoltiplicati che, tuttavia, si somigliano sempre… e certi vecchi palinsesti che tengono sempre… hanno la loro clientela fissa ed abitudinaria, proprio come certi negozi del passato che, a lungo andare, non hanno tuttavia resistito alla concorrenza del mercato globale… tuttavia, con pazienza, alcuni tengono duro con inimmaginabili sacrifici, attendendo una rivincita, che è sempre possibile… il sistema, infatti, è fluido & dinamico, e imprevedibile, e sorprendente, alla faccia delle statistiche e dei vari occhiutissimi istituti di ricerca…

…poi, la grande novità di questi tempi sono le INTERNET-TV, che, in teoria, possono essere gestite, su piccola scala, da chiunque, con un server e un collegamento ad internet veloce, un paio di telecamere da qualche centinaio di euro e qualche macchina foto digitale, e un minimo di capacità e tanta buona volontà… questa si chiama LIBERTA’ & DEMOCRAZIA, anche se alcuni sopraffini intellettuali stanno già dicendo che anche internet, alla fine, è al servizio generale di un potere globale camuffato e ben nascosto, ma onnipresente…

…a seconda delle interpretazioni:  questa galleria di reti tv quantistiche, (che saranno quelle del futuro) sale verso l’alto dei cieli o scende verso l’abisso dell’universo, oppure non è collocata in alcuna dimensione, o in tutte le dimensioni possibili???  chissà…appunto, dipende molto anche da come INTENDIAMO OSSERVARE LE COSE… e in base a quali sono i parametri mobili & immobili del nostro sistema di conoscenze… ecc, ecc,

…torniamo alla nostra TV sperimentale collocata in alta quota sulla dorsale appenninica…

…una perfetta Guinness?  …qui! …

…ancora Angelo & Madrina, che incrementano al 101% il fashion dello show… più la stella della nomination… e Angelo… che sia recentemente stato a Lourdes?

…c’è anche un cane con un bel look e dall’aspetto raffinato, che si gtrova a passare di qui x caso… sembra molto incuriosito… A proposito, se nel corso dell’evoluzione della biologia sulla terra i cani, già sulla strada verso una nuova speciazione di carattere superiore a quella nella quale sono attualmente collocati, raggiungessero l’intelligenza umana e anche loro fondassero il proprio sistema culturale di massa condiviso e fondassero i loro giornali e TV?  1) ci sarebbe posto su questo pianeta x una nuova civiltà specie-industriale affiancata e magari in competizione x il controllo delle risorse ambientali con la nostra?    2) se anche questo in qualche modo accadesse, come sarebbe una TV-CANINA?   …bau bau bau…   (ma che K* mi viene in mente?)

…eccomi di nuovo… anch’io di passaggio… viola, violetto, fuchsia con le gradazioni intermedie del colore decretato dagli stilisti e consacrato da Carla Bruni  vanno proprio di moda, quest’inverno, vero?  Avevo recuperato questa felpa circa un mese fa su una bancarella vintage di un mercato a Torino…

…un pochino di rassegna stampa, anzi, ce ne era un libro intero, tanto la notizia di questo artshow è stata diffusa… queste sono un paio di pagine prese a caso…

…una speciale tv scientifica giocherellona che ci porta, fresca di stampa, questa nuova Monna Lisa targata 2009.  Superevoluta sia dal noto dipinto del 1506-06 di Leonardo da Vinci (1452-1519) che riposa al Louvre di Parigi, sia dalla sua evoluzione con pizzetto e baffi da moschettiere elaborata da Marcel Duchamp (1887-1968), e battezzata "L.H.O.O.Q.", 1919, Philadelphia Museum of Art, PA, USA. Ne avevamo vista un’altra su un blog precedente, ma diversa da questa. Così come avevamo visto i sette Einstein, un poco diversi, ma con il medesimo banner, che si recavano come visiting professors in vari centri di ricerca USA.  Questa "Lizalbert" è un vero e proprio essere artistico transgenico, che mescola in sè i codici genetici dei 3 personaggi: Leonardo, Marcel ed Albert. Ripetivivo all’infinito ma sempre utile il banner:  IO SONO PIU’ INTELLIGENTE DI TE CHE SEI PIU’ INTELLIGENTE DI ME. Siamo dunque tutti intelligenti… e nessuno?  …mentre la terra galleggia nella sua bolla biologic- speculativa dentro e fuori il big bounce universale… Certo che una Lisa con i baffi da Einstein e gli occhi gialli da predatore, e le labbra violacee… ma che cosa vuole???

…eh sì, siamo proprio ombre che passano… anche se qualcosa sempre resta… però, che dark, questa foto… ero forse collocato nella materia oscura?  o nell’energia luminosa???

…la Grace, questa volta, aveva un nuovo porta-fortuna. Sono dei piccoli voodoo-dolls brasiliani, costruiti con un unico filo di lana arrotolato su se stesso, e fanno parte di una galleria di oltre 250 personaggi. Io ne ho alcuni che alterno attaccandoli al mio borsello-cornucopia e che cambio a seconda delle situazioni e dell’umore. Sono divertenti & graziosi. Questo è addirittura volante, e realizza (quasi) tutti i sogni… gli altri dobbiamo realizzarli noi, da soli… o associandoci in gruppi di lavoro creativo produttivo…

…a proposito di Carla Bruni, modella, cantante, scrittrice ed oggi anche primadonna di Francia… (cosa può fare, ancora?) …ho scoperto, x caso, che è stata ultimamente dotata di un nuovo angelo custode, molto fascinoso, e di sesso femminile (per ritornare al discorso precedente sul sesso degli angeli…) IL GOSSIP FA BENE ALLA SALUTE, e, inoltre, Carlà è anche contesa in TV sia da Fazio che da Bonolis, a quanto pare… Se fossi al suo posto, non andrei nè dall’uno nè dall’altro, e non solo per par condicio, ma anche in quanto una vera regina non si concede facilmente ai media come fanno le persone qualsiasi… vero?

 

…ecco ancora la bravissima Grace che fornisce spiegazioni sulle opere esposte e sull’attività artistica della Galleria Famiglia Margini di Milano  www.famigliamargini.eu  A proposito, sapevate che la Grace, quando era piccolina era talmente brava in matematica che i professori avevano consigliato la famiglia di trasferirla in quelle scuole speciali per geni in erba?  …quasi nessuno lo sapeva… adesso sì… ma vedi, dato che si parlava di gossip….

…come è il lavoro in generale, nella società globalcapitalistica flessibile postmoderna plastica? E’ INTERINALE … e lo sarà sempre di più domani, a meno che non accadano eventi oggi imprevedibili in grado di cambiare la configurazione sempre in equilibrio dinamico -precario della realtà come la conosciamo oggi.  Nel frattempo, il LAVORO E’ LA CICOGNA DEL LAVORO INTERINALE, che ogni tanto fa il nido sul tetto di questa o di quella casa, e poi se ne va altrove… Un motivo in più per NON ATTENDERE CHE SIANO GLI ALTRI AD OFFRIRCI UN LAVORO MAGARI SCADENTE E PROVVISORIO, ma per tentare, almeno, di ESSERE NOI TUTTI A CREARCI UN NUOVO LAVORO … nel sistema delle opportunità che potremmo incrementare con nuove idee… ma attenti, che le novità non sempre funzionano… spesso hanno bisogno di lunghi periodi di tempo e di continue evoluzioni per essere comprese… Inoltre, bisogna sempre pensare al LUOGO dove ci troviamo ad operare… con i suoi usi, costumi, abitudini… Così, in una società a carattere familistico-feudale che vive il postmoderno, quali lavori si possono fare, nel frattempo che aspettiamo il colpo di genio?  O il servo della gleba, o il Robin Hood, o il Cavaliere errante… il Trovatore, magari… infatti, trovare una buona sistemazione… (tutti i metodi sono buoni per quel fine, come insegnava Machiavelli, ieri solo al Principe, oggi, che siamo diventati più intelligenti & istruiti & furbi, a Tutti quanti…)

 …la TV, nata appena un millesimo di secondo fa, nel tempo universale, sembra già possedere tutte le caratteristiche dei sistemi energetici semi-eterni, così come spesso i suoi protagonisti diventano, un poco alla volta, e velocemente, dei semi-dei.  Tra l’altro, pare che il tempo per loro non passi mai, e si presentano tranquillamente in video anche ad età avanzate, come avessero sempre 20 anni, e, se ce la fanno a resistere, anche un attimo prima di passare a miglior vita. La TV, evidentemente, fa bene alla salute, cura tutte le malattie e, soprattutto, fa tutti BELLI. Provare x credere, come recitava nota pubblicità.  IL FUTURO?  SARA’.  Certamente. PIU’ DIVENTO VECCHIO PIU’ DIVENTO GIOVANE.  Era il mio motto. Pippo l’ha fatto suo. In questo poster non è lui, bensì la sua anima immortale, che mi ricorda un tantino quella tipica & caratteristica dei funzionari RAI un poco burocratici, ma efficienti, e, soprattutto, ATTENTI & VIGILANTI, un pochino burberi, ma benefici, degli anni ’70, periodo nel quale la TV italica cominciò la sua fase di trasformazione leggermente rivoluzionaria… anche x effetto dell’azione ideo-logica sessantottesca appena trascorsa, come una meteora nel resto dell’Europa, di lunga, lunghissima durata, ancora attuale,  in Italia…

 

…lo sguardo si posa su un altro tavolo… birra & musica… come nelle tradizioni dei migliori pubs… e ancora gli inviti alla mostra… ma da dove potrebbero provenire? 

…da www.chendlerconspiration MILANO, …suppongo… e da dove, altrimenti?

…buon appetito anche a tutti voi, intanto… e quanto è rilassante la buona cucina… ho assaggiato una specie di culatello-moccetta, qui, veramente superlativo!  

…ma in che direzione punta, adesso, la nostra tele-camera?  Nel tormentone nazionale senza inizio e fine, e senza confini… il SACRO MONDO DEL PALLONE, ancora più importante della religione, in Italia, ma anche della scienza, della tecnica…e, x farla, breve, ASSAI PIU’ IMPORTANTE DI TUTTE LE COSE CHE ESISTONO E ANCHE DI QUELLE CHE NON ESISTONO! e, della quale attività pedestre, sono tutti dottissimi sapientissimi espertissimi & CT… 

…un Divo del Pallone, da noi, è TUTTE LE COSE POSSIBILI & IMPOSSIBILI messe insieme, ed elevate alla massima potenza… vale più di qualunque principe e re, è come se fosse cento premi Nobel messi insieme, e, se lo desidera, qui da noi può fare veramente tutto quello che vuole… Se torno a nascere, farò il calciatore. Se non ci riuscirò, va bene anche l’arbitro, o il tecnico, l’allenatore, il CT, o il ciarliero superesperto televisivo che sentenzia su tutto e tutti e più di qualunque altro imbonitore mediatico viene ascoltato dal popolo.  I vantaggi del pallone-mestiere sono moltissimi: tra l’altro, si è costantemente inseguiti da folle di belle donne pronte a concedersi x avere anche solo 1/3 di secondo di visibilità… persino quando sono invisibili!  Tuttavia, ancora oggi, così come quando avevo 14 anni ed usavo i primi motorini, se debbo scegliere tra donne e motori… scelgo …MOTORI!!! (quando ci stanchiamo delle macchine, oppure ci creano problemi, facciamo assai presto ad aggiustarle o a cambiarle… mentre con gli esseri viventi è tutto più difficile) …Mi ritorna in mente una canzone di Lucio Battisti che, a sua volta, avrebbe affidato una donna generatrice di problemi a getto continuo (ma quante ce ne sono, in giro?) ad un bravo meccanico… ma fermiamoci qui, altrimenti divaghiamo, e andiamo fuori pista!    …di che squadra calcistica è la maglia di Totti?  L’avrei colorata con tutti i ben noti colori dello spettro elettromagnetico della luce… così va bene per qualunque squadra possibile & immaginabile, in modo da placare gli animi rissosi di molti tifosi che, quando vanno allo stadio, è come se partissero x armati la prima guerra mondiale… e quello non è un bello spettacolo, almeno per una società umana tecno-logica evoluta postmoderna…

…dietro questo poster, che richiama, tra l’altro, un noto dipinto del passato, c’è addirittura l’universo subatomico, e l’innocenza che si dedica ad una nuova figura acrobatica con lo skateboard… (?) ma che concetto!  …che si tratti di un’interpretazione della Giovinezza, ahe tanto amo? chissà… Ci ripensavo ieri un momento: oggi con i soldi si può comperare tutto, compresa la bellezza, che, almeno fino ad un certo punto può essere manipolata artificialmente, e anche l’intelligenza… in quanto non poche persone di intelligenza anche sotto la media riescono, con l’uso opportuno del denaro a salire ad alte posizioni sociali… si può anche pagare un ghost writer che scriva un libro di successo al posto nostro, così aggiungiamo anche una medaglia in più alla carriera… tuttavia, la GIOVINEZZA non può essere comperata, almeno nel senso che, quando si è vecchi non si può ritornare al tempo dei 20 anni… e non c’è nulla da fare almeno x ora… RAGAZZE NON C’E’ BISOGNO DI UN UOMO X AVERE I BRIVIDI! …ma che cosa dice questo? …che sia una nuova moda? …credo proprio di sì, e me ne accorgo soprattutto quando gironzolo x Milano, facendo finta di niente…

Questo poi! una superevoluzione di un noto dipinto di Rembrandt Harmens-zoon Van Rijk (1606-1669): "Il Capitano Frans Banning Cocq dà ordini al suo Luogotenente riguardo al cambio della guardia" , 1642, Rijk Museum, Amsterdam, Olanda, EU.  Tuttavia, un piccolo ritaglio di giornale pare un fumetto aggiunto che dice: "Ma sì, Liberiamoci delle Convenzioni"… oh, guarda! A ripensarci, spesso tutta la storia dell’umanità, fin dai tempi delle caverne è stata una guerra, e una vigilanza notturna… in attesa di eventi imprevedibili, spesso catastrofici. I libri di storia ne sono stracolmi, ed è solo quel poco di storia che sappiamo, e dimentichiamo,  in una grande massa di eventi ignoti, andati perduti per sempre nella memoria impenetrabile dello spaziotempo. In alto a sx, un richiamo all’arrivo degli Americani in Italy, alla fine della seconda guerra mondiale. Ripensavo anche a questo, e lo torno a ripetere: come sarebbe il mondo di oggi se non fossero esistiti gli Stati Uniti d’America? Solo guardando l’Italia recente, probabilmente noi saremmo transitati direttamente dal regime fascista alla dittatura stalinista quasi senza nemmeno accorgercene.  Non so nemmeno quante nazioni realmente LIBERE potremmo contare nel mondo. Forse nessuna, in quanto le dittatture, ingigantite e amplificate, e magari alleate tra loro, avrebbero sottomesso l’umanità.  Fermiamoci qui. Questo poster è estremamente complesso nei collegamenti, e profondo come un pozzo senza fondo mano a mano che scaviamo. ALT! Siamo in un regime liberale, e, anche nel più rigido sistema militare, un capitano moderno può sempre dare l’ordine ai soldati anche di indossare i pantaloncini corti se fuori c’è caldo. L’importante è che i soldati sappiano COMBATTERE come si deve ed abbiano CORAGGIO se ce ne è necessità… il resto è solo formalismo di parata che al combattimento non serve a nulla, anzi, lo ostacola addirittura… Infine, LA STORIA NON E’ MAESTRA DI VITA, ricordiamocelo bene, anche se qualche intellettuale continua ad illudersi e ad illuderci…

…a tutto Darwin… ma questo è un programma transgenetico assai particolare… Chi ha, almeno su questa terra, la chiave dello spaziotempo? Proprio noi… anche se non sappiamo ancora bene dove & come cercarla.  Secondo me è sotto gli occhi di tutti ed è semplice come pensare come lo spaziotempo curvo.  Solo che non ce ne accorgiamo. Sicuri, oggi, domani o dopodomani qualcuno la troverà, e allora sì che mi divertirò a viaggiare nello spaziotempo (se sarò ancora vivo, altrimenti, resuscitatemi, che a quel tempo la tecnologia adatta esisterà… E se mi faccio cremare dopo morto? Bè, ripescatemi dall’universo quantistico, dalla fisica del nulla, da una nuvola di passaggio, da un raggio di sole o da dove volete voi… x me va sempre & comunque bene… Non sarò io, quello, ma sarò io…OK?)

…LIBERI DI SCEGLIERE UN’IDEA DI BELLO?  …chi scriverà un instant-book su questo tema?  Anche dietro l’evoluzione vertebrata c’è sempre & comunque una stella marina invertebrata, nostra parente stretta, volenti o nolenti… Xchè, non è forse ELEGANTE & FASCINOSA la stella marina? …inoltre, anche se non sembra, è piuttosto aggressiva & predatrice… capito???

…avevamo visto già da qualche altra parte questi posters? …forse… erano stati dispersi, con molti altri, tra il settembre e l’ottobre 2008 durante un viaggio avventuroso da Rovigo a Milano in due pacchi postali che non raggiunsero la destinazione nel centro di Milano, neanche dovessero andare dall’altra parte del mondo… lasciamo perdere… ma qui li troviamo comunque. La prossima volta li porto di petrsona. Comunque essi sono dei viaggiatori instancabili e, nell’ottica del network, oggi possono essere qui, e domani a Los Angeles, o a Berlino, o a Calcutta, o in Sudafrica, o in Australia, in Argentina, o in Islanda… o sulla Luna… e su Marte, e alla fine dell’infinito…  ma che fatica ragazzi, almeno x me, anche se mi diverto assai. Questo è l’importante. RAI4, PROVE TECNICHE DI TRASMISSIONE.  Bravi, USHNETWORK TV non ha mezzi, se non di fortuna, è composta da una sola persona, che opera nei ritagli di tempo e quando ne ha voglia… ma esiste già dal 1992… come progetto globale diventato attuativo, ed evolutivo… come questo poster SUPEREVOLUTIVO, che si presenta, pur stando al di qua, al di là della stessa biologia umana e delle sue leggi autoimposte da tempo immemorabile, alle quali siamo adattati e abituati, ma che saranno presto infrante & rivoluzionate … BRAVO a chi lo fa… che tanto sarà fatto… E=MC2? …mira al dito!!!

…seguono tre DIVE TV in ordine di anzianità… Raffaella Carrà, praticamente nata con la TV moderna… quanto mi ha fatto sognare, da piccolo… anche lei era piccola di statura, ma con un fisico perfetto e un visino d’angelo… ma che sogni diavoliti! …anche lei FOREVER YOUNG, CARRAMBOLA, CHE BAMBOLA!    …fa venire anche la febbre? quella del sabato sera, sicuramente!  Tutti in coda x l’outlet! …e poi, come si fa a ritornare vergine? in Turchia è boom di nuove vergini… mentre in Italia la terra piace più dell’oro, x gli investimenti!

…poi Alessia Marcuzzi… sempre più Angelica… vero che farebbe una bella coppia con George Clooney?  Se potessi, farei ad Alessia una proposta di assunzione come testimonial parlante di D&G www.dolcegabbana.it  …anche in quanto lei è CAPACE di parlare BENE, e per un tempo lunghissimo, senza fare errori di pronuncia, in ITALIANO… 

…e la più giovane, veneta DOC, Melita Toniolo… Come ho già più volte dichiarato pubblicamente, l’unica TV-velina (ma lei è molto di più) che potrebbe aveve una chance di intervistarmi…  Spiacente x tutte le altre… e poi, non avrei in ogni caso molto da dire. E’ già stato detto tutto, ormai, e da tempo, anche se molti intellectuals si ostinano a mettere il proprio cappello sopra le idee degli altri, spesso provenienti dal passato, facendo finta che siano le proprie idee, magari cambiando qualche parola ai testi e rifriggendoli nel padellone cul-turale che, tra l’altro, usa sempre lo stesso olio, ormai trasformato in carbonella. Quindi, se osservate e ascoltate attentamente le loro sentenze definitive e inappellabili, sentirete e guarderete la ripetizione della ripetizione della ripetizione della ripetizione amplificata & diffusa massmediaticamente a ripetizione. Tanto questi ipersapienti ciarlieri e sentenziosi all’amatriciana sanno benissimo che quello che la gente ascolta oggi è presto dimenticato domani. Quindi, continuano, e continueranno a provocare rumors senza interruzione. Non sarebbe forse meglio stare zitti?  IL SILENZIO E’ D’ORO.  A meno che non si abbiano idee rivoluzionarie superiori a quelle di Einstein o di Darwin. Io con La Melita parlerei solo di gossip veneto, di feste , di sole, di mare, dell’estate che vorrei eterna & permanente, e di ricette x fare lo spritz perfetto…

…sono uscito un momento ad assaggiare l’aria della notte appenninica fuori dal pub… ma che freddo, girls & boys!  due-tre gradi sottozero verso la mezzanotte e ghiaccino x terra. Notte stellata da mille e una notte. Avessi avuto un telescopio sottomano mi sarei divertito assai ad osservare l’universo che fugge mentre noi tentiamo inutilmente di inseguirlo. Ma dove K* se ne andrà?  chissà chi lo sa, forse da nessuna parte, o da tutte le parti possibili, immaginabili & inimmaginabili. Pazienza: con la fantasia mi spingo in genere assai oltre l’infinito osservabile… e così mi ero distratto… mi stavo proprio congelando… X fortuna la Grace e la Madrina si sono accostate e mi hanno immediatamente riscaldato al semplice contatto esterno… sono così piene di vita! …mentre Angelo mi ha scattato questa foto. Nella quale, tuttavia, non mi sono piaciuto nemmeno un poco. Quello non sono io, mentre loro due sì, e sono immortalate con il giusto look perfetto x la mostra, che intanto continua…

…rientriamo… dietro le mie spalle appare la locandina della appena terminata mostra di Milano FREE FREEDOM, novembre 2008, Galleria Famiglia Margini  www.famigliamargini.eu sulla quale c’è un blog in progress qui: http://freefreedom.style.it  , mentre l’ USHNETWORK TV continua a trasmettere la sua monoimmagine condensata, rinnovata quasi tutti i giorni, su:  http://ushnetworktv.fotoblog.it  ; si può volere di più dalla vita???   …sì, sì, sì…

…a proposito, la vita è un gioco?  Anche… ma molto serio… e dove allo stesso tempo ci si diverte e ci si lasciano le penne alla prima occasione favorevole sfavorevole… ecco il punto, e una delle chiavi del sistema bio-logico che sembra a volte funzionare contro ogni logica, proprio come queste macchinette che possono farci ricchi o rovinarci… a seconda di come giochiamo, di quanto giochiamo e da come & quanto giocano a loro volta il caso e la imprevedibilità sia dei sistemi massimi, sia ndi quelli minimi…

…nel frattempo, come è iniziato il 2009?  BUON ANNO A TUTTI, E CHE SIA DI FELICITA’, DI PROSPERITA’, DI PACE, AMORE E FANTASIA (avevo dimenticato il pane, ma di quello, x ora, c’è quasi ovunque abbondanza, e lo diamo x scontato…)  Dove trascorrere il Capodanno?  Un posto scelto a caso:  all’ HOTEL PLAZA… magari a GAZA… E accidenti anche al virus che decima le ostriche francesi, ai botti di capodanno che mi fanno indolenzire i timpani già lungamente provati dalla musica ad alto volume… e ci mancava anche l’erede del Re Sole che dichiara guerra a Jeff Koons x l’installazione dell’aragosta gigante a Versailles… la stessa aragosta che mi sono fatto alla griglia, ad inizio blog, così il cerchio si chiude,  con un ottimo champagne francese, del quale quest’anno in media i prezzi sono scesi, mentre sono aumentati quelli delle bollicine italiane, che sono state più richieste… Per quanto riguarda il mondo, a mio modesto parere esso vivrà in PACE solo quando tutti i suoi abitanti saranno diventati LIBERI CITTADINI DELLA TERRA LIBERA, e una nuova economia darà un minimo di sussistenza anche ai più diseredati del mondo, offrendo loro opportunità a volontà, mentre sarà anche migliorata la condizione di tutti gli altri. N.B. FONDAMENTALE: FINE DI OGNI FORMA DI IDEOLOGIA, FANATISMO E FONDAMENTALISMO, A PARTIRE DA QUELLO DI MATRICE POLITICO-RELIGIOSA, e RIMBOCCARCI LE MANICHE, e PRODURRE NUOVE IDEE CHE SIANO APPLICABILI ALLA REALTA’ E NON CAMPATE IN ARIA & INUTILI. GRAZIE! 

…questo la dice giusta: OGGI SI VENDONO EMOZIONI… e la TV, assieme al coro univoco (anche quando sembra alternativo) di tutti gli altri media, è il sistema di diffusione primario dell’emozione sia singola che collettiva.  Mito che diventa realtà e realtà che diventa mito.  Semplicissimo nel funzionamento, raggiunge i massimi gradi di complessità quando il sistema è condiviso da milioni, e anche da miliardi di persone.  La TV come altare e come berlina, come inquisitore e giudice, come magnanimo distributore interessato di ricchezze, come occhiuto generatore dei 5 minuti, ma anche 5000, 500.000 ore di notorietà per chiunque essa decida essere utile ai suoi scopi, che non sono solo quelli dell’intrattenimento… Mito ed Emozione, reality e realtà… con la realtà che può essere corrispondente a quella che è nella cronaca o trasformarsi in qualunque cosa il media desideri che essa diventi… Potremmo continuare all’infinito, ma fermiamoci qui.  Osserviamo la tv liberamente e non come schiavi mentali, direi… evitiamo di mitizzare ulteriormente coloro che il piccolo schermo e i giornali ci propinano come miti… Casomai, cerchiamo noi di essere miti per noi stessi… e non mito-logici…ma anche… Beh, mutiamo ottica: che cosa potrebbe accadere se Albert Einstein si innamorasse di Paris Hilton?  Impossibile, direbbe chiunque. Albert è morto nel 1955.  Tuttavia, se esistono gli universi paralleli al nostro, potrebbe anche essercene uno in cui questa eventualità sarebbe non solo possibile, ma anche reale, e persino attuale.  Proprio come in una telenovelas TV, ma vera… Avrebbero in ogni caso una bella differenza di età, ma, come tutti sanno, l’amore non ha età… e poi… unire la bellezza all’intelligenza… e anche la furbizia al genio… e la spregiudicatezza ad ogni atto della vita, compresa la ricerca scientifica… e anche un pochino di leggerezza-gossip ai pesanti pensieri filosofici, ogni tanto, non fa male alla salute, anzi…   …ma l’immagine di Albert appare sdoppiata, quasi riflessa in se stessa! …e c’è anche Galileo! …che cosa ci sta a fare, lì?  a guardare la TV, naturalmente… ai suoi tempi essa non esisteva, nell’universo parallelo sì…   (poi, x quanto mi riguarda personalmente, non andrei da Faziotv nemmeno per un miliardo di euro, nè in questo universo, nè in un altro parallelo, e nemmeno presso altri programmi similari, naturalmente… anche se vedo in giro che molte persone ci andrebbero anche a costo di pagare di tasca propria pur di andare in tv a dimostrare quanto sono belli, bravi, buoni e intelligenti… questo è il problema…)

…così, se la storia è una valigia già pronta, stiamo evolvendo da qui all’eternità, mentre, in precedenza, l’eternità è evoluta fin qui… ma quante frecce del tempo esistono, in realtà? Già, fare della propria vita un esperimento, nella realtà della natura che è un laboratorio universale… (ma come se la caverà Barack Obama con Vladimir Putin e con il presidente dell’Iran e la sua "moderna" dittatura?  sono proprio curioso di vederlo…)

…mentre tutto il mondo attende il Miracolo dell’Ultima Cena… (ma quale sarà? chi vivrà vedrà!) assieme, naturalmente, alla moltiplicazione dei pani & dei pesci che, oggi, credo la Nanotecnologia sia assai vicina a poter realizzare… Se il mondo intero ha la pancia non piena, ma strapiena, i rischi di conflitti automaticamente diminuiscono drasticamente, anche se c’è sempre chi, mai contento… vuole superare non solo il godere, ma anche anche lo stragodere… e passare oltre…

…magari ricominciare dall’alto dei cieli… ma x favore, cerchiamo di NON RIPETERE le stesse cose che vengono trasmesse sulla terra… cambiare menù, dovrebbe essere l’imperativo categorico… nuovo look per i sistemi antropici culturali… e differenti contenuti… una specie post-umana cosmica che inizia una diversa evoluzione non può continuare con quella vecchia forma di intelligenza così sempre troppo adattata alla Terra…

…ricominciamo con il SILENZIO?  qui ce ne è in abbondanza… fin troppo… e… andare via… quella è sempre un’ottima via… ricominciare altrove… però, siamo appena arrivati ed è già ora di ripartire???  YEAH! 

…ma realmente, stiamo salendo o scendendo?  ridiscendiamo verso il Pianeta Terra, ma nello stesso tempo risaliamo ad una dimensione evolutiva superiore… siamo diversi da come eravamo prima, oh, sì, e lo saremo ancor più in futuro…

… sforando l’atmosfera, un bel tuffo in mare… (del resto dalle stelle siamo piovuti in questo mare in forma di cellule primordiali evolute a conquistare le terre emerse… per poi risalire in volo verso il cielo…) …quindi recupero… 

…eccoci ripescati… 1969-2009… sono passati 40 anni, 4 millisecondi, in realtà… ma lo spaziotempo, che cosa è, in realtà?  Nonostante tutte le possibili campane che ho ascoltato e tutti i libri e articoli che ho letto sull’argomento, NON sono ancora riuscito a capirlo… ho proprio la testa dura, e me lo dico da solo senza bisogno che me lo dicano gli altri…

…ecco, mentre lassù è rimasta l’impronta del nostro passaggio, e della conquista provvisoria del satellite terrestre… quasi come un quadro astratto fatto con una terra speciale, e con la polvere… certo che la polvere ha strane proprietà… anche browniane, a modo suo…

…si torna sempre a casa, prima o poi… x ripartire subito di nuovo, naturalmente…

 

WORK IN PROGRESS, CONTINUA…

TAGS

A Different DA VINCI CODE

…questa è una parte speciale del blog, fuori mostra, ma collegata, in quanto, in coincidenza con l’artshow di Cantiano-Urbino, parte anche una superevoluzione postmoderna di alcune opere di Leonardo da Vinci (1452-1519)… iniziando da questo notissimo autoritratto, del 1515, 33,2×21,2 cm., posteggiato alla Biblioteca reale, Torino, che abbiamo già visto esposto nel blog precedente  http://freefreedom.style.it  , e che riappare in questa location in quanto il suo discendente-ascendente spazio-temporale, autoriprodottosi a cavallo del 2008/2009, ha deciso di andarsi a collocare nella esposizione permanente presso la Fashion Factory di Piero Guidi a Urbino, www.pieroguidi.com

…eccolo! (però, avrebbe bisogno del barbiere, mi pare!) …ma c’è anche Mike Bongiorno… poteva mancare? eh no, la TV italiana è stata inventata da lui che, non a caso, proveniva dagli U.S.A., e laggiù, in quei tempi lontani-vicini e anche futuri, aveva visto e imparato molte cose… che nel Belpaese erano ancora nemmeno lontanamente immaginabili… Quindi, è bastato applicarli… quello che ha funzionato in USA 20-30 anni prima funziona per logica conseguenza anche da noi 20-30 anni dopo… Un poco come usano fare le grandi company TV, per non rischiare, quando acquistano e propongono da noi programmi di giochi, varietà e intrattenimento che hanno fatto già da tempo grandi numeri in termini di visione & ascolto all’estero… Semplice, no? Così il bersaglio dello share viene sempre centrato, e tutti sono promossi, bravissimi e meritano il Premio Nobel che, ormai, viene spesso assegnato secondo criteri imprevedibili. Capire la società del rischio… (magari la comprendessero!) sui bordi dell’infinito?  questo poster è di una complessità incredibile, a studiarlo attentamente… TRA CIELO E TERRA NELLA FURIA DEL VENTO (sarà vento cosmico? …magari di quello che porta i precursori atomici e molecolari di una nuova vita in forma & potenza panspermica… ma che concetti… fermiamoci qui) …altro che CODICE DA VINCI!   …adesso va di moda riaprire il futuro? …magari mentre prendiamo il sole su una remota spiaggia del passato… O come potremmo collegare i titoli dei vari articoli stampa qui casualmente, ma non troppo, incollati con il Vinavil?   …è una stella-cometa…

…che passa e se ne va, come tutte le cose, ma lasciando qui qualcosa… Intanto, pensavo, casualmente: che cosa potrebbe accadere se Leonardo da Vinci, come lo conosciamo nel ritratto del 1515 capellone anziano e barbuto, incontrasse nel 2009 un bravo barbiere?  Questo potrebbe essere il risultato che ho immaginato, e siamo al 12 febbraio 2009.  L’Uomo Vitruviano è ormai armamentario del passato, e non fa più nè moda nè tendenza: è un dato acquisito nella memoria collettiva dell’umanità. L’Uomo del Futuro sarà assolutamente privo di peli superflui, anche se qualche fashion-gossip maestro del pensiero sta cercando di fare tornare i barbudos di moda all’inizio di quest’anno. Perchè porta la barba il principino di Inghilterra… l’ho portata anch’io in passato, ma ora preferisco radermi a zero assoluto, e poi affrontare il mondo assolato con la mente persino più fresca, e senza nulla che mi punge e mi irrita la pelle da alcuna parte.  I peli e le pellicce in generale mi ricordano troppo il mondo animale, e le scimmie in particolare. Lo so bene che veniamo tutti da lì, ma preferisco allora guardare l’evoluzione proiettata verso il futuro e non verso il passato… un bel salto evolutivo è quello che ci vuole… e un volo libero… i prossimi marziani, del resto, siamo proprio noi, o, almeno, i discendenti migliori dei noi di oggi… speriamo bene…  Certo, ma non solo… Leonardo è qui ringiovanito di almeno 30 anni, e in questa postura resterà fino alla fine dell’eternità… (finirà anche quella?) L’Uomo del Futuro sarà anche FOREVER YOUNG. Inoltre, l’ho immaginato con una canottiera estiva targata Dolce & Gabbana D&G www.dolcegabbana.it  che mette in bella mostra le tre corone da Re della Scienza e un libro aperto illuminato dalla Luce della Saggezza. Occhio, in questo caso, che non tutti i libri in circolazione sono illuminati da quella luce… anzi, a ben guardare, sono assai pochi…

…oh,… a proposito… questo particolare e molto misterioso Codice da Vinci 2009 si collega, tra l’altro,  anche ad altri pittori che hanno vissuto ed operato in periodi storici & spaziotemporali  molto vicini a quello di Leonardo da Vinci. Un esempio è Francesco Mazzola, aka Parmigianino (1503-1540). Supernoto è il suo "Autoritratto allo Specchio", un piccolo dipinto "sferico" di 24,4 cm. di diametro, eseguito nel 1523, oggi al Kunsthistorisches Museum di Vienna, Austria. immagino dovette essere sbalorditivo, ai suoi tempi… trasferendo la propria immagine, distorta da uno specchio anamorfico, su una tavola di legno di forma rotondeggiante. Opera anch’essa misteriosa, in chiave alchemico-filosofica. "…E perchè Francesco era di bellissima aria, ed aveva il volto e l’aspetto grazioso molto, e più tosto d’angelo che d’uomo, pareva la sua effige in quella palla una cosa divina…" (Vasari)  Cosa aggiungere oggi, che non ci stupiamo nemmeno di fronte al multiuniverso, alla fisica del nulla, alla materia oscura, alle supercorde ritorte in chissà quante dimensioni… e tanto altro ancora che qui non voglio nemmeno indicare… Evoluzione, questa sì… ma non darwiniana, in questo caso… nè tantomeno naturale… Evoluzione di altra natura, direi, beyond… quasi al di là della natura che conosciamo: fashionquarks, quantum-emanazione energetica che si realizza immediatamente riassumendo tutta la filogenesi dell’universo nell’ontogenesi di questo poster, che DOVEVA ACCADERE…e costruirsi da sè. Ecco il punto, e la linea, e la circonferenza… ma sono concetti da scuola elementare, questi, no?  qui mi fermo. STOP Fashion? D&G  www.dolcegabbana.it  …godetevelo tutto intero, e libera-mente!!!     …(altro che sfera… quante dimensioni ha, questo qui? e che geometrie??? …e altro???)

…continuiamo ripartendo nello spaziotempo indefinibile, da uno schizzo, uno dei tanti,  del Leonardo? …del 1478, "Madonna con Bambino e Gatto", disegno a penna, 13,2 x 9,5 cm., circa le dimensioni di una cartolina… Gabinetto dei Disegni e delle Stampe degli Uffizi di Firenze… che mi ha fatto subito venire in mente l’idea di completarla, di svilupparla, di super-evolverla in qualcosa di vagamente simile, nella struttura remota, ma completamente diverso e nuovo… quasi come giocare con il DNA della natura medesima…che si diverte con generi e specie che essa non sa distinguere e nemmeno sa che esistano nella realtà… e fare apparire un nuovo fenotipo di matrice pseudo-artistica… in quanto, più che altro, è di diretta derivazione scientifica…

…ah, le dimensioni sono universal-inflazionate allo standard ormai noto 50×75 cm., …e poi… sono presenti i gatti di Schroedinger… Ma se ne vede solo uno!  Infatti, l’altro, e tutti gli altri possibili appaiono sotto forma di formula matematica… Sono probabili, direi, e dipende, come tutti sappiamo, dal fatto se li guardiamo o meno… ma non solo, io, da profano di queste scienze, aggiungerei anche da COME li guardiamo… Inoltre, una scritta sotto la serie numerica dice: SE TU APPARI IO SPARISCO E VICEVERSA… mah, misteri della scienza e della tecnica, e, soprattutto, della fisica del nulla, unita ad una natura che ancora non conosciamo bene, anche se ci sembra il contrario.  Attenti all’uso della scienza, che, nelle menti e nelle mani di alcuni intellettuali esaltati a loro volta fondamentalisti, appare come una entità superna compiuta e perfetta, come una mitologica divinità, o come una religione perfetta e indiscutibile, mentre è un sistema in libera evoluzione a sua volta soggetto ad errori e correzioni, ed è strumento sperimentale, anzitutto, e rivoluzionario, sì, mentre procede con i piedi di piombo della ricerca e dell’esperimento tecno-logico nel fornirci la possibilità dell’unica forma di conoscenza valida della quale disponiamo per orientarci nella realtà e anche per indirizzarla a nostro vantaggio e benessere personale & collettivo. Ricordare sempre: SCIENZA IMPERFETTA.  Il banner stampato nel più alto dei cieli?  LA MATRICE UNIVERSALE DELLA MATEMATICA POTREBBE SCOPPIARE… come un pop-corn gigante?  o che sia, invece, ad esplodere, LA MATEMATICA DELLA MATRICE UNIVERSALE? almeno in quanto, giunti al massimo della nostra possibile espansione cerebrale intelligente imparentata con il mondo animale, recentemente con i quadrumani, non riusciamo più ad andare oltre quel punto, o quella linea curva (sarà realmente curva?) …mi fa pensare assai… troppo… meglio di no… RIPOSO! …RELAX…   …miao!…

…un’altra! una Bernoulli – Monna Lisa? Yeah, sarà la figlia della precedente? forse, saltellando come un canguro nell’ameba elastica dello spaziotempo… che tanto spazio e molto tempo NON è… poi… ma WHAT IS LIFE?  …è anche un  gioco libero con la morte e gli usa & restituisci corpi bio-logici così atomici, così cellulari, così effimeri, dell’evoluzione naturale… purchè non si arrivi alla morte & all’estinzione del gioco… quella mai & poi mai!  FASHION?  www.dolcegabbana.it , ma ri- creato da me-medesimo… x puro caso, x puro gioco…

…o come questa Madonna della Fruttiera, completata a gennaio 2009 da uno schizzo a penna di Leonardo eseguito nel 1478, 35,8×25,2 cm., Louvre, Parigi. Ha impiegato mezzo millennio a crescere ed evolvere… richiamata da uno spaziotempo lontano e da un altro, molto più vicino, che ulula come un lupo mannaro… proprio nel GIORNO DELLA MEMORIA, a ricordarci che la storia dell’uomo tende sempre a ripetersi con simili modalità, essendo sempre lo stesso il DNA che si tramanda nel tempo, quello del cavernicolo con la clava che oggi si autodetermina in ambienti e società un poco diverse, ma non troppo, alla fine… magari con la violenza più raffinata e ideologizzata… a proposito: SEMPRE ATTENTI AI FANATISMI, quelli che derivano dall’applicazione pratica di certi libri, e dalla diffusione di certi insegnamenti spacciati per verità assolute e indiscutibili… ciao Anna!  ALL MY LOVE… farei qualunque cosa per farti ritornare in vita… (per ora non si può… ma domani, chissà…)

Terra-Ombra e Biacca su Tavola: "La Scapiliata", 1506-08, 24,7×21 cm., Pinacoteca nazionale, Parma… non riesco nè a vedere nè a immaginare il colore dei suoi occhi… ma li ha, o è cieca? …e come sarà superevoluta, nell’anno di grazia 2009?

…così: Spettinata-Ripettinata (sembra un ossimoro, ma non lo è…) Mi ha fatto venire in mente la scuola, e, in particolare l’università… e il movimento lettarario della scapigliatura, la sua riedizione moderna del 1968, che in qualche modo in Italia sta ancora perdurando diffusamente, anche se un poco stancamente, e anche lo Sturm und Drang tedesco, similare… Hanno tutti a che fare con la gestione pop-olare della SAPIENZA, che dovrebbe non avere padroni del pensiero (continuo a ripeterlo) nè monopoli culturali di alcun genere, ed essere gratuitamente accessibile a tutta l’umanità, in tutte le sue forme possibili. Internet LIBERO ne è un  buon mezzo di diffusione, e, forse anche x questo, non pochi potentati vorrebbero controllare la rete e metterle la museruola, magari secondo il ben sperimentato sistema cinese.  Non c’è alcuna necessità di approfondire ulteriormente nè di perdere tempo a polemizzare. Molte università del Belpaese sono ancora fondazioni pubbliche gestite in maniera privatistica-personale, a a carattere piuttosto feudale, familistico, nepotistico.  Dell’università, poi, la cosa che mi piace di più è la GOLIARDIA, specialmente quella dell’Università di Padova, che non ha eguali… :) STOP Parola d’Ordine? La indica il banner: COSTRUISCI LA TUA LIBERA UNIVERSITA’.  I mattoni fondanti sono quei cuori diffusi dal cielo alla terra & viceversa, e, tanto per iniziare la VERA RIVOLUZIONE, basta ispirarsi a quello che c’è scritto sopra…  

…e continuare con quest’altra ennesima Monna Lisa, che cerca la "Verità", non mai assoluta, e sempre relativa… A proposito, utilissima l’indicazione, che TUTTI dovrebbero seguire, nell’ascoltare sì tutte le campane, EVITANDO, tuttavia, di UNIFORMARSI ai pensieri, alle ideologie ed ai dettati di moda, soprattutto di stampo ideologico-politico… il CONFORMISMO è il peggiore nemico della ricerca della verità e della LIBERA CONOSCENZA. Eppure, conformismo sociale & conformismo intellettuale viene obbligatoriamente richiesto dai "padroni del pensiero" autoreferenziali che da soli si sono così autodefiniti, a tutti coloro che si vogliono occupare di questioni culturali & intellettuali nel campo opportunamente "coltivato" del quale essi si sentono gli esclusivi proprietari. Sono diventati tali proprio in quanto, per CONFORMISMO INTELLETTUALE che essi hanno usato come arma di congtrollo e ricatto sociale, non hanno trovato quasi nessuno a contrastarli e a criticarli durante la loro ascesa al potere nei giornali, nelle case editrici, nelle università, nelle TV, in politica… in una complice rete collegata e interconnessa… e adesso dalle loro alte posizioni sociali, e dal cenacolo "colto" al quale partecipano anche i raccomandati amici degli amici, che essi stessi hanno selezionato in base a criteri di assoluta obbedienza intellettuale, sentenziano su tutto e tutti praticamente senza contradditorio, così come usavano, nei mitici anni ’70, GIUDICARE spietatamente tutto e tutti, definendo essi stessi i concetti di BENE & MALE, di GIUSTO & SBAGLIATO, ecc.;  Se si ripetessero i tempi della Rivoluzione Francese, questi eletti e osannati intellettuali da operetta farebbero tagliare la testa a chissà quante persone… iniziando magari da chi la pensa diversamente da loro… e qui mi fermo, STOP   (P.S.: una mente realmente LIBERA non deve avere alsun timore reverenziale di costoro che sono, alla fine, dei semplici furbacchioni che hanno usato la "cultura" come un cartello x fare carriera ed elevarsi quanto più in alto possibile nella società.  Occorrerebbe sì una RIVOLUZIONE CULTURALE in primis proprio nei confronti di tutti loro che hanno fatto la rivoluzione culturale, non di propria iniziativa, ma copiandola dall’estero, …ma è difficile, anche se la Storia ha sempre la tendenza a ripetersi. Oggi questi rivoluzionari all’amatriciana sono più borghesi e arrivisti dei borghesi arrivisti che contestavano.  Attendere dunque un ricambio generazionale? Serve troppo tempo, e il progresso del resto del mondo corre veloce, e, per fortuna, le idee e le ideologie cambiano, e quelle del passato non sono più nemmeno lontanamente applicabili alla realtà.  Meglio avere pazienza, e passare oltre. Nel frattempo, evitare di acquistare i loro settimanali e onnipresenti libri pubblicati dalle case editrici amiche, disertare le pallose e ripetitive conferenze che essi autopromuovono in continuazione sul nulla che pare il tutto, e cambiare canale quando appaiono, un giorno sì e l’altro anche, in TV.  Io mi regolo così, e sono felice.  Va benissimo anche fare una salutare passeggiata alternativa…e pensare ad altro…) NO AL MONOPOLIO PSEUDO-CULTURALE DEI PADRONI DEL PENSIERO, NE’ DI IERI, NE’ DI OGGI, NE’ DI DOMANI…

 

…avanti con il tango… "La Dama con l’Ermellino", 1489-1490, olio su tavola, 54,8 x 40,3 cm., Czartoryski Museum, Cracovia, Polonia. Era il ritratto di Cecilia Gallerani, che fu forse l’amante di Ludovico il Moro, la qual cosa si dovrebbe dedurre dal fatto che l’ermellino appariva nello stemma del duca. OK, dato che è anche in non buono stato di conservazione, lo ri-generiamo e lo riportiamo in Italia, che questa è la sua più adatta collocazione? dài! 

…Azz! ma in che cosa si è trasformata??? energymass universal overpass?  sarà mica riuscita a passare non solo al di là del bene e del male, ma anche al di là delle colonne d’Ercole del multiuniverso??  Al posto dell’Ermellino c’è Topolino! …a torso nudo, anche, come se fosse al mare… E Cecilia?  Ha sei dita, adesso… tra l’altro… si vede proprio che è transgenica… ha anche cambiato il colore degli occhi, mentre la pettinatura è quasi uguale alla sua lontana progenitrice spaziotemporale…  BOLD, dice l’asso di spade, in quanto la vita è una "lotta cooperativa"… fin che dura… e SMART, aggiungo sempre come atteggiamento mentale & fisico nei confronti della vita medesima… poi c’è una stella cometa… è da poco passato Natale 2008… LA FELICITA’ ATTIRA LA FORTUNA …dice il banner, e da saggi filosofi, aggiungiamo: MEGLIO ESSERE FELICI CHE INFELICI, così come MEGLIO AVERE UN MILIONE DI DOLLARI CHE NESSUN DOLLARO IN TASCA. Tutti lo sanno, no? Eppure c’è ancora chi su questi argomenti scrive intere enciclopedie, evidentemente non avendo di meglio da fare & pensare… mahhhh… Cecilia sfoggia anche un bell’orologio da polso, forse d’oro… Ai tempi della sua antenata era una grazia se c’era, raramente, qualche meridiana…e la vecchissima clessidra… poi, x fortuna, apparve l’inventivo Leonardo… (ma l’orologio da polso non fu partorito da lui…)   Però, anche Topolino porta fortuna… e Gastone ancora di più!

…ancora… "Ritratto di Musico", 1490, 44,7 x 32 cm. (piccoli di taglia, sì, ma enormi in venale valore commerciale, yes!) , Pinacoteca Ambrosiana, Milano… un musicista milanese, sì, forse Franchino Gaffurio, che era un conoscente di Leonardo… e adesso???

…adesso, come sempre, LET THE MUSIC PLAY! …una musica cosmica, per iniziare… Gamma Rays Bursts… immani rombi et esplosioni in lontane-vicine locations universali… musica, maestro… ma non c’è nessun maestro… bensì solo l’effetto caotico del grande petardo esploso con il big bang e la cui eco rimbalza nell’onnipresente fondo a microonde (se ben ricordo… attenti, che mi fido solo della mia vaga memoria, spesso fallace, e non vado mai per pigrizia a controllare sui testi se è vero o no!) … procedendo x approssimazione… e per collimazione dell’occhio con il bersaglio… Il musico, adesso ha 7 dita, ma gliene servirebbero molte di più per strimpellare le supercorde universali (ma le particelle, dove sono andate a finire?) …e poi giocherella con un ipercubo dalla strana forma… non è nemmeno più un cubo… del resto, tutto si trasforma, anche le cose che sembravano immutabili, e persino gli ancoraggi scientifici del nostro pensiero, alla fine, e il pensiero stesso, in ultimo… cosa diventerà??? e come finirà? anch’esso in un grande fuoco d’artificio cosmico con la scritta "Eravamo Esseri Intelligenti?"ma non ci sarà più nessuno a leggere quel banner… per non parlare degli ancoraggi letterari, che sono proprio fatti di carta… e non durano niente di niente… inoltre, al minimo soffio di vento… e con una fiammella accesa… è carta, infine… e l’infinito? nulla si crea, nulla si distrugge, che diventa anche tutto si crea tutto si distrugge, in qualche altra location… (?)    …nel multi-universo?  LET THE MUSIC PLAY…

oh, sì, e a proposito di musica, che razza di salto, anzi di libero volo, di palo in frasca abbiamo fatto mai? addirittura in Islanda, siamo andati a finire! e ad iniziare  …musica universale e geologia, deriva delle galassie e deriva dei continenti…tettonica a zolle e biologia… mi ha sempre affascinato l’Islanda, uno dei centri geologici più attivi del mondo… un’isola dal clima gelido ma dal cuore bollente… il top di un grandioso vulcano sottomarino, direi, e una superficie dai panorami mozzafiato… meglio ancora che essere sulla Luna… e poi, abitata da un popolo felice che vive nel progresso e nel benessere come fossero una piccola America a nord dell’Europa… anche se la crisi economica globale di questi ultimi anni si è fatta sentire anche lì, ultimamente… L’Islanda ha complessivamente la popolazione di una grande città europea, e molti abitanti sono imparentati tra loro… Una genetica particolare, nella specie politipica Homo sapiens… tutta da studiare, tanto che ho subito pensato: irradiazione adattativa delle popolazioni… isolamento riproduttivo… oh, sì, probabile inizio di nuove speciazioni… tanto che spesso ho immaginato che proprio da quel centro iperattivo e aperto alla modernità, al cambiamento, al progresso e all’evoluzione alla periferia della Terra potesse avere un giorno origine una nuova specie post-umana… ma servirebbe un numero enorme di anni probabilmente, e qui mi fermo…   Notare, alla location sud dell’isola, il luogo dove si trova il vulcano KATLA, bene in vista e scritto in caratteri grandi… Un punto di origine, dalla grande forza dinamica, che diventa anche musicale… & Co.,  

qui lo vediamo disegnato in una vecchia cartolina durante un’eruzione: 1918, a quanto pare. KATLA = Myrdalsjokull Glacier, collegato a sua volta con il CODICE DA VINCI 2009… non è possibile…e in che modo? chiederà qualcuno.  E’ possibile, sì… proprio come segue…

 questo poster, che è dell’inizio di febbraio 2009, solita misura standard 50×75 cm., è una speciale superevoluzione di un piccolo disegno a carboncino, 21×13,5 cm., eseguito da Leonardo da Vinci nel 1516. Il suo titolo è: "La fanciulla che indica al di là del visibile". Ne avevo estratto altre due-tre al tempo della mostra "Ushnetwork, 21 Faces for the Next Millennium" sponsorizzata dall’Istituto Marangoni Fashion and Design School of Paris, Milan, London, www.istitutomarangoni.com  location Milano, febbraio 2006, durante il Milan Fashion Week.  Allora i poster, che dovevano essere 21, furono raddoppiati in almeno 42, e la mostra di allora continua ancora oggi, autonomamente diffondendosi in altre varie stazioni evolutive del mondo, via mail-art. Una delle Maidens di allora forniva indicazioni quantistiche su come potrebbe essere il mondo subatomico al di là del visibile umano. Il discorso è assai complesso, e dipende molto da chi è l’osservatore, di quale specie di realtà, e di quale bagaglio di conoscenze e riferimenti dispone per farsi un’idea almeno approssimativa, se non precisa, di quello che vede. Tra gli stessi esseri viventi la percezione del mondo osservata da un batterio o da un elefante diventano immaginari mondi diversissimi tra loro, eppure si tratta dello stesso pianeta, e della medesima realtà, inoltre continuamente mutante, essendo soggetta a continua evoluzione. Fatta di "energia invisibile" dietro e davanti, prima e dopo la realtà visibile e sensibile. Fermiamoci, altrimenti possiamo procedere all’infinito su questi argomenti, e intanto la vita passa e se ne va mentre ancora non abbiamo compreso quasi nulla. OK, le maidens di allora non avevano alcun nome, mentre questa di oggi sì. Lei si chiama Katla, proprio come il vulcano dell’Islanda dalla quale proviene, avendo inoltre anche il sole caldo della Spagna che scorre nelle vene. Vive in Italia, attualmente, ed è musicista, oltre che essere stata bambina – prodigio. Conosce molte lingue, ha suonato con Joe Cocker e Bryan Adams, e, forse, è persino la cugina della cantante islandese Bjork.  Poichè la conosco e so che ha un’animo profondo di grande sensibilità ed una mente aperta, libera, pronta e giocosa, ho immaginato proprio lei nei panni di questa Maiden del Codice da Vinci 2009. Naturalmente è immaginaria, idealizzata e angelizzata così come è apparsa al mio pensiero dominato dalla fantasia sempre alla ricerca di cose nuove e interessanti: questo è il ritratto del suo essere così globale, così musicale, così sensibile, intelligente e anche fragile, ma fortissimo e dinamico. Lei indica oltre il visibile la MUSICA COME LINGUAGGIO UNIVERSALE. Ospite del poster è anche Albert Einstein a bordo di una strana macchina rossa, con una calamita in mano, che gioca, come un bambino di cinque anni, con l’elettromagnetismo, i quanti di luce ed i punti e le linee dell’infinito che, opportunamente stirati, allungati e piegati, formano le strutture spaziotemporali curve della relatività generale. TUTTO E’ RELATIVO, dice. Quasi Tutto è Relativo, penso io, mkodestamente. Il banner in alto indica anche che fortuna e sfortuna non esistono. Forse nell’universo quantistico no, ho pensato, ma nel mondo macroscopico credo di sì, e che dipendano sì in parte da noi, ma anche in buona parte dall’ambiente esterno in cui viviamo e con il quale siamo collegati da lunghe e complesse catene di retroazione di fenomeni ed effetti farfalla invisibili e lontani da noi che contribuiscono a creare la nostra sorte passata, presente e futura nel bene e nel male, a loro volta relativi, e sulla quale sorte a volte riusciamo ad agire, altre volte no. Spesso gli eventi sono invalicabili e allora bisogna costruirsi un bel paio di ali. Ecco la nuova specie post-umana.  "Al di là del visibile è qui ed ora", dice un altro banner più piccolo… quasi ad indicare che ogni al di là, per quanto invisibile ed ignoto, è sempre "al di qua"… (ma che filosofia?)… e, ancora, la domanda classica: che cosa è la vita? LA VITA E’ UN VULCANO QUANTISTICO, dice la risposta… che sorpresa! Come imprevedibile era, fino ad un attimo prima del termine del poster, il collage dei due angeli del fashion brand Piero Guidi  www.pieroguidi.com che ho ritagliato e incollato sull’abito della Maiden, bianco come i ghiacci roventi dell’Islanda. Trovate Katla anche su myspace, qui: www.myspace.com/katlahausmannlove    IO SONO LA  MIA CASA , dice lei, e anche UNA FRONTERA INEXPLORADA…   (…qualche volta lo sono anch’io…  )

 

…in volo sulle Hawaii, U.S.A., altre isole di matrice vulcanica… ecco, solo per ricordare un momento l’importanza dei vulcani per l’origine della vita. Microrganismi capaci di vivere ad altissime temperature sono stati recentemente scoperti proprio nei pressi di fiumi di lava in uscita da vulcani sottomarini… e, in superficie, i vulcani vengono presto colonizzati dalla vita microscopica trasportata dal vento, dalle piante in forma di semi disseminati dagli uccelli, da casuali arrivi di altra vita via mare, il tutto un una gigantesca rete dinamica autoevolutiva interconnessa che, invisibilmente, si collega alle molecole organiche presenti in varie locations cosmiche tra stelle e galassie… che arrivano qui…ed EVOLVONO…wow!

 

…questa mattina, il 9 febbraio 2009, mi sono svegliato con una strana idea in testa, ripensando al disegno di Leonardo riguardante la fanciulla che indica al di là del visibile. Per adesso, noi conosciamo l’esistenza della materia, visibile, e dell’energia, invisibile. Se guardiamo la materia in profondità, scomponendola in tutti i suoi atomi ed elettroni troviamo l’energia permanente ed eterna che costruisce l’universo intero e che decade da stati più elevati a stati più bassi della propria "purezza energetica", nel frattempo dando forma a tutto quello che esiste… OK, e allora ho pensato: e se qualcuno indicasse anche al di là dell’energia?  Ossia, potrebbe esistere ancora "qualcosa" (ma non dovremmo nemmeno definirlo così) AL DI LA’ DELL’INVISIBILE?  Non ne posso parlare, in quanto, anche se immagino uno stato che non sia nè l’uno nè l’altro, ossia nè energia, nè materia, mi vengono a mancare le parole, le idee si confondono, incontro le Colonne d’Ercole che mi fermano subito prima di entrare in una dimensione ignota & incomprensibile, e allora è meglio che esca a fare una bella passeggiata, o un giro in bicicletta, una nuotata in qualche piscina termale dove l’acqua abbia la temperatura di almeno 35 gradi, e lasciare questa idea abbozzata a chi è più bravo di me a svilupparla, sempre che ci riesca… :) un illuminista???   (P.S.: …guardando casualmente questa cartina geografica cosmica di galassie, ho notato come anche esse, e persino gli ammassi di galassie, siano ISOLE nello spazio-mare infinito… e poi, le forme che hanno… alcune mi ricordano certi organismi di matrice bio-logica al carbonio, come le stelle marine, per es., che, non x caso, sono state in certo modo nostre progenitrici…   e, ancora, che persino il nostro universo sia un UNIVERSO-ISOLA?  …non solo un elettrone immenso, ma anche una specie di vulcano iperattivo? …credo di sì… è anche questo…

…ehi, ma quale personaggio è saltato casualmente fuori dalla base del vulcano universale che è anche la cima fumante e ribollente di energia infinita che cerca la sua ignota meta rimbalzando nella luce fuggente da una origine ignota ad una fine sconosciuta? Janis Joplin… un mito-rock degli anni a cavallo tra ’60 & ’70… morta tragicamente proprio nel 1970. Cosa ha a che fare con questo Codice da Vinci?  forse nulla… ma è collegata con il Musico di Leonardo… e con la Musica, e la sua conservazione, ed evoluzione. C’è una bella differenza tra la musica dei tempi di Leonardo e quella moderna… e il salto evolutivo di circa 500 anni pare un nanosecondo nel tempo universale… In questo pic Janis è carina e sorridente, ironica e intelligente… ma ama realmente la vita?  "No Reason for Livin’ " fu uno dei suoi pezzi musicali, quello che ho notato maggiormente dal titolo, collegandolo con il resto della sua vita, e con l’universo medesimo che l’ha prodotta…  (ti conosco, Janis, anche se non ci siamo mai conosciuti… sì, in questo universo parallelo…) <3

…Così Janis è ritornata questa notte dall’eternità fino a qui, e viceversa, per poi quindi ripartire.  Ha lo sguardo più triste, adesso, come se avesse conosciuto e compreso molte cose in più riguardo alla domanda eterna "WHAT IS LIFE?" … ed a come la vita andrebbe affrontata e vissuta. La vita è tutta CHIMICA, e il suo mantenimento ed evoluzione è tutta AZIONE & REAZIONE CHIMICA, azione a livello di elettroni che si legano e si slegano, e di reazioni che si collegano e si sviluppano.  Ho sempre pensato che vivere bene la vita sia in un certo senso come sviluppare una reazione chimica. Se lavoriamo in maniera corretta, la reazione si sviluppa senza grossi problemi ed ha un buon risultato finale. Se commettiamo errori, la reazione si turba, prende strade diverse e inaspettate, si blocca, degenera, esce di pista, capovolge il proprio equilibrio, termina nel caos, nella distruzione, nel crash finale. L’ho detto in modo semplice, ma la complessità del sistema è enorme, e sulla reazione chimico-fisica della vita influiscono una serie infinite di altre reazioni chimiche e di eventi inaspettati e imprevedibili, che possono egualmente distruggere tutto anche se abbiamo operato bene.  E allora? come la mettiamo?  Come sia sia, Janis mi ha parlato dall’universo quantistico, ed oggi mi dice: MOLTE RAGIONI PER VIVERE… eccome. Iniziamo da qui una vita nuova in un mondo nuovo, che sarà molto probabilmente come noi vorremo che sia… Oggi Janis lancia un appello al mondo: NO DRUGS, THANKS.  Se ci si pensa bene sopra, NON C’è ALCUNA necessità di assumere droghe, le quali non producono alcun effetto stupefacente su una realtà che è essa stessa stupefacente a saperla osservare, come stupefacente è la nostra intelligenza, che a volte è anche molto stupida. Sì, lo sappiamo bene, la vita è a volte terribile e il mondo duro e cattivo. Una ragione in più per diventare PIU’ FORTI e NON PIU’ DEBOLI… chiaro?  Poi, a riflettere un momento, è più rivoluzionario e sovversivo NON drogarsi anzichè drogarsi, spesso per semplice imitazione sociale o per essere accettati in alcuni gruppi di interesse che servono solo, infine, ad aumentare la crisi dei valori del libero Occidente. Nei paesi musulmani illiberali e autocratici il problema non esiste: drogati e spacciatori finiscono spesso alla pena di morte: meditate, people, meditate… Inoltre, non acquistare droghe serve a mettere in crisi il mercato miliardario gestito dalle mafie locali e internazionali. Quella sì sarebbe una bella beffa, per loro!  Ciao Janis, se potessi ti farei tornare in vita anche biologicamente. Per ora, accontentati di questo ritratto che ti ho fatto al volo con il look con cui mi sei apparsa. Domani si vedrà… a volte scienza & tecnica fanno miracoli… ma dove sono finite le tue collane???  Probabilmente nell’universo subatomico della fisica del nulla le collane (e tante altre cose) non servono a nulla… 

…poi, non ne conosco il motivo: per caso faccio un collegamento con un altro cantante, questa volta italiano, che istintivamente unisco al Musico di Leonardo, come se il lungo tempo passato tra i due fosse solo un nanosecondo. Fabrizio De Andrè, anche lui assai attivo in Italia negli anni in cui Janis cantava in America.  Fabrizio mi ha sempre affascinato in quanto UOMO LIBERO da tutte le schiavitù ideologiche che hanno accompagnato spesso la carriera di altri cantanti. Del resto, essere un poco anarchico significa, nel senso migliore del termine, non avere padroni, ma, allo stesso tempo, non essere il padrone di nessuno, e lasciare tutti liberi come singole entità autonome. L’Uomo- Principato… sarebbe il massimo, e la società si potrebbe comporre con le interazioni affettive e intelligenti di tutti gli uomini liberi tra loro, senza che nessuno comandi, e sapendo tutti quanti come essere e che cosa fare nelle varie situazioni, spontaneamente, e nel modo migliore. Un poco come mettersi d’accordo ad un incrocio dove non esistono segnali, e tutti con cavalleria e tatto.  Utopia, certo… ma in un mondo ipotetico del futuro… chissà… Certo dovremmo diventare tutti specie di "superuomini" , forti, intelligenti e saggi, per poter accedere a questa forma di società perfetta… Per ora, accontentiamoci anche dell’elogio dell’imperfezione, come ci ha a suo tempo spiegato la Rita levi-Montalcini (sorry, non l’ho mai letto, ma il titolo non mi dispiace… imperfezioni ne ho molte anch’io… come tutti, del resto… ) Ciao Fabrizio… ANTIGRAVITA’ …   (il poster è del 2006, ma in realtà non ha età…)

…un’ospite spaziotemporale qui inattesa… e misteriosa… in quel Ritratto di Dama che potrebbe essere stato eseguito nel 1480 da Leonardo, ma anche da Giovanni Ambrogio de’Predis (1455-1509)… ritratto oggi collocato anch’esso alla Pinacoteca Ambrosiana di Milano… e che potrebbe forse essere di Beatrice d’Este, moglie di Ludovico Sforza… e adesso, che cosa accadrà, se il dipinto della Dama s’incontra con quello del Musico? 

…è amore a prima vista, con la generazione quantum-meccanica di un nuovo poster… Qui appare l’Amore per quello che è in natura, e, sotto sotto, anche per gli esseri umani che sono parte integrante dei medesimi processi ambiental-biologici selettivi ed evolutivi ai quali sono soggetti tutti i viventi. Il vecchio gene egoista usa DNA & RNA a caso e oculatamente per massimizzare la fitness, che, nel mondo evoluto degli uomini, coincide assai con la quantità di denaro e potere posseduti dai singoli, che cercano, nell’incrocio genetico, di potenziare ulteriormente il proprio capitale con reciproco vantaggio… Però, se le cose funzionassero solo così, non esisterebbe nemmeno un povero sulla faccia della Terra… Dunque, entrano in gioco molti altri fattori, e, al solito, l’imprevedibilità che scompiglia anche i piani genetico- sociali più accurati… Franchino, Beatrice e il Culto del Denaro e del Potere che, a quanto sembra, è ovunque diffuso e ambito nel mondo, comprese quelle locations del pianeta che ancora si ispirano ad ideologie egualitario-pauperistiche, per la maggioranza del popolo, certo, mentre i loro leaders ne sono esenti, e vivono nella ricchezza e nell’agio, nel culto della personalità (propria) e nella detenzione assoluta del potere… già, alle influenze assolutistiche del gene egoista, che massimizza anche socialmente la propria fitness ancestrale, è ben difficile sfuggire, per quanto la raccontino e menino intellettualmente in ogni modo il can per l’aia…   Sorvolando e passando oltre, questo poster si può intendere in molti altri modi. In puro stile Fashion, per esempio… e può anche indicare un’allegoria relativa all’economia globale, con l’incontro e l’alleanza di grandi brands commerciali che si uniscono per affrontare e reggere meglio la concorrenza dei mercati mondiali, sempre più forte e agguerrita… Inoltre, dietro le quinte, questo poster è anche PROFUMATO… sì, fashionquarks, ancora una volta, con tutto il loro charm possibile e immaginabile, ai Feromoni: http://www.fragrance-gift.com:80/Pheromones-Perfume/DolceGabbana/ 

…mi è venuta in mente x caso, oggi, che siamo al 22 gennaio 2009, fine-mostra che continua qui… ripensando all’economia globale… cosa potrebbe accadere se una Monna Lisa cinese diventasse giapponese?  Ossia: se la Cina in fase di ammodernamento evolutivo diventasse come il Giappone?  un Giappone di un paio di miliardi di abitanti, in futuro… come si sposterebbe l’asse e il peso delle potenze economiche che sono anche potenze militari?  …ma quante domande!  …intanto pensiamo a goderci il momento attuale…  (e ci sono anche i Beatles, e Filippo Tommaso Marinetti… RIVOLUZIONE in vista!!!  

…oh, a proposito di Futuristi, e del passato, del presente e del futuro… ecco un altro disegno preparatorio probabilmente di un ritratto mai portato a termine, qui eseguito a matita e pastello su cartoncino: una magnifica incompiuta: Isabella d’Este, mecenate di artisti del suo tempo, 1500, 63×46 cm., Louvre, Parigi.  In che modo evolverà nel 2009?  …ecco…

…proprio così… l’immagine, ora superevoluta a pastello a cera su carta spolvero 50×75 cm., riporta nuovamente qui Isabella, immaginata mentre autocompiaciuta guarda il proprio look riflesso su uno specchio quantistico universale, di quelli che sono collocati al di là del bene e del male.  Fa anche di più: è diventata talmente narcisa e si ama al punto tale che decide ad un certo momento di baciare la propria immagine specchiata, ed inizia a farlo naso-contro-naso, secondo l’uso degli esquimesi. Pare strano, eppure, se provate a baciarvi su uno specchio a superficie piana, è proprio il naso a toccare per primo la propria immagine sulla superficie dinamica del vetro. (ma non era statica?) Mi bacio sull’abisso cosmico, dice il motto scritto sul colletto di Isabella. E in quale luogo? a Vieste. Perchè proprio lì? si chiederà qualcuno.  Forse per una semplice questione di rima Este/Vieste.  Tuttavia, VIESTE può anche essere inteso come VI sigla della provincia di Vicenza, ed Este, che è un ameno paese in provincia di Padova collegato con una strada piuttosto panoramica con Vicenza. Pare quasi arrampicarsi sugli specchi, questo concetto. Sarà che ad Este ho vissuto per un anno, molti anni fa, e l’ho trovata una cittadina simpatica, divertente, e anche assai popolata di belle ragazze, come tutto il Veneto, del resto.  Tuttavia a Vieste, sul Gargano, c’è un clima migliore, e si può fare il bagno quasi tutto l’anno in un mare ancora bello e attraente. Cosa c’entra tutto questo con la notizia in alto: HUNTINGTON SBAGLIO': SARA’ PACE GLOBALE ? Questo è uno dei misteri di questo modernizzato CODICE DA VINCI 2009, e ce ne sono molti, anzi, moltissimi altri nascosti nei collegamenti tra i vari poster, ed occorrono molte chiavi di lettura x decifrarli, una delle quali è la CHIAVE UNIVERSALE, che solo pochissime persone, purtroppo, posseggono, e che non basta solo possedere, ma bisogna anche sapere usare… come tutte le cose, del resto…   (P.S.: quanto è energetico, lo sguardo di Isabella? da una pupilla sboccia un fiore, dall’altra un frutto. Sarà il frutto dell’Amore? una ciliegia? e poi, ripensavo stamattina, quale delle due è l’immagine originale e quale quella specchiata??? …ahi ahi, qui meglio fermarci, altrimenti bisogna iniziare a scrivere la solita enciclopedia… ) E i Futuristi, cosa c’entrano?  c’entrano, c’entrano, e sono bene collocati & in bella vista…

…la Vergine delle Rocce…1483-86, 199×122 cm., Louvre Museum, Parigi, F;  in primo piano, enigmatico, sì, misterioso, e anche trasformato in una nuova "Annunciazione" 2009…

…AVRAI UN FIGLIO ARTIFICIALE… quando? presto, appena scienza e tecnica, che stanno da un certo tempo ben lavorando sul tema, saranno pronte… un figlio magari anche concepito e cresciuto senza più la necessità dell’utero femminile… così, se lo desideri, puoi anche restare vergine x sempre… Inoltre, esente da difetti e imperfezioni che la natura è sempre generosamente pronta a distribuire a piene mani alle proprie creature, abbandonandole quindi al proprio destino… Futuro, arriva presto! La Storia è cambiata, anche se la fisica del nulla è sempre la stessa… ma ogni tanto arriva qualche sorpresa… un altro Charles Darwin?  ma che capelli ha questa Madonna? pare aver riconcentrato i colori delle acque, dei boschi e delle rocce in una nuova fashion – pettinatura… Fashion Quarks? …anche… se la fa e se la canta tutta da sola… e il Grande Fratello, dove è? e, soprattutto, CHI è???  Ma sono io!!! 

…l’occhio è la finestra dell’anima, cioè della mente… giusto a proposito: La Belle Ferronière, 1495-98, Louvre Museum, Parigi, Francia… quasi certamente il ritratto di Lucrezia Crivelli, che succedette a Cecilia Gallerani negli amori del Moro…

…e così… ecco come ritorna tra noi tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio del 2009. Fashion Mind, tanto per cominciare, con la ricerca della quadratura del cerchio… Per puro caso è nato il collegamento al banner in alto, dopo che avevo osservato in questi giorni la copertina di un libro di Rita Levi Montalcini, intitolato "La Galassia Mente".  Bel titolo, poi il libro sarà da me letto assai difficilmente, dato che sono alle prese ancora, ormai da circa due anni, con la lettura dell’Universo in un Guscio di Noce di Stephen Hawking, libro del quale sono riuscito a rosicchiare qualche pagina qui e là a caso,  e a guardare in genere le figure, e nemmeno tutte. Accidenti, non ho mai abbastanza tempo, nè sufficiente voglia di impegno, e mi stanco subito di tutte le cose che mi sembrano sempre vecchie anche quando sono appena nate. Devo anche, di conseguenza, essere molto selettivo… ma come fare, senza fare torto a nessuno, dato che soprattutto in Italia gli scrittori sono in numero infinito? C’è solo una strada: leggere Topolino, che è anche un poco filosofico, ogni tanto. Così continuo ancora a giocare come quando avevo cinque anni. Orrore, dirà qualche anima colta perduta nella propria compiaciuta autocontemplazione di sublime & ricamata intelligenza , ma a me piace così.  Il libro di Rita sicuramente immagino indicherà il concetto cosmico di una Galassia Via Lattea a suo modo "intelligente", con la sua organizzazione atomica e molecolare in forme biologiche al carbonio di matrice stellare tra le quali noi umani abbiamo sviluppato, in milioni di anni di evoluzione una ancora primitiva forma di intelligenza, e conoscenza che, di riflesso, possiamo attribuire alla galassia, ma anche all’universo, a questo punto.  Ho anche pensato, però, sempre giocherellando con i concetti, che il titolo del libro potrebbe anche essere inteso in un altro modo: la Galassia Mente, ossia dice bugie. Infatti, se ci pensiamo, l’intelligenza di bugie ne produce e dice parecchie, e parecchie bugie ripetono anche, a volte ad arte, altre no, anche i giornali, la tv, la politica, i rapporti umani stessi, che sono spesso costruiti sulla simulazione e sul tentativo, per alcuni quasi permanente, di ingannare gli altri. Non illudetevi, anime buone, lo fanno (quasi) tutti, e dappertutto, e in qualunque spaziotempo.  La natura stessa produce da un lato verità relative, e dall’altro bugie, inganni, strutture e situazioni che sembrano e non sono, trappole, tranelli, ecc. Dunque, possiamo dedurre da questo panorama complesso e variegato che la Galassia Via Lattea da un lato è intelligente e dall’altro la sua intelligenza produce anche bugie e falsità, che sono comunque al di là del bene e del male. Tutto sembra a volta essere un tentato collaudo ambientale e biologico di tutte le cose che esistono, e che spesso, anche se costruite in maniera mirabile, soccombono ad un imprevisto qualunque, semplice e micidiale come un virus oppure immane e catastrofico come il collasso del sole.  Anche la stessa ricognizione della realtà e la definizione di Verità e Falsità sono categorie UMANE.  Per altri possibili esseri viventi non avrebbero senso, a partire dal resto del mondo animale e vegetale che esistono, cercano di sopravvivere nel modo migliore e più adatto possibile, senza altra morale che l’immediata sopravvivenza, con relativa auto o eterotrofia, cooperazione & predazione e riproduzione del sistema nel tempo, e stop.  Qui mi fermo anch’io, x adesso, e meglio che non inizi mai a leggere quel libro, altrimenti chissà che cosa altro potrebbe venirmi in mente…   P.S.: ma i numeri, mentono anch’essi? Loro di per sè probabilmente no, anche se non ne sono certo al 100%… ma dipende assai da chi li usa e dal modo in cui vengono usati…e  abusati, a volte…

…e questo Simpson, da dove arriva???  www.math.sfsu.edu  …ma che gioco è questo??? Ci vorrebbe Piero Angela a spiegarcelo… lui sa tutto, e anche di più… ed è il progenitore di una stirpe assai adattativa ed autoriproduttiva di giornalista scientifico da tubo catodico, con la tendenza parentale alla dinastia televisiva…    (io sono invece molto più ignorante di Socrate, perdonatemi…, e poi, sono ancora solo studente… e conosco i miei limiti…)

…un gioco iperbolico, tanto x cominciare… e topo-logico… Però… il tutto iniziando da questo ritratto di Maddalena Doni, 1505, 63×44 cm., Palazzo Pitti, Firenze… eseguito da Raffaello Sanzio, il quale, si presume, a primo colpo d’occhio, si sia ispirato alla Monna Lisa di Leonardo da Vinci… La nobildonna è infatti raffigurata in una posa molto simile a quella della Gioconda, della quale, tuttavia, non ricalca il sorriso cosiddetto enigmatico, e che io definirei piuttosto biologico-istintivo-automatico… Anche il paesaggio dello sfondo è diverso… e allora… e adesso, in che modo la possiamo rivisitare e, come sempre, superevolvere verso il futuro? …con un nuovo look, anzitutto… via i kg di troppo… subito… esercizio fisico, dieta e chirurgo estetico… oggi si fa così…   ieri servivano i pittori di corte per ritrarre i soggetti con un aspetto migliore di quello che avevano in realtà… mentre, all’alba del terzo millennio si cerca di cambiare realmente la propria situazione fisica che non piace o porta con sè "difetti di fabbrica", e mutare i connotati biologici che prima dovevano essere solo accettati passivamente, e "filosoficamente"…

…operazione dimagrante e snellente! quindi, un lancio nell’iperspazio… direttamente… per ritornare qui proprio in forma iperbolica-topologica… Ecco, anzitutto iperbole è mescolare i nomi ed i caratteri dei due geni… ed appare Raffaello da Vinci, che non è mai esistito, nella realtà del suo tempo… e tuttavia esiste da adesso… qui ed ora… Quindi la materia oscura… ma lo sfondo è bianco! …appunto… la materia oscura potrebbe essere talmente nera da trasformarsi in superbianca… perchè no?  …e sorvoliamo sulla rimanente complessità del sistema, altrimenti dobbiamo stare qui a scrivere per giorni, ed è quasi l’ora dell’happy hour!  Mau-Mau? LOL! …questa è scienza giocosa… chiaro? scuro!  ciaooo    a proposito di iperboli, perchè andare solo a fare quattro passi?  Io ne faccio almeno ventimila al giorno, senza nemmeno accorgermene, certificati dal mio contapassi Yamaha, semplice ed efficace! Ne ho provati altri con cento funzioni aggiuntive, ma sono troppo complicati… e così restano e resteranno chiusi nel cassetto dei gadgets elettronici fino alla fine del tempo…

…adesso un incrocio transgenico ripensato in chiave artistico-evolutiva… e altra domanda: come potrebbe essere uno scambio di DNA tra la Monna Lisa e Marilyn Monroe?  …avrebbe questo aspetto?  …chissà… si sono incrociate, in questi giorni anche la FIAT italiana con la CHRYSLER americana… se sono rose fioriranno… tuttavia, le Borse avrebbero dovuto reagire con entusiasmo… ma non è stato così, tanto che mi viene al solito da pensare che le quotazioni e le indicazioni delle Borse NON corrispondano alla REALTA’ delle situazioni industriali, nè economiche… viviamo in un universo a bolle, del resto… che spesso diventano anche speculative… Torniamo a fare gli agricoltori, che almeno la Terra ed i suoi prodotti sono reali e tangibili?  …nemmeno quello, a ben guardare la scomposizione della materia fino all’universo quantistico dove tutto scompare nel caos e nell’indeterminazione… oh!  eppure fiori, frutti e semi della vita ritornano proprio da lì…e continuano ad evolvere…!!!

…a proposito ancora di "numeri" matematici e iperboli varie… il sig. Lorenzo Cybo, capitano della Guardia del Papa, nel 1526 circa, sentendo della fama del Parmigianino, in quei tempi di passaggio a Roma, gli chiese un ritratto. Lorenzo era un uomo molto bello, e altrettanto fascinoso risultò il dipinto, ora allo Statens Museum for Kunst di Copenaghen, DK. Ripensavo a larghe vedute e da lontane traversate spaziotemporali alla matematica (scienza della quale sono assolutamente ignorante, ma che in un certo senso comprendo istintivamente) e alla sua relazione con la storia dell’umanità, che è stata almeno al 90% una storia di lotta e di guerra. Guerra anch’essa in evoluzione fino a diventare "Arte della Guerra", e anche Matematica e Geometria della Guerra… basta pensare alle guerre asimmetriche di oggi, per capirci subito… Allora, anche quel ritratto di Lorenzo Cybo è a sua volta cambiato ed evoluto nel tempo. Via il vestito dell’epoca e anche lo spadone. Meglio i missili, oggi, e l’intelligence. Si fa molto prima, anche se è dura lo stesso, e non sempre si vince anche quando in apparenza si vince la guerra. La guerra dovrebbe essere usata solo come estrema ratio, e, se si decide di farla, bisogna andare fino in fondo, a qualunque costo, oppure meglio astenersi.  Via anche il paggio… siamo in tempi di crisi, e, per prima cosa si risparmia sul personale. Tuttavia è un errore, questo, se il personale è valido. E poi, bisogna in qualche modo ugualmente ricollocarlo da qualche altra parte, altrimenti diventano pesi passivi e rancorosi pericolosi nel tempo per lo stesso equilibrio della società.. Vabbè… Lorenzo non solo adesso ha un nuovo look, anche senza il berretto rosso con la piuma, ma il suo stesso  nome è trasformato in Lorentz, e nelle sue trasformazioni… già… a partire da Galileo, che con il papato fece un lungo braccio di ferro… Rapporto papato/scienza che si ricollega a questo poster… e religione e guerra, le quali, anche se non pare, sono anche intimamente collegate… e per tornare ad Einstein alla velocità della luce, alla relatività generale e quant’altro. Tanto basta, e avanza. fermiamoci qui, altrimenti ci annoiamo troppo.  Nota finale? come indica il banner in alto: LA MATEMATICA E’ UN’ARTE BELLICOSA, eccome, anche se, a prima vista, non pare, e spesso è noiosa, difficile, e ci rompe i c*… e anche la testa, se ci piove sopra una bomba creata ad arte con una semplice formula 2+2=3 (o 4?)…

Scuola di Leonardo da Vinci, "Gioconda nuda", 1515, San Pietroburgo, Hermitage… la facciamo ritornare in Italia?  …che tentazione… dài… e la Super-evolviamo, anche!

…rieccola, gennaio 2009, di nuovo tra noi, sempre nuda (se c’è ancora oggi gente che si scandalizza davanti ad un nudo, immaginiamoci ai tempi di Leonardo…) come Nuda è la Verità… a proposito della quale, cominciamo con il motto in alto: LA VERITA’ E’ UNA BAMBOLA NUDA CHE PUOI VESTIRE NEL MODO CHE VUOI… (una bambola di carne umana, e anche gonfiabile!) …teorema umano-universale, questo. La TV è maestra in quest’arte che ha semplicemente imparato dall’umano troppo umano dell’homo sapiens, che è anch’egli una scimmia nuda che si veste, alla fine.  Quindi: LA TV CREA GLI EVENTI CHE CREANO LA TV … ma guarda, chi l’avrebbe mai detto?  e, ancora: LA TV FA GLI UOMINI CHE FANNO LA TV… ooohhhh, incredibile!  La TV, infatti, è progettata e costruita da e per l’uomo medio, che lì trova il proprio specchio riflessivo e ripetitivo delle massime e minime brame di chiunque si faccia soggiogare dall’apparecchio elettro-tecnico, il quale, poverino, non ha colpa alcuna di come viene usato.  CHIUNQUE PUO’ ANDARE IN TV E DIVENTARE UNA STAR.  Si vede subito in quanto non è la stessa cosa, per es., fare l’attore nel mondo del cinema… o in teatro… Tra tutti i TV-maniaci, quelli che mi fanno più sorridere sono gli uomini di scienza, anche ben titolati, che sgomitano come veline pur di farsi vedere, e che, a volte, pur di attirare l’attenzione del piccolo schermo, si dedicano anche al dibattito furioso e alla provocazione, LOL! …ma guarda, il primo esempio positivo, invece, che mi viene in mente, è, ancora una volta, quello di Gregori Perelman, il matematico russo che ha risolto il centenario Problema di Poincarè. State certi che non lo vedrete MAI in TV, così come non si è nemmeno presentato a ritirare il premio da un milione di dollari che gli spettava. Incredibile, vero?  …mentre altri suoi colleghi ben più noti e popolari, maestri della chiacchiera che non sono nemmeno degni di lustrargli le scarpe, fanno capolino il più spesso possibile sul piccolo schermo a spiegarci cose che nessuno sapeva in precedenza, come il fatto che la Terra ruota attorno al Sole, che Galileo fu processato dalla Chiesa, o che Dio non esiste. Cose note da qualche secolo, che sembrano chissà quali novità, mentre servono solo agli attori per scatenare le scaramucce ideologiche, pompate opportunamente dai media,  che consentono loro il presenzialismo mediatico e la pubblicazione di libri mensili taglia e cuci. E il bello è che le controparti abboccano all’amo… da non credere… Così, mentre questi eroi intellettual-chic del piccolo schermo, a volte dal look impresentabile, ma va bene così,  si dedicano al culto della chiacchiera colta e battagliera, Gregori Perelman, in disparte, in località ignota, e zitto zitto, risolve il problema irrisolvibile, e poi sparisce, passando OLTRE, al punto che nessuno sa dove si trovi esattamente. Anche questa è’ una NUDA GIOCONDA CHE NON VA IN ONDA.  Scusate il mix anglo-italiano, dovuto solo a questioni di rima… Inoltre, questa Gioconda NON ha pretese. Non dice nemmeno di essere Arte. Esiste, è una struttura universale come tutte le altre, fatta degli stessi atomi ed elettroni, ed è NUDA come una VERITA’ da rivestire, se volete, come vi pare & piace, e basta…  

questo poster è stato estratto e superevoluto da un disegno di un allievo di Leonardo: un angelo dell’Annunciazione abbozzato du un foglio di studi di Leonardo da Vinci per la battaglia di Anghiari, 1503-05, Royal Library, Windsor, U.K.; Qui l’angelo ha preso forma e colore, ed è sempre collocato su uno scenario di guerra e confronto, questa volta non locale, come le guerrette campanilistiche, per quanto crudeli e sanguinose, nel loro piccolo, dei tempi di Leonardo, ma riflesso su un’arena globale. Confronto del terzo millennio tra Civiltà Occidentale e Islamica, che ha una valvola di sfogo permanente e locale, ad es., alla frontiera bollente tra Israele e Palestina, ma anche tra U.S.A. e Iran, e tra mondo arabo ed Europa.  Senza andare oltre, e ascoltando tutte le campane degli esperti del ramo, che sono di numero infinito,  e che spesso sono utili solo ad aumentare la confusione e a non offrire soluzioni PRATICHE per risolvere i problemi, personalmente sono convinto che, con un poco di pazienza, sarà il mondo islamico, alla fine, ad adeguarsi agli usi e costumi occidentali, come quelli della LIBERTA’ e DEMOCRAZIA, che sono un target troppo allettante per potervi rinunciare in favore della repressione e della dittatura.  L’UMANITA’ VUOLE STARE BENE ED ESSERE FELICE, questo è il punto, e anche le nazioni più arretrate e fondamentaliste finiranno per adeguarvisi. Certo non sarà purtroppo una cosa nè facile, nè semplice, nè immediata e, come al solito, dovrà scorrere molto sangue, anche in quanto i vecchi poteri forti che per secoli sono rimasti indisturbati ad opprimere il popolo non cederanno facilmente, ed useranno qualunque mezzo per autoconservarsi quanto più a lungo possibile. Tuttavia la loro sorte è segnata. Anche per il fatto storico che TUTTE LE DITTATURE, prima o poi, finiscono distrutte o da una guerra esterna o da una rivoluzione interna. E’ solo questione di tempo, sì, ma un tempo che può essere ancora lungo. Dunque, se possiamo, diamo loro una mano, e soprattutto, facciamoli sentire, quando sono in mezzo a noi, come fossero parte di noi… uomini, appunto, …Homo sapiens che vuole essere FELICE e vivere nel BENESSERE e nella LIBERTA’… certamente…   (…o no? …)

…a proposito di angeli e di voli liberi… per caso, ma non casualmente, compare un’altra Monna Lisa… con tanto di occhiali da pilota arreonautico dei tempi che furono, che potrebbero anche essere usati come occhialini da nuoto… del resto, volare è un poco simile a nuotare, almeno se ci proviamo senza apparecchi meccanici… Bè, x ora voliamo con la fantasia, come sempre… E’ bello fare anche i voli più audaci e iperbolici, come quello di Icaro e anche meglio di lui… usando qualunque mezzo o strumento utile allo scopo, sì… e in ogni location di questo pianeta e dell’infinito medesimo…e  passare oltre, anche, non dimenticando mai, tuttavia, di portarsi dietro, come minimo un paracadute, e anche più di uno: non si sa mai.  Al disegno piramidale di Leonardo che progetta un paracadute corrisponde la forma dell’orecchino della Gioconda. Può darsi che in futuro un paracadute nanotecnologico possa stare dentro un otrecchino, o in un portachiavi, così lo possiamo portare sempre con noi quando voliamo nell’aria, ma che si possa anche trasformare in un salvagente se siamo in acqua… insomma, per concludere veloci, una specie di generetore quantistico che sia in grado di creare sul momento l’oggetto di cui abbiamo bisogno. Sarebbe meraviglioso, e potrebbe anche presto accadere.  Bene, passiamo oltre. E’ BELLO VOLARE AVENDO UN PARACADUTE, così come è fondamentale, in tutte le cose della vita, essere PREVIDENTI e LUNGIMIRANTI, anche se spesso non serve nemmeno quello, dato che certi imprevisti sono veramente imprevedibili. Pazienza.  Però, questa Icaro-Monna Lisa se ne va in giro a cercare neutrini presso Pisa… ma quali specie di neutrini potrebbe trovare nella bella & simpatica città toscana?  Neutrini simili, anzi, uguali a tutti gli altri neutrini che esistono in qualunque altra location di questo universo… (che si tratti di un universo, a suo modo, comunista? …chissà, tuttavia a volte è anche fascista, e molto spesso è tirannico e dittatoriale, e molto crudele, e assai poco buonista…)

Bottega di Leonardo, "Leda con il Cigno", 1504-10, 112×86, Galleria Borghese, Roma… e un dipinto simile, "Leda e il Cigno", 1506 (?) visto come disegno preparatorio, 30,8×19,2, prodotto da Raffaello Sanzio, ora alla Royal library, Windsor, UK… ma che cosa mi hanno fatto venire in mente?  …non solo la storia della vita e dell’evoluzione naturale sul pianeta Terra… ma anche la storia e l’evoluzione della "cultura" nelle società umane…

…questa, del gennaio 2009, è "Leda & l’Anaconda", che ricapitola, nella sua ontogenesi moderna e attuale, l’intera filogenesi della storia dei sistemi culturali sulla faccia del mondo, e soprattutto nel nostro amato Belpaese… il quale fatica ancora molto a liberarsi delle scorie intellettuali-fondamentaliste del passato, come un organismo a lungo intossicato… mentre non si accorge che il mondo è profondamente cambiato, e cambierà ancora di più in futuro… La cura?  E’ indicata e facilmente comprensibile, oltre che applicabile nella pratica quotidiana, nei banner che circondano la nostra Leda che stringe il collo all’Anaconda ormai ammansito e stanco… e che infine perde la partita, come ha finora perso il confronto-scontro rettili-mammiferi, soprattutto umani almeno x ora… La migliore postura del mondo, valida sempre & ovunque?  TENERE LA MENTE LIBERA, PLASTICA, ELASTICA, RAGIONARE CON LA PROPRIA TESTA E NON CON QUELLA DEGLI ALTRI, NON FARSI TRASCINARE DALLE IDEOLOGIE, ESSERE OTTIMISTI, COSTRUTTIVI, PRODUTTIVI… SCARICARE I PADRONI DEL PENSIERO AUTOREFERENZIALI CHE VOGLIONO TRASFORMARE LA CULTURA CHE E’ DI TUTTI IN UN MONOPOLIO PERSONALE DI IDEE OBBLIGATE & SPECIOSE, E ANCHE ROVESCIARE I TIRANNI, OVUNQUE SIANO, OVUNQUE NASCANO, SOTTO QUALUNQUE MENTITA SPOGLIA SIANO MASCHERATI… questo tanto x cominciare… poi vedrete che le cose funzioneranno, eccome… e il mondo sarà ancora rivoluzionato, ma sul serio, e non x finta….

…Codice da Vinci & Charles Darwin, collegati insieme tra nodi, punti e linee dell’evoluzione naturale. E’ il compleanno di Charles, in questi giorni, e lui viene festeggiato in (quasi) tutto il mondo. OK, gli ho dedicato questo rapido ritratto giovanile, nel quale l’ho ringiovanito ancora di più, sperando che resti sempre così.  Cosa ha Darwin in comune con Leonardo oltre al barbone da frate anziano che li rende vagamente somiglianti? Molte altre qualità, compresa quella di essere genio. A volte, essere genio significa osservare cose e particolari che gli altri non notano, e saperli collegare in modo logico e intelligente. Questo può essere fatto su scala microscopica, giocando con l’universo quantistico, per esempio, o su scala macroscopica allargando il pensiero fino a contenere l’intero universo concepibile, e magari cercando di passare oltre.  Sulla scala fragile della natura e della vita su questo pianeta, organizzare i fossili, dedicarsi all’anatomia comparata, giocare con il DNA, mescolare il tutto con la fisica e la chimica, pensare un programma di sviluppo della realtà che vada di pari passo con la concezione cognitiva di essa, che agisce su se stessa attraverso l’intelligenza che ha prodotto la scienza e la tecnica. L’intelligenza, unita alla LIBERTA’ di ricerca, e di pensiero,(in alcune nazioni della terra ancora NON consentite), che hanno prodotto una vera e propria EVOLUZIONE ARTIFICIALE PARALLELA E ALTERNATIVA ALL’EVOLUZIONE NATURALE. Qui mi fermo, altrimenti tocca iniziare a scrivere un libro del quale non c’è alcuna necessità: ce ne sono già un’infinità sull’argomento. Quello che è importante, nella ricerca che produce la scoperta, è, a mio modesto parere, TENERE LA MENTE LIBERA E SGOMBRA. Ascoltare tutte le idee, rielaborarle, paragonarle, metterle alla prova, e unirle, e redisporle, poi buttare via tutto il vecchio ciarpame culturale, magari, e ascoltare l’istinto che, con un poco di fortuna, indica all’improvviso una soluzione nuova. O si avvia su una strada diversa che è sempre stata accanto a noi, talmente evidente e visibile che non siamo stati capaci nè di vederla, nè di capirla. CIAO DARWIN!  …però…L’ETERNITA’ POTREBBE IN QUALCHE MODO EVOLVERE? (cosa mi viene in mente? meglio non pensarci nemmeno, almeno per ora…:)))   (PER NOI L’EVOLUZIONE E’ FINITA, dice il ritaglio di giornale… secondo me, è APPENA COMINCIATA…e presto ne vedremo delle belle!  )

…oh, una a caso… x stranissima coincidenza… A volte rifletto sulle coincidenze, i casi, ed i legami che sembrano a prima vista, ma anche a rigore di logica, a volte impossibili, tra le cose… eppure accadono, eppure si sviluppano… ed evolvono… e rigenerano e generano cose nuove, realtà diverse, e inaspettate… Stavo esplorando un vulcano spaziotemporale profondo e cosmico, universale, ma con le radici ben salde sulla terra, mentre pensavo a questi concetti… e, più ci pensavo, più osservavo, più coincidenze "impossibili" si verificavano… tanto da indurmi a immaginare che a volte siamo proprio noi, in forma di insiemi di strutture energetiche collegate senza saperlo in un’unica grande rete elettromagnetica, a farle accadere… a volte con la forza di volontà… a volte con un pensiero… con un sogno, anche, e modifichiamo la realtà un poco come l’osservatore riguardo al destino del gatto nel noto esperimento quantistico di Erwin Scrodinger. ALT, stoppiamoci. Questo è un altro frammento particolare del Codice da Vinci 2009, e si collega, a caso, ma non troppo, con una spettacolare opera di Francesco Mazzola, aka Parmigianino (1503-1540): Madonna della Rosa (1529-1530), Gemaldegalerie, Dresda.  Target: Evoluzione. Epifenomeno: Selezione naturale. Resto: Ignoto. Serie-Seriale: Non So, Non Ricordo. Eppure tutto riappare, nuovo, diverso, oltre questo spaziotempo e al di là del bene e del male. Universo parallelo, yes. Che guarda questo universo da un’altra dimensione, e cambia il suo destino. Uguale a quello di sempre? Solito Secondo Principio della termodinamica? Fammi ridere. Credo ci sia molto, molto di più, e che la storia dell’infinito, così come il suo destino ultimo, sia ancora tutta da scrivere. Ex novo. Un uovo? Anche. O una cellula vegetale. Perfetta e capace di vivere anche in condizioni "impossibili". La rosa fiorisce sul naso dell’evoluzione. Come faranno mai delle "semplici" piante a produrre proprio quei fiori così elaborati e complessi? Li vedono in qualche modo? Sanno che esistono ed hanno proprio quella forma, quel colore, quel profumo? Adattamento, yes, per miliardi di anni, e selezione, va bene… però… Qualche forma di intelligenza le piante debbono avere, a mio modesto parere. Più ci penso… e più… sì è incomprensibile, e comprensibile, logico. Intanto accade un prodigio: Le Piante hanno intelligenza a Rovigo, non per nulla detta Città delle Rose. E altrove? Anche… e poi, non per niente l’universo intero è stato definito INTELLIGENTE. Ne hanno fatto anche un libro best seller… a presto un film?  C’era già l’Universo Elegante, in DVD… se poi è anche intelligente…

…ma che cosa è poi, l’evoluzione naturale, oltre al caso e alla necessità che accompagnano il nascere e progredire della vita che tenta di adattarsi all’ambiente che si adatta ad essa?  Il Codice da Vinci 2009 continua… facendo sharing con un altro dipinto del Parmigianino: "Pallade Atena", 1532-33, 63,5×45,5 cm., Hampton Court, Royal Collection; …e poi, spin-off culturale ad indirizzo scientifico… chi sarà capace, in futuro, di evolverlo ulteriormente? E dove?  Qualcuno verrà, passerà, capirà al volo, e lo farà… ne sono certo…quando non ha importanza. Pallade Atena Regina della Guerra, ma anche dell’Amore, che non per caso è a volte una specie di guerra… e una scommessa sul futuro per la sopravvivenza delle specie… Le altre specie, tuttavia… in quanto immagino che i post-umani presto non avranno più necessità del marasma caotico di chances e non chances sul quale operare possibili scelte spesso governate esclusivamente dal caso cieco sul quale agisce altrettanto ciecamente la selezione naturale. Tanto poi ci pensa l’ambiente… con tutto il corollario di distruzione, morte, dolore e disperazione che accompagna la difficile evoluzione della vita che tenta di sopravvivere. I postumani saranno selezionati e riprodotti in maniera post-naturale, e attentamente selezionati per migliorera al massimo i loro aspetti più desiderabili, e la salute, e il benessere, e la felicità. Anche questa è una forma di Evoluzione Naturale, tuttavia Artificiale… comunque voluta dalla natura, e dall’uomo, parte di essa, che si eleva su di essa, e la governa, e la indirizza… (o, almeno, ci prova…)

…ancora… DA VINCI CODE PARMIGIANINO… fu di Francesco Mazzola, aka Parmigianino (1503-1540), un "Ritratto di Giovane Donna" , 1530-31, 50×46,4 cm., Kunsthistorisches Museum, Vienna, Austria… Probabilmente il ritratto di Costanza Rangoni, moglie di Bonifacio Gozzadini. Ritratto che "rimase imperfetto"… e allora, cosa c’è di meglio che provare ad evolverlo? Via il turbante dalla testa… via i vestiti pesanti e barocchi… (una bella doccia calda con abbondante sapone disinfettante e via anche i pidocchi: a quei tempi dovevano essere diffusi praticamente dappertutto, altro che avere nostalgia del passato!). Nuovo look, diverso atteggiamento di fronte alla vita. Modernissimo, ma con tratti della nobiltà dell’epoca ancora presenti e ancor più raffinati e adattati alla modernità. Del resto, sono tutti quanti re e regine, principi e principesse, oggi, no? o veline e tronisti della TV, che è circa la stessa cosa. Overlook, e sguardo dall’altra sponda della Via Lattea a qui, sulla piccola Terra in viaggio verso chissà dove, con tutto il restante universo. Che cosa è la Vita? solita domanda solo in apparenza semplice, ma complicatissima, in realtà. LA VITA E’ UNA SPIAGGIA, stile all american boys (& girls), oggi… ed è un bene che sia così. L’alternativa è la dittatura talebana fondamentalista e tagliatrice di teste degli esaltati cultural-politici, come la storia ha sempre finora dimostrato, SENZA ECCEZIONI, e dovunque. Domani? chissà… Tuttavia, a ben guardare, la vita è una spiaggia assai affollata e caotica, e lo sta diventando sempre più… tanto che io personalmente ci partecipo assai poco… il meno possibile, e solo in casi eccezionali, a volte puramente casuali. L’affollamento esagerato di tutte le locations e di tutte le cose è per me attualmente fisicamente e psicologicamente insostenibile, al punto che se vedo folla in qualunque posto e per qualunque motivo, me la filo dalla parte opposta.  Per quel motivo ho rinunciato ad una quantità enorme di opportunità & occasioni, nella mia vita. Ditemi stupido, lo so da solo, ma va bene così. Il piacere che ne ricavo è evidentemente maggiore del dispiacere che proverei nel bagno di folla. Bisogna esercitarsi e capire ed amare la solitudine assoluta, e assolata, che non ha eguali per la fortificazione della mente e del corpo. Per quel motivo ho viaggiato pochissimo e viaggerò sempre meno. Per quella causa non vado ad un party o una festa importante ma trovo nuovi punti di osservazione della realtà che non avevo mai notato prima a 50 metri da casa mia, e ne rimango sbalordito. Ciaooo… sto in realtà vivendo in un universo parallelo, e ci vivo benissimo… a tal punto che non dovrei nemmeno parlarne. Infatti, mi fermo qui, altrimenti potrebbe accadere che una folla immensa potrebbe all’improvviso riversarsi dal vostro universo al mio, e allora dovrei fuggire anche da là. Beh, del resto sono anche una specie di uomo invisibile, no?  …infatti adesso sparisco e vado a cercarmi una buona location per un bell’happy hour in incognito… altro che visibilità! (però, life is a beach (quarks) fravor peach… così fa anche rima, haha)  LOLLL (?)

:) Altro collegamento in duplex: Codice da Vinci & Parmigianino. Ritratto di Giovane Donna (Antea, l’innamorata del Parmigianino?), 1535, Museo e Gallerie Nazionali di Capodimonte, Italy; "con guanto e sghiratto nella destra"… (però erano molto belle le donne che dipingeva, e sono convinto che alla sua epoca di bellezze femminili ne apparissero in media assai poche…) Qui apparsa in una nuova dimensione, da universo parallelo, uno dei tanti possibili e immaginabili, e immaginari, a volte.  La scienza è scienza, già… si basa su prove circostanziate e tangibili, ma a volte, a nuove verità giunge anche attraverso il sogno, l’intuizione, il gioco, la fantasia. Tutto è utile, se raggiunge lo scopo della scoperta nuova. Dove le strade non hanno nomi ho tutti i nomi… al di là dello spaziotempo… qui, là, da nessuna parte, dappertutto… ma dove esisterà nuovamente, Antea?  Nell’eterno ritorno di tutte le cose, come tutti sanno…insomma, è qui tra noi… e chi è? Guardiamoci bene intorno e di Antee ne troveremo tante & tante, in numero in aumento esponenziale in progressione geometrica. Meglio così.  Notando questa volta un particolare: la scarpa color porpora dell’Antea è bella ma eccentrica… Insomma, poi piace a ciascuno quello che piace secondo il proprio discernimento, istinto e cultura… e cosa sottointende il concetto "la scarpa"? L’altra scarpa, di che colore è? Oppure Antea ha una sola gamba? O va in giro con una sola scarpa e l’altro piede nudo? …mi ha dato da pensare, e non riesco a risolvere la questione anche in quanto il ritratto è a mezzo busto e sotto l’altezza del petto non si vede nulla… si può solo immaginare, un poco come da questo universo sappiamo che esiste un universo enormemente più grande fatto di materia oscura, che ci circonda… e cosa sarà? e come sarà? …e se non riuscissimo mai a vederlo? a capirlo? …eppure esiste…, oh, sì… :))) 

…ancora un altro! …questo è il "Ritratto di Giovane" del Parmigianino, 1529, Hampton Court, Royal Collection. Richiamato a nuova esistenza e diversa funzione rispetto all’originale. In questo poster standard size 50×75 cm., si fondono assieme arte, scienza e fashion. Notando un particolare del costume dei nostri tempi che sta diventando evidente e interessante: la progressiva trasformazione degli uomini in donne e delle donne in uomini. In molti soggetti, almeno, e per una serie di concatenazioni di cause che qui sarebbe eternamente lungo spiegare. Nessuna sorpresa o novità, del resto. Tutti gli esseri viventi sono un poco femmine e un poco maschi, ed a volte, in natura, in particolari e difficili condizioni ambientali, in alcune specie animali i maschi possono trasformarsi in femmine… e viceversa… Nelle piante, poi… in moltissime specie il fiore porta il carattere maschile e femminile nel medesimo fiore. Poi ci sono anche piante che sono maschi e femmine ben differenziati e divisi in fenotipi distinti…e  altro ancora in un sistema di interscambio genetico assai complesso da spiegare e descrivere. A proposito, le piante mi hanno sempre meravigliato con la riproduzione per talea. Sarebbe come se noi staccassimo una falange del dito di una mano e, piantandola in terra, nel giro di poco tempo vedessimo ricrescere un organismo geneticamente perfettamemte identico a noi. Non ho parole. Tornando al poster: moda e fisiognomica hanno qualcosa in comune? chissà… Il gene egoista primordiale trova la soddisfazione di sè solo nella riproduzione all’infinito delle proprie caratteristiche, o vuole altro, o cerca qualcosa di più? …qui o altrove? …massimizzare la fitness riproduttiva non basta, no… quella è solo sopravvivenza elementare… che offre solo una felicità momentanea e anche a patto che vada tutto bene nell’ambiente e che l’organismo nuovo funzioni al meglio senza essere afflitto da difetti e disgrazie di quelle che normalmente hanno colpito l’umanità per un numero grande di millenni, e ci hanno fatto a lungo disperare, e sperare nei miracoli facendoci dimenticare che sta solo a noi riuscire a risolvere i problemi attraverso la logica, la scienza e la tecnica, come abbiamo da poco imparato a fare.  La felicità è sempre altrove, è di ordine superiore, diverso, eppure è accanto a noi, sempre… a un passo da noi… dall’altra parte del mondo e ad un centimetro dal nostro corpo… ed è inscritta nella nostra mente, anche… eh, ma trovarla, pare facile… eppure non è nemmeno difficile… impegnandosi un poco, no?  X concludere, altrimenti divaghiamo: a forza di inversione dei sessi e delle mentalità opposte, e del progresso, diventeremo forse una nuova specie… Qualcuno crede di no?  Beh, basta guardarci dietro le spalle per qualche milione di anni e vedere come eravamo, per immaginare, forse, come saremo… Nè uomini, nè donne, penso…, tanto per cominciare… roba del passato, quella, superata dall’evoluzione medesima, come le Latimerie, i rettili sinapsidi, le scimmie, e quant’altro dell’armamentario obsoleto…

…il giorno 09 marzo 2009 è stato il 50ennale compleanno della Barbie… forever young, proprio come me… e ci pensavo sopra… un giocattolo strumento di libertà e di emancipazione?  Dicano quello che vogliono le arrabbiate onniscenti, e comunque perdenti, ma tanto hanno giocato tutte quante con la bambolina americana… ed hanno anche sognato di essere come lei, almeno una volta nella vita. Chi dice che non è vero, MENTE.  Poi possono anche averla gettata nella spazzatura, magari x rabbia o ansia da competizione… (competere con una bambola? hahahaha!)  però… anche la Barbie uno strumento dell’evoluzione naturale biologica che migliora sempre più l’aspetto medio e il look delle persone, rispetto al passato, così come aumenta l’intelligenza media, checchè se ne dica… e anche il benessere individuale e collettivo, solo che non lo notiamo per ABITUDINE. Barbie anche strumento dell’evoluzione sociale. Meglio essere attraenti, carine e simpatiche, o il contrario di tutto questo? Vedete un poco voi… e questo vale anche per i maschi, naturalmente. Ma fermiamoci qui, che è meglio. La Lucrezia (romana) fu probabilmente uno degli ultimi ritratti del Parmigianino che purtroppo, proprio in quell’anno morì a soli 37 anni. Era il 1540. Il dipinto originale si trova al Museo di Capodimonte a Napoli. Il quadro fu anche trafugato, il che ne aumenta ancor più il suo fascino caratteriale. La bellissima Lucrezia Romana è raffigurata nell’atto di ferirsi il petto con la mano destra che impugna un coltello. In Italia sembra essere più brava la sinistra a fare questa operazione, magari con l’aiuto anche della mano destra. Mi sembra così allegorico, questo poster, anche se non si scorge alcuna mano… Che sia la mano invisibile del mercato? Pare che il dipinto originale sia stato riprodotto in molte copie. Questa qui è invece una sua SUPEREVOLUZIONE. Ci sono nazioni in questo mondo sperduto nel cosmo, dove è assolutamente VIETATO alle bambine usare le Barbie. Potrebbero, secondo alcuni eccellentissimi dittatori del pensiero unico religioso- fasullo – moralistico, legato al mantenimento del proprio potere assoluto, deviare le fanciulle dalla "retta via" che magari, secondo i bacchettoni maestri sapienziali, è meglio che vadano magari spose obbligate a sette anni a ben pasciuti signorotti cinquantenni. Stoppiamoci qui, anche in quanto Qualcuno (ma sono purtroppo in moltissimi) pensa di avere LA VERITA’ ASSOLUTA IN TASCA, e, ultimamente, ha perfino richiesto all’ONU di riconoscere che una certa religione, coincidente con lo Stato tirannico a pensiero unico, è l’unica veritiera e NON DEVE ASSOLUTAMENTE ESSERE CRITICATA. Chiaro il concetto? E i nostri criticoni intellettuali, tutte zitte e mute pecorelle, in questo caso.  EUROPA, SVEGLIA!!!!  W LE BARBIES, DI TUTTI I TIPI, GENERI E COLORI, FORME E STRUTTURE.  SE FOSSI UNA FEMMINA VORREI AVERNE CENTOMILA… E VORREI ESSERE BELLA, INTELLIGENTE, LIBERA… 

…ancora CODICE DA VINCI, e ancora Barbies… Su questa mantengo il più assoluto riserbo e taccio, lasciandola alla libera interpretazione di chiunque voglia interpretare, come meglio crede. Interpretare qualcosa, piccola o grande che sia significa anche diventare a propria volta creativi ed essere parte della medesima opera che si sta interpretando… Aggiungo solo: ECCO PERCHE’ C’E’ LA CRISI (ma non preoccupatevi, passerà anche quella): NESSUNO STUDIA MATEMATICA.  Sarà vero?  …chissà chi lo sa… x me è solo tutta quanta pubblicità… (C’è anche da qualche parte un ritaglio con l’autoritratto di Leonardo, che ha cambiato tipo di barba… ora usa capelli femminili, e ben pettinati…)  

…chiunque conosce la Gioconda (alias Monna Lisa, 1503-06, 77×53 cm., Louvre, Parigi): l’abbiamo vista e stravista, anche riveduta e corretta in tutti i modi possibili, fino a farla diventare parte integrante della nostra stessa memoria.  Anche in questo caso, potenza dei media e della pubblicità.  Se prendessimo qualunque altra immagine scelta a caso e la lanciassimo ogni giorno su tutte le TV e su tutti i giornali, quell’immagine, nel giro di qualche tempo, ci diverrebbe familiare proprio come la Gioconda… Ecco svelato un altro dei suoi misteri, che ormai è noto al grande pubblico il quale, infatti, avendo ben compreso il gioco, fa e farebbe di tutto pur di apparire in TV e sui giornali, che così hanno buon gioco a giocare come il gatto con il topo… bah, passiamo oltre… (con Dante?)  …no, no, roba sorpassata, ormai, anche quella… e poi, la poesia è KO, x adesso, …dunque…

Prima di procedere, un attimo di pausa-spot. Oggi è il 14 Febbraio 2009, S.Valentino, e non poteva certo mancare una Monna Lisa opportunamente adattata all’evento, da qui proiettato su scala mondiale. Lei augura AMORE, PACE, FELICITA’ E BENESSERE A TUTTO IL MONDO, del quale è la reale fidanzata non-ufficiale.  Come si può facilmente notare, le sue labbra sono modificate rispetto a quelle dal sorriso enigmatico della Monna Lisa di Leonardo, e ingrossate, per essere in grado di baciare il pianeta intero… e poi è anche bionda, e con gli occhi azzurri… mi ricorda qualcuno… chi sarà mai??? (gossip!)   …e poi, baciare il mondo Pisa???  …beh, c’è la famosa Torre, in quella bella città toscana, che per la Lisa è una torre di avvistamento e anche una piattaforma sulla quale atterra dopo i suoi lunghi voli intorno al globo… (ma xchè Dante ha definito Pisa "vituperio delle genti"? A me è sembrata una cittadina vivibile e simpatica… oggi, certo, ma a viaggiare nello spaziotempo tutto cambia e diventa diverso sia nel passato come nel futuro, rispetto al presente. Boh, certo che non mi piacerebbe molto vivere al tempo di Dante, dove, tra l’altro, la vita media non raggiungeva nemmeno i 50 anni… e si tirava inoltre la cinghia, si viveva di stenti sotto regimi autocratici e tirannici, e per una polmonite si moriva… meglio adesso, nonostante tutto, no?  (il problema è che, come sempre la gente ha in media la memoria corta, troopooooo corta….)

…questa qui è una  Monna Liza "Bollettino ai Naviganti"… direttamente dalla cima della Torre di Pisa, che è pendente, sì, ma relativamente ai punti di riferimento e osservazione usuali. Basterebbe ruotare un pochino il Mondo nella posizione adatta, ed ecco che la torre è diritta, mentre la terra è sempre sferica uguale… LA REALTA’ E’ UNO SPECCHIO DELLA REALTA’, afferma la Gioconda con un sorriso un poco ambiguo e strano, come quello di tutte le Gioconde che si rispettino, del resto… lo lasciamo ai filosofi, il commento autorevole e l’eventuale dibattito infinito al seguito?  Purtroppo anch’io ho studiato e letto testi di filosofia x anni & anni, giungendo ad una specie di effetto-booster mentale che provoca una sorta di ubriacatura da esaltazione dovuta all’illusione di credere di avere capito tutto & di più. Usando poi la mente libera e il lateral thinking, e quant’altro, adesso getterei come zavorra e ciarpame il 99% di quelle pubblicazioni, con buona pace dei cultori della materia, nonchè di coloro che dalla filosofia ricavano stipendi, onorificenze, cattedre, visibilità e quant’altro, e che per quel motivo così banalmente terra-terra la difendono ideologicamente all’ultimo sangue. Complicare il facile con il difficile attraverso l’inutile. Sport che purtroppo pare il mondo intero stia imparando e applicando benissimo. Seghette mentali consolatorie davanti alla difficoltà di capire la realtà e, soprattutto, di viverla AGENDO su di essa. Alt, mi fermo qui.  Ma come fa la realtà ad essere uno specchio di se stessa?  Sarà mica attraverso lo strumento divinatorio della televisione? …anche…, è possibile, certo, ma non solo…

…un’altra? …questa Gioconda è particolare. Derivata dall’intera storia della vita sulla Terra, e molto superevolutiva, e assai post-darwiniana. Stanca del vecchio corpo di carbonio che la selezione naturale cieca e casuale usa & getta, dopo aver tentato di riprodurne la massimizzazione genetica in più copie possibili. Oh, gene egoista… tu che vuoi ancora vivere sotto la luce capricciosa, amica e insidiosa di questa stella-sole nel mezzo del cammino della sua vita… e a quale prezzo!  Altissimo, direi, in termini di dolore, sacrificio, strage permanente dei tuoi stessi figli riprodotti a iosa e gettati nel sangue dell’arena della prova della vita, che è sì cooperazione, ma soprattutto lotta, guerra, predazione, assassinio, distruzione… Tuttavia stiamo cambiando, un poco alla volta, e, se il progresso scientifico durerà abbastanza a lungo, e se sapremo modificare elasticamente la nostra mentalità, diverremo noi stessi padroni della nostra evoluzione naturale, che diverrà allora artificiale… l’uomo non sarà più, allora, quello di oggi, ancora discendente dal bruto delle caverne… e saprà staccarsi dal vecchio corpo, ormai obsoleto, che l’ha portato fin qui, tra mille peripezie. Pure forme di energia senziente, ecco il traguardo, ma non mai definitivo. Si apriranno nuovi imprevedibili scenari, allora… e nuovi orizzonti più cosmici, universali… finito finalmente il dolore… terminata la parabola distruttiva legata al decadimento del corpo… mai più invecchiare, mai più la morte, almeno come li abbiamo conosciuti con ansia a paura fino ad oggi… noi unici padroni di noi stessi e del nostro destino… cavalcando il secondo principio della termodinamica, ed indirizzandolo per una nuova strada, diversa da quella dettata dall’incoscienza automatica della fisica… e qui mi fermo, per riposare un poco. Spero di risvegliarmi veramente in un universo parallelo e nuovo, inesplorato e pieno delle promesse che noi stessi inventeremo e realizzeremo… anche in quanto il vecchio universo mi ha un poco stufato… ( o no? )  Però, che bello guardare l’uomo moderno del 2009 con gli stessi occhi con cui oggi guardiamo quegli antichi pesci dai quali evolvemmo molto tempo fa…

…ripensavo alla storia dell’evoluzione naturale sullo sperduto pianeta Terra proprio in questi giorni di inizio primavera 2009… saranno gli insetti i padroni della Terra del futuro?  Chissà. Certo che all’evoluzione, che è un sistema automatico e cieco di azione-reazione di organismi viventi relazionati all’ambiente che li ospita e dal quale traggono nutrimento, interessa molto più l’adattabilità e flessibilità degli organismi, uniti alla velocità di ripdoduzione della propria massimizzazione genetica nel tempo, che non l’intelligenza e la capacità di progredire, tipica di noi umani, ancora mezza via tra il cavernicolo e il post-umano… Tuttavia, i giochi non sono ancora fatti e conclusi. Se non saremo così intelligentemente stupidi da provocare noi stessi la nostra estinzione, gli insetti non saranno mai i padroni della Terra, e la Terra potrebbe addirittura ritrasformarsi in una specie di paradiso terrestre fatto su misura per noi, finalmente post-umani e diventati, nel tempo, di natura superiore alla stessa natura che ci ha casualmente generati. Nulla lo impedisce realmente: il sistema, a certe condizioni, è LIBERO, e anche quelle condizioni potrebbero essere persino scientificamente modificate. Intanto giochiamo con le libellule, che sono graziosissime e fascinose, quanto temibili predatori della serie "natural killers", anche se a prima vista non sembra… Questa Monna Lisa è stata evoluta direttamente da un quadro in legno acquistato qualche giorno fa per 4 euro in un magazzino di prodotti made in China. Rielaborata da me nel fashion, e con l’aggiunta di materiali vari reperiti casualmente presso disparate locations. Un esperimento giocoso. Al collo Liza porta un ologramma con il ritratto di una mummia… il nostro passato? e l’ologramma è una normale dimensione universale?  C’è la Terra, in alto, con un cuore, e dall’altra parte una stella che è anche un piccolo specchio… è il nostro sole… e il suo specchio siamo noi riflessi in esso mentre lo guardiamo… tutto al carbonio, naturalmente… poi cuori dappertutto, a rappresentare la passione della vita, che attraverso di essa massimizza e diversifica la propria esistenza… e una rosa… richiamo ancora, con la stella, al CODICE DA VINCI… i fiori ancora come sessualità manifesta delle piante… e un pupazzetto rosso con un cuore in mano che pare vagare circa alla metà di un sentiero che incurva come una supercorda… già, nel mezzo del cammin di nostra vita… che dia Dante Alighieri????   mah…  forse…  valore attuale dell’opera? non la venderei a meno di un milione di dollari U.S.A., come sempre… ma si può facilmente barattare con qualunque altro oggetto che mi piaccia o mi sia simpatico…

…ho prodotto anch’io molte superevoluzioni giocose della Gioconda, che abbiamo già visto in alcuni blog precedenti, con motti e sentenze (mai definitive, tuttavia) di ogni genere. Questa è l’ultima prodotta della serie, nr. 5146, terminata il 13 Gennaio 2009. Ha a che fare assai con il SISTEMA TV, direi… sia quello GLOBALE, sia quello LOCALE… indica AMORE X L’AZIONE, ha un cuore pulsante su YOUTUBE  www.youtube.com e, nello stesso tempo, indica, per ogni TV, il DOVERE DELLA BELLEZZA… non solo la bellezza superficiale delle cose, ma anche quella più profonda… di antica derivazione classica, direi… (nel frattempo, e nell’attesa di tale mutamento, che richiederà tempi lunghi, ma potrebbe anche accadere già domani, vado a fare un bel giro in bicicletta in compagnia di una bella & interessante amica… questa sì che è una piacevole & divertente TV, la mia…  http://ushnetworktv.fotoblog.it  Fashion? D&G  www.dolcegabbana.it    …E COSA C’E’ DI PIU’ BELLO, INTERESSANTE, DIVERTENTE ED APPAGANTE DEL RIUSCIRE A CREARE DAL NULLA???…   …se ci pensiamo un momento, la realtà in cui viviamo si è "autocreata" ed è evoluta proprio da quel nulla, straboccante di ogni possibile possibilità, e adesso tocca a noi… chi va avanti e passa oltre per primo?

 <center><a href="http://www.submitexpress.com/"><img SRC="http://www.submitexpress.com/submitexpress.gif" BORDER=0 height=31 width=88></a>
<br><a href="http://www.submitexpress.com/">Search Engine Optimization and SEO Tools</a></center>
 

 WORK IN PROGRESS…CONTINUA…

TAGS